Apri il menu principale

Gertrud Mayer

annunciatrice televisiva italiana
Gertrud Mayer fotografata insieme ai colleghi Aldo Parmeggiani e Uwe Ladinser nel 1966

Gertrud Mayer (Bressanone, 1944Roma, 18 agosto 2016) è stata un'annunciatrice televisiva e conduttrice televisiva italiana, attiva per la Rai dal 1966 al 1991.

BiografiaModifica

Erroneamente indicata anche con il cognome Mair, inizia la carriera giovanissima, lavorando a Radio Bolzano come lettrice di annunci, notiziari e interprete di drammi radiofonici in lingua tedesca. Nel 1966 entra in Rai e si trasferisce a Roma per ricoprire il ruolo di annunciatrice dei programmi TV in lingua tedesca destinati all'Alto Adige (che a quel tempo venivano in parte realizzati nella capitale). Ad affiancarla nel ruolo di annunciatrice vi erano Josefine Franzelin (più nota come Peppi, trasferita alle reti nazionali nei primi anni ottanta), Uwe Ladinser (marito della Franzelin) e Aldo Parmeggiani.

Grazie alla sua buona conoscenza della lingua italiana, che parla quasi senza inflessioni, nel 1969 passa alle reti nazionali, annunciando i programmi del primo e del secondo canale Rai. In quegli anni, conduce alcuni programmi di cultura ed informazione, tra cui Orizzonti della scienza e della tecnica.

Nel 1972 fu, assieme a Rosanna Vaudetti e Graziella Romeo, tra le prime annunciatrici ad apparire a colori, con degli annunci realizzati durante i Giochi olimpici di Monaco.

Tra il 1976 ed il 1977 si alterna con altre colleghe (tra le quali Rosanna Vaudetti, Beatrice Cori, Mariolina Cannuli e Maria Giovanna Elmi) nella prima fortunata edizione di Domenica in, presentata da Corrado e Dora Moroni, per annunciare i programmi televisivi trasmessi all'interno del contenitore domenicale.

Nel 1978 abbandona i canali nazionali, per tornare ad annunciare i programmi in lingua tedesca del Rai Sender Bozen (rimanendo però sempre alla sede Rai di Roma), anche se saltuariamente sarà ancora annunciatrice supplente anche per le reti Rai nazionali, in sostituzione delle colleghe in ferie, malattia o maternità.

Nel 1991 la Mayer viene promossa a ruoli direzionali per i programmi Rai in lingua tedesca nella sede di Bolzano, con il conseguente abbandono definitivo del video.

Durante la sua lunga attività in Rai ha conseguito la laurea in lingue e letterature straniere.

Ha trascorso i suoi ultimi anni di vita a Roma, ove è spirata nell'agosto 2016 a causa di una malattia[1].

NoteModifica

  1. ^ Bekannte Südtiroler TV-Sprecherin in Rom gestorben Archiviato il 25 febbraio 2017 in Internet Archive. - suedtirolnews.it, 18 ago 2016
Controllo di autoritàVIAF (EN599145970166332251296 · GND (DE1094917885 · WorldCat Identities (EN599145970166332251296