Gertrude di Sulzbach

Gertrude di Sulzbach
Gertrud-von-Sulzbach-Grab cropped.jpg
La tomba di Gertrude nell'abbazia di Ebrach
Regina consorte di Germania
In carica 7 marzo 1138 –
14 aprile 1146
Predecessore Richenza di Northeim
Successore Adelaide di Vohburg
Nascita 1110 circa
Morte Abbazia di Hersfeld, 14 aprile 1146
Luogo di sepoltura Abbazia di Ebrach
Padre Berengario II di Sulzbach
Madre Adelaide di Wolfratshausen
Consorte di Corrado III di Svevia
Figli Enrico Berengario
Federico di Rothenburg
Religione Cattolicesimo

Gertrude di Sulzbach (1110 circa – Abbazia di Hersfeld, 14 aprile 1146) fu regina consorte di Germania tramite il marito, Corrado III di Svevia della casa di Hohenstaufen, dal 1138 alla morte.

La famigliaModifica

Gertrude di Sulzbach nacque attorno al 1100 da Berengario II di Sulzbach e dalla sua seconda moglie Adelaide di Wolfratshausen († gennaio 1126). La famiglia paterna di Gertrude era di origine bavarese. Sua nonna paterna era figlia del conte palatino Cuno I di Rott, fondatore dell'omonima abbazia benedettina; alcune teorie vogliono che una delle trisnonne di Gertrude fosse imparentata con la nobile famiglia baverese di Andechs, ma le fonti primarie non lo confermano. La sua nonna paterna Irmgard fondò un capitolo dell'Ordine di Sant'Agostino presso la prepositura di Berchtesgaden; si sa che ella si sposò due volte, ma l'identità del secondo marito è incerta.

Suo nonno paterno Gebeardo II di Sulzabach fu, molto probabilmente, il primo a usare il titolo comitale e la sua ascendenza è incerta, il 28 novembre 1043 Enrico III il Nero gli donò delle terre e nel documento viene menzionata sua madre con il nome di Adalheit. Alcuni genealogisti la identificano con Adelaide di Susa e Gebeardo sarebbe quindi nato dal suo primo matrimonio con Ermanno IV, duca di Svevia (1015 circa - 1038), i tempi piuttosto stretti a che Gebeardo fosse, verso il 1080, nell'età d'avere dei nipoti rendono la teoria non condivisa universalmente. Vi sono anche altre teorie che vogliono che le terre di Sulzbach siano entrate nella famiglia grazie al matrimonio di Gebeardo la cui moglie le avrebbe portate in dote. La madre di Gertrude, Adelaide di Wolfratshausen, appare in diversi documenti, oltre a Gertrude ella ebbe con il marito un'altra figlia che fece un matrimonio importante, Berta di Sulzbach che andò in moglie a Manuele I Comneno[1].

Più o meno nel periodo in cui nacque Gertrude suo padre presenziò all'incoronazione di Enrico V di Franconia, ultimo esponente della dinastia salica, nel 1120 fece una donazione al principato vescovile di Bamberga ed è considerato fra i fondatori di due abbazie, quella di Kastl e quella di Baumburg. Il 23 dicembre 1122 fu fra i nobili che firmarono il concordato di Worms fra Enrico V e papa Callisto II. Nell'agosto del 1125 lo si trova menzionato nei documenti di Lotario II di Supplimburgo, e la sua morte è registrata qualche mese dopo.

Il matrimonioModifica

Gertrude nel 1136 sposò Corrado III di Svevia, figlio di Federico I di Svevia e nello stesso anno delle nozze suo fratello Federico II succedette al padre. Una decina di anni prima, nel 1127, Corrado si era posto come anti-re per essere eletto Imperatore del Sacro Romano Impero, ma dovette assistere invece all'incoronazione del rivale Lotario II che avvenne poi nel 1133. Solo due anni dopo si sottomise, accettò di partecipare alle sue campagne nel Regnum Italicum e sposò Gertrude.

L'unione della casa di Hohenstaufen e quella di Sulzbach fu vantaggiosa soprattutto per la prima: quando nel 1188 il fratello di Gertrude morì senza eredi l'unico erede rimasto era Federico Barbarossa, nipote di Gertrude per via matrimoniale.

Lotario morì nel 1137, e il 7 marzo dell'anno seguente Corrado divenne infine re dei Romani anche se dovette guardarsi da Enrico X di Baviera e dai suoi figli Enrico il Leone e Guelfo VI, della famiglia Welfen. Per assicurare la propria posizione Corrado fece in modo che il figlio allora decenne, Enrico Berengario Hohenstaufen, fosse eletto dai principi in una dieta che si tenne a Ratisbona nel 1147.

Gertrude morì l'anno prima, il 14 aprile, presso l'abbazia di Hersfeld in seguito a una malattia contratta dopo la nascita del secondogenito, e venne sepolta presso l'abbazia cistercense di Ebrach. Dal suo matrimonio con Corrado nacquero:

NoteModifica

  1. ^ Cawley, Charles, Profile of Berengar of Sulzbach, his wives and children, Medieval Lands database, Foundation for Medieval Genealogy

Altri progettiModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN81523501 · GND (DE137316119 · CERL cnp01165729