Apri il menu principale

Nella Bibbia si trovano circa trecento profezie, scritte da autori diversi nell'arco di molti secoli, che prefigurano l'arrivo del Messia[1].

I cristiani ritengono che le profezie messianiche si siano adempiute con Gesù Cristo, mentre gli Ebrei attendono ancora l'arrivo del Messia.

Alcune profezie messianiche e loro adempimento secondo i cristianiModifica

 
Il profeta Isaia (Illustrazione biblica del 1904)

Discendenza del CristoModifica

ProfeziaModifica

«[Abramo] In te saranno benedette tutte le famiglie della terra»

(Genesi 12:1-3)

«[ Giacobbe morente dice:]Lo scettro non sarà rimosso da Giuda, né sarà allontanato il bastone del comando dai suoi piedi, finché venga colui al quale esso appartiene e a cui ubbidiranno i popoli.»

(Genesi 49:10)

«Ecco, verranno giorni - dice il Signore -nei quali susciterò a Davide un germoglio giusto, che regnerà da vero re e sarà saggio ed eserciterà il diritto e la giustizia sulla terra. Nei suoi giorni Giuda sarà salvato e Israele starà sicuro nella sua dimora; questo sarà il nome con cui lo chiameranno: Signore-nostra-giustizia.»

(Geremia 23,5-6)

«Ecco verranno giorni - oracolo del Signore - nei quali io realizzerò le promesse di bene che ho fatto alla casa di Israele e alla casa di Giuda. In quei giorni e in quel tempo farò germogliare per Davide un germoglio di giustizia; egli eserciterà il giudizio e la giustizia sulla terra. In quei giorni Giuda sarà salvato e Gerusalemme vivrà tranquilla. Così sarà chiamata: Signore-nostra-giustizia.»

(Geremia 33, 14-16)

AttuazioneModifica

La famiglia di Re Davide apparteneva alla tribù di Giuda. Gesù discende da Re Davide.

Il PrecursoreModifica

ProfezieModifica

«La voce di uno grida:/ «Preparate nel deserto la via del SIGNORE,/ appianate nei luoghi aridi una strada per il nostro Dio! / Ogni valle sia colmata, / ogni monte e ogni colle siano abbassati; / i luoghi scoscesi siano livellati, / i luoghi accidentati diventino pianeggianti./ Allora la gloria del SIGNORE sarà rivelata, / e tutti, allo stesso tempo, la vedranno; /perché la bocca del SIGNORE l'ha detto».»

(Isaia 40,3-5)

«Ecco, io manderò un mio messaggero a preparare la via davanti a me e subito entrerà nel suo tempio il Signore, che voi cercate; l'angelo dell'alleanza, che voi sospirate, ecco viene, dice il Signore degli esercit[...]Allora l'offerta di Giuda e di Gerusalemme sarà gradita al Signore come nei giorni antichi, come negli anni lontani.[Malachia 3,1 e 4»

AttuazioneModifica

Vox clamantis in deserto

Avrebbe parlato in paraboleModifica

ProfeziaModifica

«Cantico di Asaf. Ascolta, popolo mio, il mio insegnamento;/ porgete orecchio alle parole della mia bocca. / Io aprirò la mia bocca per esprimere parabole, /esporrò i misteri dei tempi antichi.»

(Salmo 78,1-2)

AttuazioneModifica

Le parabole nei quattro Vangeli.

Pietra angolareModifica

ProfeziaModifica

«La tua parola, Signore, / è stabile come il cielo./ La tua fedeltà dura per ogni generazione;/ hai fondato la terra ed essa è salda

(Salmo 118, 89-90)

«Dice il Signore Dio: /"«Ecco io pongo una pietra in Sion, / una pietra scelta, /"angolare, preziosa, saldamente fondata: /"chi crede non vacillerà. /"Io porrò il diritto come misura / e la giustizia come una livella. / La grandine spazzerà via il vostro rifugio fallace, / le acque travolgeranno il vostro riparo.»

(Isaia 28,16-17)

AttuazioneModifica

«E Gesù disse loro: «Non avete mai letto nelle Scritture: / La pietra che i costruttori hanno scartata / è diventata testata d'angolo; (cfr. Salmo 118:22) / dal Signore è stato fatto questo / ed è mirabile agli occhi nostri? /Perciò io vi dico: vi sarà tolto il regno di Dio e sarà dato a un popolo che lo farà fruttificare. Chi cadrà sopra questa pietra sarà sfracellato; e qualora essa cada su qualcuno, lo stritolerà».»

(Mt 21,42-44, et altri)

Abitazione in GalileaModifica

ProfezieModifica

«poiché non ci sarà più oscurità/ dove ora è angoscia./ In passato umiliò la terra di Zàbulon e la terra di Nèftali, ma in futuro renderà gloriosa la via del mare, oltre il Giordano e la curva di Goim.»

(Isaia 8,23)

«Il popolo che camminava nelle tenebre/ vide una grande luce; /su coloro che abitavano in terra tenebrosa / una luce rifulse.[..] Poiché un bambino è nato per noi, / ci è stato dato un figlio. /:Sulle sue spalle è il segno della sovranità /ed è chiamato: / Consigliere ammirabile, Dio potente, Padre per sempre, Principe della pace;/ grande sarà il suo dominio /e la pace non avrà fine /sul trono di Davide e sul regno, /che egli viene a consolidare e rafforzare /con il diritto e la giustizia, ora e sempre; questo farà lo zelo del Signore degli eserciti.»

(Isaia 9,1-6)

AttuazioneModifica

«Avendo intanto saputo che Giovanni era stato arrestato, Gesù si ritirò nella Galilea 13 e, lasciata Nazaret, venne ad abitare a Cafarnao, presso il mare, nel territorio di Zàbulon e di Nèftali, 14 perché si adempisse ciò che era stato detto per mezzo del profeta Isaia»

(Marco 4,12-15)

Luce e salvezza per tutte le nazioniModifica

ProfezieModifica

««Io, il Signore, ti ho chiamato per la giustizia / e ti ho preso per mano; / ti ho formato e stabilito come alleanza del popolo/ e luce delle nazioni»

(Isaia 42,6)

«restaurare le tribù di Giacobbe / e ricondurre i superstiti di Israele. / Ma io ti renderò luce delle nazioni / perché porti la mia salvezza / fino all'estremità della terra»./ Dice il Signore, il redentore di Israele, il suo Santo, / a colui la cui vita è disprezzata, al reietto delle nazioni, /al servo dei potenti:/ «I re vedranno e si alzeranno in piedi, /i principi vedranno e si prostreranno, /a causa del Signore che è fedele, /a causa del Santo di Israele che ti ha scelto»./ Dice il Signore: /«Al tempo della misericordia ti ho ascoltato, /nel giorno della salvezza ti ho aiutato./Ti ho formato e posto /come alleanza per il popolo, /per far risorgere il paese,/ per farti rioccupare l'eredità devastata»

(Isaia 49,6-8)

«Oracolo del Signore Dio/ che raduna i dispersi di Israele: / «Io ancora radunerò i suoi prigionieri, /oltre quelli già radunati».»

(Isaia 56,8)

AttuazioneModifica

«[ Simeone dice] Luce da illuminar le genti e gloria del tuo popolo Israele»

(Luca 2,32)

Passione, e solitudine dal PadreModifica

ProfeziaModifica

«Da me non stare lontano, / poiché l'angoscia è vicina /"e nessuno mi aiuta. / Mi circondano tori numerosi, / mi assediano tori di Basan. / Spalancano contro di me la loro bocca / come leone che sbrana e ruggisce.»

(Salmo 22 12-14)

AttuazioneModifica

Elì Elì lemà sabactàni (Ηλει Ηλει λεμα σαβαχθανει)

Gesù traditoModifica

ProfezieModifica

«Anche l'amico con il quale vivevo in pace, / in cui avevo fiducia, e che mangiava il mio pane, si è schierato contro di me.»

(Salmo 41,9)

AttuazioneModifica

Giovanni 13,18 richiama questo testo per il tradimento di Giuda.

Data del battesimo e della morteModifica

ProfeziaModifica

«Settanta settimane sono fissate / per il tuo popolo e per la tua santa città / per mettere fine all'empietà, / mettere i sigilli ai peccati, espiare l'iniquità, / portare una giustizia eterna, /suggellare visione e profezia e ungere il Santo dei /santi.Sappi e intendi bene, da quando uscì la parola sul ritorno e la ricostruzione di Gerusalemme fino a un principe consacrato, vi saranno sette settimane. Durante sessantadue settimane saranno restaurati, riedificati piazze e fossati, e ciò in tempi angosciosi. 26 Dopo sessantadue settimane, un consacrato sarà soppresso senza colpa in lui; il popolo di un principe che verrà distruggerà la città e il santuario; la sua fine sarà un'inondazione e, fino alla fine, guerra e desolazioni decretate. 27 Egli stringerà una forte alleanza con molti per una settimana e, nello spazio di metà settimana, farà cessare il sacrificio e l'offerta; sull'ala del tempio porrà l'abominio della desolazione e ciò sarà sino alla fine, fino al termine segnato sul devastatore».»

(Daniele 9,24-27)

AttuazioneModifica

La profezia precisava la data dell'inizio del ministero pubblico del Cristo, che coincideva con il Suo battesimo, nonché la data della morte.

Nato da vergine (Isaia 7:14)Modifica

ProfeziaModifica

«Pertanto il Signore stesso vi darà un segno. Ecco: la vergine concepirà e partorirà un figlio, che chiamerà Emmanuele.»

AdempimentoModifica

«Ecco, la vergine concepirà e partorirà un figlio che sarà chiamato Emmanuele.»

Fuga dall'EgittoModifica

ProfeziaModifica

«Quando Israele era giovinetto,/ io l'ho amato / e dall'Egitto ho chiamato mio figlio. /"Ma più li chiamavo, / più si allontanavano da me; / immolavano vittime ai Baal, /"agli idoli bruciavano incensi»

(Osea 11,1-2)

«[donne di Giudea che piangono i loro figli uccisi durante la deportazione di Babilonia] Così dice il Signore: «Una voce si ode da Rama,/ lamento e pianto amaro: / Rachele piange i suoi figli, / rifiuta d'essere consolata perché non sono più». / Dice il Signore: / «Trattieni la voce dal pianto, / i tuoi occhi dal versare lacrime, / perché c'è un compenso per le tue pene; / essi torneranno dal paese nemico. / C'è una speranza per la tua discendenza: / i tuoi figli ritorneranno entro i loro confini

(Geremia 31,15-17)

AttuazioneModifica

«Eliùd generò Eleàzar, Eleàzar generò Mattan, Mattan generò Giacobbe, Giacobbe generò Giuseppe, lo sposo di Maria, dalla quale è nato Gesù chiamato Cristo. La somma di tutte le generazioni, da Abramo a Davide, è così di quattordici; da Davide fino alla deportazione in Babilonia è ancora di quattordici; dalla deportazione in Babilonia a Cristo è, infine, di quattordici.»

(Mt 1,15-18)

«Essi erano appena partiti, quando un angelo del Signore apparve in sogno a Giuseppe e gli disse: «Alzati, prendi con te il bambino e sua madre e fuggi in Egitto, e resta là finché non ti avvertirò, perché Erode sta cercando il bambino per ucciderlo». Giuseppe, destatosi, prese con sé il bambino e sua madre nella notte e fuggì in Egitto, 15 dove rimase fino alla morte di Erode, perché si adempisse ciò che era stato detto dal Signore per mezzo del profeta: Dall'Egitto ho chiamato il mio figlio. »

(Mt 2,14-15)

Michea 5:1Modifica

ProfeziaModifica

«E tu, Betlemme di Efrata così piccola per essere fra i capoluoghi di Giuda, da te mi uscirà colui che deve essere il dominatore in Israele; le sue origini sono dall'antichità, dai giorni più remoti.»

AdempimentoModifica

«Gesù nacque a Betlemme di Giudea, al tempo del re Erode.»

Isaia 40:3-4Modifica

ProfeziaModifica

«Una voce grida: «Nel deserto preparate la via al Signore, appianate nella steppa la strada per il nostro Dio. Ogni valle sia colmata, ogni monte e colle siano abbassati; il terreno accidentato si trasformi in piano e quello scosceso in pianura.»

AdempimentoModifica

«E allora, che cosa siete andati a vedere? Un profeta? Sì, vi dico, anche più di un profeta. Egli è colui, del quale sta scritto: "Ecco, io mando davanti a te il mio messaggero che preparerà la tua via davanti a te.»

Isaia 61:1Modifica

ProfeziaModifica

«Lo spirito del Signore Dio è su di me perché il Signore mi ha consacrato con l'unzione; mi ha mandato a portare il lieto annunzio ai miseri, a fasciare le piaghe dei cuori spezzati, a proclamare la libertà degli schiavi, la scarcerazione dei prigionieri.»

AdempimentoModifica

«Gli fu dato il rotolo del profeta Isaia; apertolo trovò il passo dove era scritto: «Lo Spirito del Signore è sopra di me; per questo mi ha consacrato con l'unzione, e mi ha mandato per annunziare ai poveri un lieto messaggio, per proclamare ai prigionieri la liberazione e ai ciechi la vista; per rimettere in libertà gli oppressi, e predicare un anno di grazia del Signore». Poi arrotolò il volume, lo consegnò all'inserviente e sedette. Gli occhi di tutti nella sinagoga stavano fissi sopra di lui. Allora cominciò a dire: «Oggi si è adempiuta questa Scrittura che voi avete udita con i vostri orecchi.»

Geremia 31:31-34Modifica

 
Il profeta Geremia (Michelangelo: volta della Cappella Sistina)

ProfeziaModifica

«Farò un nuovo patto con la casa d'Israele e con la casa di Giuda...metterò la mia legge nell'intimo loro, la scriverò sul loro cuore, e io sarò loro Dio, ed essi saranno mio popolo.»

AdempimentoModifica

«E questa è l'alleanza che io stipulerò con la casa d'Israele dopo quei giorni, dice il Signore: porrò le mie leggi nella loro mente e le imprimerò nei loro cuori; sarò il loro Dio ed essi saranno il mio popolo.»

Entrata trionfale in GerusalemmeModifica

ProfeziaModifica

«Esulta grandemente figlia di Sion, giubila, figlia di Gerusalemme! Ecco, a te viene il tuo re. Egli è giusto e vittorioso, umile, cavalca un asino, un puledro figlio d'asina.»

«O Signore, nostro Dio, / quanto è grande il tuo nome su tutta la terra: / sopra i cieli si innalza la tua magnificenza. / Con la bocca dei bimbi e dei lattanti / affermi la tua potenza contro i tuoi avversari, / per ridurre al silenzio nemici e ribelli.»

(Salmo 28, 2-3)

AdempimentoModifica

«Gesù, trovato un asinello, vi montò sopra, come sta scritto: "Non temere, figlia di Sion! Ecco, il tuo re viene, seduto sopra un puledro d'asina.»

, riferito a Zaccaria 9,9.

«sommi sacerdoti e gli scribi, vedendo le meraviglie che faceva e i fanciulli che acclamavano nel tempio: «Osanna al figlio di Davide», si sdegnarono e gli dissero: «Non senti quello che dicono?»./ Gesù rispose loro: «Sì, non avete mai letto: /Dalla bocca dei bambini e dei lattanti / ti sei procurata una lode?». / E, lasciatili, uscì fuori dalla città, verso Betània, e là trascorse la notte.»

(Mt 21, 15-17)

, riferito a Zaccaria 9 e Salmo 28

Isaia 53:4-5Modifica

ProfeziaModifica

«Si è caricato delle nostre sofferenze, si è addossato i nostri dolori...per le sue piaghe noi siamo stati guariti.»

AdempimentoModifica

«Egli portò i nostri peccati nel suo corpo sul legno della croce...dalle sue piaghe siete stati guariti.»

Salmo 22:8-9Modifica

ProfeziaModifica

«Mi scherniscono quelli che mi vedono, storcono le labbra, scuotono il capo: «Si è affidato al Signore, lui lo scampi; lo liberi, se è suo amico».»

AdempimentoModifica

«E quelli che passavano di là lo insultavano scuotendo il capo e dicendo: «Tu che distruggi il tempio e lo ricostruisci in tre giorni, salva te stesso! Se tu sei Figlio di Dio, scendi dalla croce!». Anche i sommi sacerdoti con gli scribi e gli anziani lo schernivano: «Ha salvato gli altri, non può salvare se stesso. È il re d'Israele, scenda ora dalla croce e gli crederemo. Ha confidato in Dio; lo liberi lui ora, se gli vuol bene. Ha detto infatti: sono Figlio di Dio!».»

Salmo 22:17-19Modifica

 
Salterio di San Floriano (XIV/XV secolo)

ProfeziaModifica

«Un branco di cani mi circonda, mi accerchia una banda di malfattori; hanno scavato le mie mani e i miei piedi. Posso contare tutte le mie ossa. Essi stanno a guardare e mi osservano: si dividono le mie vesti, sulla mia tunica gettano la sorte.»

AdempimentoModifica

«I soldati poi, quando ebbero crocifisso Gesù, presero le sue vesti e ne fecero quattro parti, una per ciascun soldato, e la tunica. Ora quella tunica era senza cuciture, tessuta tutta d'un pezzo da cima a fondo. Perciò dissero tra loro: non stracciamola, ma tiriamo a sorte a chi tocca. Così si adempiva la Scrittura: Si son divise tra loro le mie vesti e sulla mia tunica han gettato la sorte. E i soldati fecero proprio così.»

Salmo 22:16Modifica

ProfeziaModifica

«Una folla di malfattori m'ha attorniato; m'hanno forato le mani e i piedi.»

AdempimentoModifica

«Allora rilasciò loro Barabba e, dopo aver fatto flagellare Gesù, lo consegnò ai soldati perché fosse crocifisso.»

Salmo 22:1Modifica

ProfeziaModifica

«Dio mio, Dio mio, perché mi hai abbandonato?»

AdempimentoModifica

«Verso le tre, Gesù gridò a gran voce: «Elì, Elì, lemà sabactàni?», che significa: «Dio mio, Dio mio, perché mi hai abbandonato?».»

Salmo 34Modifica

ProfeziaModifica

«Egli preserva tutte le sue ossa; non se ne spezza neanche uno.»

AdempimentoModifica

«Questo infatti avvenne perché si adempisse la Scrittura: Non gli sarà spezzato alcun osso.»

NoteModifica

  1. ^ Antonio Socci, Indagine su Gesù, Rizzoli, 2008, pp. 137-253; Taylor Marshall, The Crucified Rabbi: Judaism and the Origins of Catholic Christianity, Dallas, Saint John Press, 2009: "Appendix: Prophecies fulfilled by Jesus Christ", pp. 193-200 (elenco delle profezie).

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica