Apri il menu principale

Ghébrē (ovvero Servo) Michele (Mertullè-Mariam, 1791Cerecca-Ghebaba, 30 luglio 1855) è stato un presbitero lazzarista etiope, proclamato beato da papa Pio XI il 3 ottobre 1926.

BiografiaModifica

Nato in Etiopia, fu monaco copto: in Egitto conobbe il missionario cattolico Giustino de Jacobis, sotto la cui influenza abbracciò la confessione cattolica.

Nominato vicario apostolico d'Abissinia, de Jacobis ordinò sacerdote Ghébrē Michele, che entrò nella Congregazione della Missione, e lo nominò docente del seminario diocesano.

Denunciato dal patriarca copto all'imperatore d'Etiopia, Ghébrē Michele fu arrestato, torturato, accecato e condannato al carcere a vita: morì in prigionia durante un'epidemia di colera.

Il cultoModifica

Fu beatificato da papa Pio XI il 3 ottobre 1926: la sua memoria liturgica si celebra il 14 luglio.

Controllo di autoritàVIAF (EN304161926 · LCCN (ENn2013035844 · WorldCat Identities (ENn2013-035844