Apri il menu principale
Giacomo Bezzi
Giacomo Bezzi.JPG

Deputato della Repubblica Italiana
Legislature XV Legislatura
Gruppo
parlamentare
Misto (minoranze linguistiche)
Coalizione L'Unione
Circoscrizione VI (Trentino-Alto Adige)
Incarichi parlamentari
  • Membro V Commissione (Bilancio, tesoro e programmazione) dal 4 ottobre 2007

Dati generali
Partito politico Partito Autonomista Trentino Tirolese (fino al 2008)
Forza Italia (2013-2018)[1]
Unione di Centro (dal 2018)
Titolo di studio Geometra
Professione Imprenditore edile

Giacomo Bezzi (Cles, 17 giugno 1963) è un politico italiano, deputato dal 2006 al 2008.

Indice

BiografiaModifica

Dal 1995 al 2003 è stato sindaco di Ossana (comune della Val di Sole dove risiede). Dal 1999 al 2001 è stato Presidente della Ferrovia Trento-Malé. Alle elezioni politiche italiane del 2001 è stato candidato nel collegio di Lavis con la lista "Per l'abolizione dello scorporo e contro i ribaltoni", collegata alla Casa delle Libertà, ma non è stato eletto[2]. Dal 2001 al 2003 è stato segretario politico del Partito Autonomista Trentino Tirolese.

Nel 2002 ha fondato la Fondazione San Vigilio, di cui è presidente[3]. Alle elezioni del 26 ottobre 2003 è stato eletto consigliere provinciale e il 18 novembre è diventato Presidente del Consiglio della Provincia Autonoma di Trento, carica dal quale si è dimesso il 2 maggio 2006[4], essendo stato eletto alla Camera dei deputati nella lista della Südtiroler Volkspartei. È il primo deputato del PATT.

Il 24 gennaio 2008 nega la fiducia al Governo Prodi. Il caso ha suscitato scalpore nel Partito Autonomista Trentino Tirolese e nella Südtiroler Volkspartei in quanto il gruppo delle Minoranze linguistiche aveva rinnovato la fiducia per bocca del deputato Siegfried Brugger[5]. Ritiratosi dalla vita politica e dal PATT per cinque anni ha vissuto e lavorato all'estero (Isole Canarie) dove ha collaborato con l'On. Ricardo Merlo alla crescita del Movimento Associativo Italiani all'Estero (MAIE).

Alle elezioni politiche italiane del 2013 è il candidato di Popolo della Libertà e Lega Nord al Senato nel collegio uninominale di Trento: ottiene il 22,07% venendo sconfitto da Franco Panizza che prende il 49,01%.[6] Lo stesso anno è il candidato di Forza Trentino alle elezioni per la presidenza della provincia autonoma di Trento: ottiene il 4,27% (10.628 voti), classificandosi quinto;[7] viene quindi eletto consigliere[8] e presidente del gruppo Forza Italia.[1]

Nel 2018 è ricandidato per il consiglio provinciale della provincia autonoma di Trento con l'UDC a sostegno di Maurizio Fugatti (centro-destra), senza che però la lista ottenga alcun seggio e risultando quindi non eletto. Il 4 aprile 2019 il TAR di Trento accoglie il suo ricorso elettorale e, per 2 voti riassegnati, diventa consigliere provinciale al posto di Alessandro Savoi (Lega Salvini).[9] Il Consiglio di Stato ha però sospeso l'esecutività della sentenza.[10]

NoteModifica

  1. ^ a b Bezzi Giacomo[collegamento interrotto], Consiglio della Provincia Autonoma di Trento. URL consultato l'8 luglio 2017.
  2. ^ Elezioni Politiche del 13 maggio 2001[collegamento interrotto], Ministero dell'Interno. URL consultato il 22 marzo 2008.
  3. ^ Chi siamo, Fondazione San Vigilio Ossana. URL consultato il 22 marzo 2008.
  4. ^ Giacomo Bezzi, Lettera di dimissioni del presidente Bezzi (PDF), Consiglio della Provincia autonoma di Trento, Trento, 2 maggio 2006. URL consultato il 22 marzo 2008 (archiviato dall'url originale il 9 luglio 2007).
  5. ^ Nicoletta Cottone, Le dichiarazioni di voto a Montecitorio, Il Sole 24 Ore, 23 gennaio 2008. URL consultato il 22 marzo 2008.
  6. ^ Luisa Maria Patruno, Tonini, Panizza e Fravezzi eletti, Grillo alla grande, L'Adige, 25 febbraio 2013. URL consultato il 14 luglio 2013 (archiviato dall'url originale il 23 maggio 2013).
  7. ^ Candidati presidente, Elezioni 2013 - Provincia autonoma di Trento. URL consultato il 29 ottobre 2013.
  8. ^ Distribuzione dei seggi, Elezioni 2013 - Provincia autonoma di Trento. URL consultato il 29 ottobre 2013.
  9. ^ Il Tar ribalta il risultato elettorale: il seggio di Savoi (Lega) assegnato a Giacomo Bezzi (UDC), 4 aprile 2019.
  10. ^ Giuseppe Fin, Il Consiglio di Stato rinvia la decisione, Savoi torna in Consiglio provinciale. Bezzi: Ho rispetto per le istituzioni, non mi sarei mai presentato con la sentenza in mano, su ildolomiti.it, 16 aprile 2019. URL consultato il 16 giugno 2019.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica