Apri il menu principale

Giacomo Luigi Sobieski

nobile polacco
Giacomo Luigi Sobieski
Gascar Jakub Ludwik Sobieski.jpg
Principe di Oława
Nascita Parigi, Francia, 2 novembre 1667
Morte Castello di Zhovkva, Zhovkva, 19 dicembre 1737
Padre Giovanni III Sobieski
Madre Marie Casimire Louise de la Grange d'Arquien
Consorte Edvige del Palatinato-Neuburg
Figli Maria Carolina, duchessa di Bouillon
Maria Clementina, regina pretendente d'Inghilterra

Giacomo Luigi Sobieski (in polacco Jakub Ludwik Henryk Sobieski; Parigi, 2 novembre 1667Žovkva, 19 dicembre 1737) era il primogenito del re Giovanni III Sobieski (1624 – 1696) e della nobildonna francese Marie Casimire Louise de la Grange d'Arquien (1641 – 1716).

BiografiaModifica

Giacomo Luigi Sobieski nacque il 2 novembre 1667 a Parigi in Francia. Gli furono imposti i nomi in onore di suo nonno Jakub, il suo padrino, re Luigi XIV di Francia (Ludwik), e l'esiliata regina Enrichetta Maria d'Inghilterra (Henryk), sua madrina. Nel 1683, il sedicenne principe combatté accanto a suo padre nella battaglia contro i turchi che assediavano Vienna. Giacomo Luigi fu nominato membro dell'Ordine del Toson d'oro.

 
Ritratto di Giacomo Luigi Sobieski con suo padre

Il 25 marzo 1691, Giacomo Luigi sposò Edvige Elisabetta Amalia di Neuburg (1673–1722), la figlia dell'elettore palatino Filippo Guglielmo. Ebbero cinque figli, due dei quali avrebbero avuto progenie. Come parte della dote della moglie, riceve il Principato di Oława.

Alla morte del padre di Giacomo Luigi, Giovanni III, rimasero non meno di diciotto candidati per il trono polacco vacante. Rivalità di famiglia impedirono l'elezione di Giacomo Luigi Sobieski, anche se l'Austria sosteneva la sua candidatura. La stessa madre di Giacomo Luigi Sobieski, Marie Casimire, favoriva suo genero, Massimiliano II Emanuele, Elettore di Baviera. Il potente Re Luigi XIV di Francia appoggiava Francesco Luigi, Principe di Conti (1664–1709).

Alla fine, Federico Augusto, elettore di Sassonia, che rinunciò al luteranesimo e si convertì cattolicesimo per poter beneficiare, fu incoronato come Augusto II di Polonia il 1º settembre 1697. Era la prima volta che il figlio di un monarca defunto non veniva eletto a succedergli, l'erede del re precedente era stato escluso dal trono con la forza militare, e un tedesco diveniva re (che andava contro una tradizione di evitare l'egemonia tedesca).

Il primo atto di Augusto II come re fu di espellere principe di Conti dal paese.

Nel 1704 Giacomo Luigi Sobieski e suo fratello Alessandro furono sequestrati dalle truppe di Augusto II e imprigionati. Rimasero in carcere per due anni prima di essere rilasciati.

Giacomo Luigi Sobieski morì per un ictus il 19 dicembre 1737 a Zolkiew in Polonia e fu sepolto lì. Sua figlia Maria Carolina, ereditò i suoi vasti possedimenti terrieri che includevano 11 città e 140 villaggi.

FigliModifica

Dal matrimonio con Edvige del Palatinato-Neuburg, nacquero 5 figlie:

RitrattiModifica

NoteModifica

  1. ^ Laura Facchin, Francesco III d'Este "Serenissimo Signore" tra Modena, Milano e Varese, Varese, Pietro Macchione Editore, 2017, p. 63.
  2. ^ Archivio di Stato di Modena, Archivio Segreto Estense, Case e Stato, Documenti spettanti a principi estensi, Ramo ducale, Francesco III, mazzo 351 - nota 289) pag. 63 libro "Francesco III d'Este "Serenissimo Signore" tra Modena, Milano e Varese di Maura Facchin di Laura Facchin. Pietro Macchione Editore. Varese. 2017.
  3. ^ I due fratelli erano figli di Emanuele Teodosio de La Tour d'Auvergne e di Marie Armande de La Trémoille

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN13140967 · ISNI (EN0000 0001 1560 3822 · LCCN (ENn84224886 · GND (DE120542382 · CERL cnp00560854 · WorldCat Identities (ENn84-224886