Apri il menu principale
Giancarlo Fantozzi
Giancarlo Fantozzi Castiglione.jpg
Giancarlo Fantozzi con la maglia dell'Hockey Castiglione
Nazionalità Italia Italia
Hockey su pista Pixel fill.png
Ruolo Allenatore (ex centrocampista)
Squadra Follonica Giovanili
Ritirato 1997 come giocatore
Carriera
Giovanili
1965-1971 Grosseto
Squadre di club
1976-1977 Grosseto
1978-1984 Amatori Lodi
1984-1988 Castiglione
1988-1989 Mens Sana Siena
1989-1992 Castiglione
1994-1997 Grosseto
Nazionale
1978-1985 Italia Italia
Carriera da allenatore
1989-1992Castiglione
2001-2004Follonica Giovanili
2004Follonica
2004-2013Follonica Giovanili
Statistiche aggiornate al settembre 2013

Giancarlo Fantozzi (Grosseto, 2 aprile 1954) è un allenatore ed ex hockeista su pista italiano.

Indice

BiografiaModifica

Nato a Grosseto nel 1954, Giancarlo Fantozzi muove i primi passi nell'hockey nella squadra della sua città, vincendo nel 1971 il titolo italiano Juniores con il C.P. Grosseto. Nel 1978 si trasferisce all'Amatori Lodi, compagine con la quale vince il campionato 1980-1981 segnando 17 reti. Nel 1982 l'Amatori Lodi raggiunge il secondo posto della Coppa dei Campioni, disputando la finale contro il Barcellona. Nel 1984 decide di tornare in Maremma e si accasa nell'Hockey Club Castiglione, voluto fortemente dal presidente della società biancoceleste. Nel 1986 la squadra si qualifica alla Coppa CERS, venendo però eliminata agli ottavi di finale. Dopo un anno a Siena nel 1988, Fantozzi torna a Castiglione della Pescaia e gioca nella squadra biancoceleste fino al 1992 ricoprendo anche il doppio ruolo di allenatore-giocatore. Dopo due anni di inattività, Fantozzi torna a Grosseto, giocando nuovamente nella squadra del C.P. Grosseto che lo aveva lanciato. Si ritira dall'hockey nel 1997.

Nel 2001 ritorna nel mondo dello sport come allenatore delle giovanili del Follonica, città nella quale nel frattempo si era trasferito. Nel 2004 è allenatore della prima squadra subentrando nel girone di ritorno al posto dell'argentino Freddy Luz, e porta la compagine del Golfo fino alla semifinale scudetto alla terza partita contro il Prato dei fratelli Enrico e Massimo Mariotti, e Mirko e Alessandro Bertolucci.

Al momento vive a Follonica dove allena le giovanili della società maremmana. Per due volte (2012, 2013) ha guidato il Follonica alla vittoria del titolo nazionale italiano Under 23.[1]

L'esperienza in NazionaleModifica

Fantozzi viene convocato in nazionale per i mondiali del Cile 1980 a Talcahuano, dove però la squadra italiana, pur con una partenza ottima, non riesce ad essere nemmeno nelle prime quattro posizioni. Successivamente Fantozzi continua l'esperienza in nazionale partecipando agli Europei del 1981 a Essen in Germania e del 1983 a Vercelli in Italia, dove la squadra italiana conquista il terzo posto. Nel 1981 viene convocato anche per i Giochi mondiali di Santa Clara, San Francisco, negli Stati Uniti.

Caratteristiche tecnicheModifica

Fantozzi si forma tecnicamente con Raùl Martinazzo, argentino che militò nelle file del C.P. Grosseto negli anni settanta e fratello maggiore di Josè e Daniel Martinazzo, atleti di grande spessore. Giancarlo oltre ad un ottimo pattinaggio aveva un gran possesso palla individuale e un tiro potente e veloce molto temuto dai portieri di allora. Iniziando come attaccante, Fantozzi nel corso della carriera finisce col ricoprire la posizione di centro.

PalmarèsModifica

Fantozzi in prima fila a destra con la Nazionale di mister Massari ai mondiali del Cile 1980
Fantozzi con l'Amatori Lodi

ClubModifica

Competizioni nazionaliModifica

Amatori Lodi: 1980-1981.

Competizioni internazionaliModifica

NazionaleModifica

PubblicazioniModifica

Giancarlo Fantozzi ha pubblicato nel 1987 un libro sull'hockey intitolato 80 ruote sotto i piedi, che ebbe un discreto successo tra gli appassionati di questo sport.

NoteModifica

  1. ^ Follonica, sei ancora la migliore. Gli Under 23 sul tetto d'Italia[collegamento interrotto], La Nazione, 27 maggio 2013. URL consultato il 3 settembre 2013.

Voci correlateModifica