Apri il menu principale

Giancarlo Perbellini (Bovolone, 1964) è un cuoco e ristoratore italiano.

Indice

BiografiaModifica

Nato a Bovolone, in provincia di Verona, inizialmente lavora nella pasticceria di famiglia. Conclusi gli studi alla scuola alberghiera di Recoaro Terme, avvia le prime esperienze come cuoco nei ristoranti "Marconi", "Desco" e "12 Apostoli" a Verona e al "San Domenico" di Imola. Prosegue la sua formazione da "Traillevent" a Parigi, all'"Ambroisie" sotto la guida dello chef Bernard Pacaud e a "La Terrasse" di Juan Le Pins.

Nel 1989 rientra a Verona e inaugura il ristorante “Perbellini” a Isola Rizza, che nel 1996 ottiene la prima stella Michelin e nel 2002 la seconda. Con alcuni soci, apre cinque locali nel centro storico di Verona: la pizzeria gourmet "Du de Cope", la locanda "Quattro Cuochi", il ristorante "Al Capitan della Cittadella" di solo pesce, la cicchetteria "Tapasotto" e la pasticceria "Dolce Locanda".

Nel 2012 collabora al lancio del ristorante di Giovanni Rana a New York e nel 2014 viene chiamato a gestire il ristorante "La Locanda" di Hong Kong, per il gruppo indiano Dining Concepts.

Nel 2014 lascia Isola Rizza e inaugura a Verona il ristorante "Casa Perbellini"[1]. Lo stesso anno, viene contattato dal "JW Marriott" per aprire e dirigere il "Dopolavoro"[2] sull'Isola delle Rose a Venezia.

Dal 2006 al 2016, è stato presidente per l'Italia del concorso gastronomico "Bocuse d'Or". Dal 2016 è protagonista del programma televisivo "Casa Perbellini" in onda su Gambero Rosso Channel, mentre nel mese di marzo del 2018 inaugura il nuovo locale "Locanda Perbellini" a Milano.

Premi e riconoscimentiModifica

Ristorante Perbellini (Isola Rizza)Modifica

  • 1 stella. Guida Michelin   (1996)
  • 2 stelle. Guida Michelin     (2002)
  • 3 forchette. Guida Gambero Rosso (2005)
  • 18/20 e premio "Pranzo dell'anno". Guida de L'Espresso (2006)
  • Premio ristoranti Top. Guida Touring Club (2002)
  • Premio miglior ristorante dell'anno. Guida Ristoranti BMW (2008)

Casa Perbellini (Verona)Modifica

  • 2 stelle. Guida Michelin[3]     (2015)
  • 4 cappelli. Guida de L'Espresso (2016)
  • Olimpo della ristorazione. Guida Touring Club (2014; 2016)

Dopolavoro (Venezia)Modifica

  • 1 stella. Guida Michelin   (2015)

OpereModifica

  • Casa Perbellini – Arte nella classicità (con Stefano Alfonsi), Giunti, 2014
  • In acqua e a vapore (con Stefano Alfonsi), Italian Gourmet, 2016

NoteModifica

  1. ^ La Brigata, su Casa Perbellini. URL consultato l'8 giugno 2018.
  2. ^ Perbellini sbarca a Venezia, curerà la cucina del Jw Marriott, su Corriere del Veneto, 4 maggio 2015. URL consultato l'8 giugno 2018.
  3. ^ Lorenza Costantino, «Casa Perbellini», due stelle targate Michelin, in L'Arena, 12 dicembre 2015. URL consultato il 10 marzo 2019.