Apri il menu principale

Giancarlo Santalmassi

giornalista italiano

Giancarlo Santalmassi (Roma, 20 ottobre 1941) è un giornalista italiano, dal 2005 al 2008 direttore responsabile di Radio 24.

Indice

BiografiaModifica

Entra alla RAI nel 1961. Per primo, dopo la nomina a caposervizio, propose una conduzione di TG all'americana. Fu anche colui che la mattina del 16 marzo 1978 annunciò per primo in televisione (edizione straordinaria del TG2, ore 10:01:30) la notizia del rapimento di Aldo Moro e dell'annientamento della sua scorta ad opera delle Brigate Rosse, caso che fu da lui seguito giorno per giorno fino al ritrovamento (9 maggio) del cadavere dello statista.

Altre vicende da lui descritte furono l'attentato al papa Giovanni Paolo II (13 maggio 1981) e la tragedia di Vermicino (11-14 giugno 1981), seguita per tre giorni in diretta televisiva dall'intero Paese.

Tra il 1992 e l'inizio del 1993 cura due edizioni di Nonsolofilm - Voglio scoprir l'America, ciclo filmico con dibattito in studio incentrato sugli USA, in occasione del cinquecentenario della Scoperta dell'America[1].

Nel 1994 viene nominato vicedirettore dei GR RAI e nel 1998 direttore di Radio RAI. In quegli anni inaugura e conduce il programma radiofonico Zapping.

Nel 1999 passa a Radio 24, dove conduce le trasmissioni Viva Voce (talk show politico) e Hellzapoppin'. Nella puntata del 22 marzo 2002 di Viva Voce, l'ex presidente della Repubblica Francesco Cossiga critica pesantemente Antonio D'Amato, allora presidente della Confindustria (proprietaria della radio). Per questo motivo, nel 2003 viene allontanato dalla radio.

Rientra nell'ottobre 2005 assumendo la direzione dei programmi e della testata giornalistica. Introduce subito un'innovativa (per la radio) rubrica di Lettere al direttore. Fa rinascere la trasmissione Viva Voce, poi assegnata ad Alessandro Milan. Cura per qualche tempo anche la trasmissione Una poltrona per due.

Durante la trasmissione del 5 aprile 2006 è protagonista di un litigio in diretta con Giulio Tremonti. Successivamente a questo verrà rimosso dalla conduzione del programma.

Da ottobre 2008 è sostituito alla guida di Radio 24 da Gianfranco Fabi.

NoteModifica

  1. ^ Pag. 20 de L'Unità del 13/12/1992, vd. Archivio Storico Unità [1] Archiviato il 4 marzo 2016 in Internet Archive..

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica