Apri il menu principale

Gianluca Comotto

dirigente sportivo ed ex calciatore italiano
Gianluca Comotto
Gianluca Comotto (2007).jpg
Comotto al Torino nel 2007
Nazionalità Italia Italia
Altezza 182 cm
Peso 78 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Difensore
Ritirato 3 febbraio 2016
Carriera
Giovanili
19??-1994 Ivrea
Squadre di club1
1994-1996 Ivrea 23 (1)
1996-1997 Biellese 30 (0)
1997-1999 Torino 12 (1)
1999-2001 Vicenza 47 (3)
2001-2003 Torino 47 (2)
2003-2004 Fiorentina 15 (0)
2004 Reggina 14 (0)
2004-2005 Torino 35 (1)[1]
2005 Roma 0 (0)
2005-2006 Ascoli 31 (2)
2006-2008Torino 58 (4)
2008-2011Fiorentina 74 (0)
2011-2013Cesena 59 (2)
2013-2016Perugia 60 (0)
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Gianluca Comotto (Ivrea, 16 ottobre 1978) è un dirigente sportivo ed ex calciatore italiano, di ruolo difensore, capo scouting della Fiorentina.

CarrieraModifica

GiocatoreModifica

Gli esordiModifica

Cresce calcisticamente nelle giovanili dell'Ivrea, con la quale esordisce nel Campionato Nazionale Dilettanti giocando 1 partita nel 1994-1995; l'annata seguente disputa 22 incontri segnando 1 rete. A fine anno si trasferisce alla Biellese con la quale colleziona 30 presenze, vincendo prima il torneo e poi lo Scudetto Dilettanti battendo in finale l'Astrea di Roma. Al termine della stagione viene ingaggiato dal Torino.

Torino e VicenzaModifica

Con il club granata debutta tra i professionisti in Serie B, nella stagione 1997-98, giocando 4 partite e segnando 1 gol. Nel 1998-99 gioca 8 incontri in campionato, mentre con la squadra Primavera nel 1998 vince il Torneo di Viareggio, battendo per 2-0 i brasiliani dell'Irineu, e la Coppa Italia di categoria.

Nel 1999-00 gioca nel Vicenza collezionando 22 presenze e contribuendo alla promozione in Serie A della squadra veneta. La stagione successiva esordisce in Serie A il 1º ottobre 2000, nella trasferta del Meazza contro il Milan (2-0); nel prosieguo del torneo mette assieme 25 partite condite da 3 reti.

Torna al Torino, neopromosso in Serie A, nel 2001-2002, dove gioca 27 incontri segnando 2 reti; nel 2002-2003 totalizza 20 presenze, coi granata che a fine anno retrocedono nuovamente in cadetteria.

Fiorentina, Reggina e AscoliModifica

Nel 2003-04 inizia la stagione nelle file della Fiorentina, sempre in Serie B, giocando 15 partite; a gennaio passa alla Reggina tornando così in massima serie, disputando 14 incontri. A fine campionato è di nuovo al Torino, ancora in B, con cui colleziona 37 presenze segnando 1 gol, e con cui festeggia la promozione in A.

Svincolato nella stagione 2005-06 per i problemi societari del club sabaudo, sottoscrive un contratto triennale con la Roma che nella stessa sessione di mercato lo cede in prestito all'Ascoli, in Serie A. Con la squadra marchigiana è autore di un buon campionato giocando 31 partite e mettendo a segno 2 reti. L'annata successiva, dopo essere rientrato alla Roma, viene ceduto in comproprietà ancora una volta al club granata per 700.000 euro.

I ritorni a Torino e FirenzeModifica

Nella sfida contro l'Empoli del 3 dicembre 2006, giorno del centenario del Torino, regala la vittoria alla squadra piemontese (per 1-0) con un gol da fuori area all'88º minuto; termina la stagione con 35 presenze e 3 reti. L'ottima annata disputata in maglia granata gli vale il riscatto completo della comproprietà, per 1,5 milioni di euro, da parte della società torinese. Diventa capitano nella stagione 2007-2008 (fascia poi toltagli in favore di Rosina, dopo la richiesta di essere ceduto a gennaio alla Fiorentina). Dopo la gara con l'Udinese, gli viene rilevata una distorsione al ginocchio destro con interessamento ai legamenti, che di fatto decreta la fine anticipata del suo campionato: gioca 23 partite segnando 1 rete, e nonostante l'infortunio disputa un buon torneo.

Il 5 luglio 2008 viene acquistato dalla Fiorentina per 4,5 milioni di euro,[2] grazie anche alla volontà del giocatore di vestire la maglia viola.[3] L'adattamento al nuovo club è subito difficile a causa di un brutto infortunio che porta la società a escluderlo dalla lista per la Champions League. L'esordio in campionato con il sodalizio toscano avviene il 21 settembre 2008, nella partita casalinga col Bologna (1-0); fa poi il suo debutto in Champions nella partita d'andata dei preliminari contro lo Sporting Lisbona, giocata il 18 agosto 2009 allo stadio José Alvalade.

Cesena e PerugiaModifica

Il 9 luglio 2011 firma un contratto biennale con il Cesena;[4] durante la sua esperienza professionale in Romagna completa gli studi universitari, laureandosi in scienze economiche. Rimane tra le file romagnole anche dopo la retrocessione in Serie B, siglando la sua prima rete in maglia bianconera il 1º ottobre 2012 nella sfida vinta per 2-0 contro il Varese.

L'8 luglio 2013 viene ufficializzato il suo passaggio al Perugia, in Prima Divisione,[5] diventando al contempo il nuovo capitano della squadra biancorossa. Con gli umbri vince subito il campionato, conquistando l'approdo in Serie B e, a fine torneo, anche la Supercoppa di Prima Divisione. Il 3 febbraio 2016 annuncia il suo ritiro dal calcio giocato.[6]

DirigenteModifica

Il 3 febbraio 2016 entra a far parte dello staff dirigenziale del Perugia nel ruolo di club manager.[6] Nel novembre dello stesso anno ottiene l'abilitazione a direttore sportivo.[7] Nel settembre 2017 diventa capo scouting della Fiorentina.[8]

StatisticheModifica

Presenze e reti nei clubModifica

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe europee Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
1994-1995   Ivrea CND 1 0 - - - - - - - - - 1 0
1995-1996 CND 22 1 - - - - - - - - - 22 1
Totale Ivrea 23 1 - - - - - - 23 1
1996-1997   Biellese CND 30 0 - - - - - - - - - 30 0
1997-1998   Torino B 4 1 CI 0 0 - - - - - - 4 1
1998-1999 B 8 0 CI 3 0 - - - - - - 11 0
1999-2000   Vicenza B 22 0 CI 0 0 - - - - - - 22 0
2000-2001 A 25 3 CI 2 0 - - - - - - 27 3
Totale Vicenza 47 3 2 0 - - - - 49 3
2001-2002   Torino A 27 2 CI 2 0 - - - - - - 29 2
2002-2003 A 20 0 CI 2 0 I 2 1 - - - 24 1
2003-gen. 2004   Fiorentina B 15 0 CI-C 1 0 - - - - - - 16 0
gen.-giu. 2004   Reggina A 14 0 CI - - - - - - - - 14 0
2004-2005   Torino B 35+2[9] 1 CI 7 0 - - - - - - 42+2 1
2005-2006   Ascoli A 31 2 CI - - - - - - - - 31 2
2006-2007   Torino A 35 3 CI 2 0 - - - - - - 37 3
2007-2008 A 23 1 CI 3 1 - - - - - - 26 2
Totale Torino 152+2 8 19 0 2 1 - - 173+2 9
2008-2009   Fiorentina A 28 0 CI 1 0 UCL+CU - - - - - 29 0
2009-2010 A 26 0 CI 2 0 UCL 8[10] 0 - - - 36 0
2010-2011 A 20 0 CI 2 0 - - - - - - 22 0
Totale Fiorentina 89 0 6 0 8 0 - - 103 0
2011-2012   Cesena A 28 0 CI 1 0 - - - - - - 29 0
2012-2013 B 31 2 CI 1 0 - - - - - - 32 2
Totale Cesena 59 2 2 0 - - - - 61 2
2013-2014   Perugia 1D 27 0 CI+CI-LP 1+0 0 - - - SdL-1D 0 0 28 0
2014-2015 B 27 0 CI 2 0 - - - - - - 17 0
2015-2016 B 6 0 CI 1 0 - - - - - - 7 0
Totale Perugia 60 0 4 0 - - - - 64 0
Totale carriera 505+2 16 33 1 10 1 0 0 550 18

PalmarèsModifica

NoteModifica

  1. ^ 37 (1) se si comprendono i play-off.
  2. ^ Calciomercato: Comotto in viola per 4,5 milioni, su unionesarda.it, 3 luglio 2008. URL consultato il 10 settembre 2011 (archiviato dall'url originale il 17 ottobre 2013).
  3. ^ Comotto: "Ecco perché ho rifiutato Palermo", su palermo24.net, 16 febbraio 2010.
  4. ^ Gianluca Losco, Ufficiale: Comotto al Cesena, su tuttomercatoweb.com, 9 luglio 2011.
  5. ^ Calciomercato Perugia, ingaggiato il difensore Gianluca Comotto, su acperugiacalcio.com, 8 luglio 2013 (archiviato dall'url originale il 14 agosto 2013).
  6. ^ a b Comotto: "A Perugia gioia più grande, grazie a Santopadre perché..." [collegamento interrotto], su umbriatv.com, 3 febbraio 2016.
  7. ^ Figc, l'elenco dei nuovi Direttori Sportivi, su tuttolegapro.com, 30 novembre 2016.
  8. ^ Comotto versione capo scouting, per la 3ª volta in viola. E quella reazione con i tifosi..., su fiorentina.it, 2 settembre 2017.
  9. ^ Play-off.
  10. ^ 2 presenze nel terzo turno preliminare.

Collegamenti esterniModifica