Apri il menu principale

Gianluca Guidi (attore)

cantante, attore e regista italiano

Gianluca Guidi (Milano, 24 marzo 1967) è un cantante, attore e regista teatrale italiano, figlio di Lauretta Masiero e di Johnny Dorelli.

Indice

Biografia artisticaModifica

Inizia la carriera come cantante, partecipando al Festival di Sanremo 1989 con il brano Amore è, scritta da Alberto Testa per le parole e da Augusto Martelli per la musica. L'anno successivo ritorna al Festival di Sanremo (condotto in quell'edizione da suo padre Johnny Dorelli) con Secondo te, sempre su musica di Martelli ma con il testo scritto da Giorgio Calabrese, classificandosi al 3º posto nella sezione "Novità"; sempre nel 1990 pubblica il suo album di debutto, Eddy and me.

TeatroModifica

Esordisce in teatro nel 1992 nella commedia musicale Parole d'amore parole con Nino Manfredi. In Gigi è Gaston de Lachailles, accanto ad Ernesto Calindri. A Roma è in scena in un one-man show, Chiacchierata informale, con la regia di Ennio Coltorti e la produzione di Gigi Proietti. Nel 1998 è produttore musicale della versione italiana del musical "My fair lady" di Lerner e Loews. Dal 1998 al 2000 è Vernon Gersch in "Stanno suonando la nostra canzone", regia di Gigi Proietti, raggiungendo le 280 repliche.

Nel 2000 fonda la Salieri Entertainment, società di produzione; co-produce con Gigi Proietti Taxi a due piazze, commedia di Ray Cooney, diretta dallo stesso Proietti e in cui Guidi interpreta il protagonista. Nel 2001 cura la regia e produce Serial killer per signora di Douglas J. Cohen; per questo musical riceve il premio IMTA per miglior regia e miglior produzione di musical. Dal 2002 al 2004 produce Promesse promesse, la commedia di Neil Simon e Burt Bacharach, di cui cura la regia con il padre. Guidi ne interpreta anche il protagonista C.C. Baxter.

Nel 2003 collabora alla produzione di Lennon & John di Giancarlo Lucariello, prodotto dal fratello Gabriele Guidi e con la regia di Massimo Natale, con Giampiero Ingrassia e Giuseppe Cederna. Nel 2004 interpreta Paul Bratter nella commedia di Neil Simon A piedi nudi nel parco, recitando a fianco di Anna Falchi, commedia di cui è produttore e regista e per cui ha composto anche le musiche.

Nell'estate 2005 al Globe Theatre di Roma interpreta Joseph Surface nell'opera di R. B. Sheridan Gossip – A scuola di maldicenza per la regia di Toni Bertorelli. Suoi recenti grandi successi sono gli spettacoli teatrali The Producers (versione italiana del famoso musical di Mel Brooks) insieme ad Enzo Iacchetti con la regia di Saverio Marconi e la produzione della Compagnia della Rancia, e E sottolineo se, ovvero la resistibile ascesa di Gianluca G. Nel 2008 inizia a portare nei teatri la commedia Facciamo l'amore di Norman Krasna, della quale è regista e protagonista, a fianco di Lorenza Mario ed Enzo Garinei.

Dal dicembre 2009 è protagonista della quinta edizione di "Aggiungi un posto a tavola" in cui Guidi interpreta Don Silvestro, ruolo che fu reso famoso dal padre che lo interpretò nelle prime 3 edizioni. Il successo di questa edizione (secondo soltanto alla prima edizione del 1974) ha fatto sì che la tournée fosse replicata anche per la stagione 2010/2011. Nel 2010 è con Giampiero Ingrassia protagonista al Globe Theatre di Roma ne: "I due gentiluomini di Verona" di W.Shakespeare, con la regia di Francesco Sala. Nella stagione 2011 - 2012 cura due messe in scena firmando la regia di Se devi dire una bugia dilla ancora più grossa interpretata da Antonio Catania, Gianluca Ramazzotti, Miriam Mesturino la partecipazione straordinaria di Raffaele Pisu[1]. e di "Stanno Suonando la Nostra Canzone" di Neil Simon con Giampiero Ingrassia e Simona Samarelli.

Nel 2011, riceve il riconoscimento speciale Leggio d'oro "Alberto Sordi".[2] Dal 12 ottobre 2017, torna in teatro con il celebre Aggiungi un posto a tavola, nel ruolo di Don Silvestro e affiancato da Emy Bergamo nel ruolo di Consolazione e di Beatrice Arnera in quello di Clementina; mentre la voce di Dio è di Enzo Garinei.

TelevisioneModifica

Per la televisione dal 1997 al 2000 è l'Ispettore Giuliani nella fortunata serie televisiva Linda e il brigadiere accanto a Nino Manfredi e Claudia Koll.

Nel 2016 è ospite del programma di Maurizio Costanzo Parliamone per ricordare i 65 anni di carriera del padre, Johnny Dorelli.

Nello stesso anno interpreta Padre Amatucci in The Young Pope, serie televisiva creata e diretta da Paolo Sorrentino.

RadioModifica

Partecipa assiduamente, nelle vesti di ospite, al programma radiofonico Viva Radio 2, condotto da Rosario Fiorello e Marco Baldini, dove si è distinto per l'interpretazione di varie canzoni (soprattutto in lingua inglese) e per la trascinante risata che punteggia i vari personaggi interpretati da Fiorello e gli interventi degli ospiti. Nella puntata del 10 novembre 2006, che ha avuto come ospite Laura Pausini, ha avuto l'occasione di sostituire Marco Baldini accanto a Fiorello. Anche la trasmissione Gli spostati nel 2007 l'ha visto come ospite fisso per dieci puntate nel mese di settembre.

Nell'estate 2010 conduce su RadioUno Gianvarietà, uno show di mezz'ora in onda da lunedì a venerdì alle 13.30, con Claudio Pallottini e Massimiliano Giovanetti, con al pianoforte il Maestro Riccardo Biseo e la partecipazione di Valentina Cenni e Enzo Garinei. Nell'ultima puntata del programma il 10 settembre 2010 Guidi ospita suo padre Johnny Dorelli (cosa mai avvenuta prima). Il programma ha avuto un discreto successo, tanto da convincere la direzione di Radio 1 a prolungarlo di una settimana, compatibilmente con gli impegni teatrali di Guidi, di Garinei e della Cenni (tutti recitanti in "Aggiungi un posto a tavola").

La trasmissione è stata confermata anche a partire dal 4 luglio 2011 con al pianoforte Andrea Rea al posto di Riccardo Biseo. Successivamente confermata, visto il successo, anche per tutto l'inverno 2011/2012 con al pianoforte il Maestro Andrea Bianchi al posto di Rea. L'orario della trasmissione viene spostato alle ore 14,45, sempre dal lunedì al venerdì fino alle ore 15.30 con una durata di 45 minuti. Nell'edizione invernale canta dal vivo, insieme al Maestro Andrea Bianchi, i brani del suo repertorio swing. Inoltre a "Gianvarietà" a partire dal 12 settembre 2011 fino al 29 giugno 2012 canta la canzone "Ne parliamo domani" utilizzata come sigla finale, scritta da Marcello Marchesi e Augusto Martelli.

Vita privataModifica

È sposato dal 2004 con l'attrice Cristina Ginevri, dalla quale ha avuto due figli.

Discografia parzialeModifica

NoteModifica

  1. ^ "Se Devi Dire Una Bugia Dilla Ancora Più Grossa" - Info | Facebook
  2. ^ SPECIALE LEGGIO D'ORO 2011, su www.antoniogenna.net. URL consultato il 15 aprile 2015.

Collegamenti esterniModifica