Apri il menu principale

Gianluca Nannelli

pilota motociclistico italiano
Gianluca Nannelli
Nazionalità Italia Italia
Motociclismo IlmorX3-003.png
Carriera
Carriera in Supersport
Esordio 2002
Miglior risultato finale
Gare disputate 73
Gare vinte 1
Podi 4
Punti ottenuti 324
Carriera in Superbike
Esordio 2004
Miglior risultato finale 14º
Gare disputate 32
Punti ottenuti 86
 

Gianluca Nannelli (Firenze, 22 agosto 1973) è un pilota motociclistico italiano ritiratosi dall'attività agonistica.

Indice

CarrieraModifica

Nannelli inizia la sua carriera professionistica nel 1995 all'età di 22 anni. All'età di 18 anni inizia col Motocross, e corre nel campionato nazionale 125. Ma passa alle moto velocità, che inizia a praticare nella categoria 125 sport Production in sella ad una Cagiva Mito.

Per quanto concerne le competizioni internazionali, fa il suo debutto nel campionato Europeo Velocità del 2001 nella categoria Supersport in sella alla Ducati 748 R del team Rox Racing, conquistando la quinta posizione nella classifica finale. Nella stagione successiva debutta nel campionato mondiale Supersport, sempre alla guida di una Ducati 748 R del team Rox Racing. Va a punti in quattro occasioni, totalizzandone dodici e chiudendo al ventiduesimo posto in classifica. Nel 2003, parallelamente all'impegno nel CIV, che lo vede diventare campione Italiano nella categoria Supersport, partecipa nuovamente come pilota titolare al mondiale Supersport, questa volta alla guida di una Yamaha YZF R6 gestita dal team Lorenzini by Leoni. Migliora le prestazioni rispetto alla stagione d'esordio, chiudendo quindicesimo in classifica con trentun punti ottenuti.

Nel 2004 si trasferisce nel Campionato mondiale Superbike alla giuda di una Ducati 998RS del Team Pedercini per poi passare, a stagione in corso, alla guida di una Ducati 999RS del team Xerox Ducati-Nortel Networks. Nonostante i ritiri, ottiene piazzamenti importanti che gli permettono di chiudere la stagione al quattordicesimo posto in classifica piloti grazie ai settantadue punti ottenuti.

Nel 2005 torna pilota titolare nel mondiale Supersport, alla guida di una Ducati 749R del team Ducati SC Caracchi. In questa stagione ottiene tre piazzamenti a podio tra cui una vittoria sul circuito di Imola su pista bagnata. Chiude la stagione all'ottavo posto con ottantotto punti ottenuti. In questa stagione è anche chiamato a disputare il Gran Premio d'Italia a Monza nel mondiale Superbike. Ottiene punti sia in gara uno che in gara due.[1]

Nel 2006 disputa le prime due gare del mondiale Supersport con una Yamaha YZF-R6 del team Kopron Edo Racing, prima di passare a disputare alcune gare nel campionato mondiale Superbike in sella ad una Honda CBR1000RR del team D.F.X. Treme. Torna poi a disputare le ultime cinque gare nel mondiale Supersport in sella ad una Ducati 749R del team Manila Grace SC, andando sempre a punti.

Nel 2007 torna a essere pilota titolare per il team caracchi SC Ducati in Supersport. Ottiene un altro podio e chiude la stagione al tredicesimo posto con quarantanove punti. Nel 2008 passa a guidare la Honda CBR600RR del Hannspree Honda Althea, chiude la stagione al decimo posto con settanta punti ottenuti. La sua ultima stagione mondiale è il 2009 quando guida, nel mondiale Supersport, una Triumph Daytona 675 del team ParkinGO Triumph BE1. Chiude la stagione al sedicesimo posto con trentun punti ottenuti.

Nel 2010 partecipa al campionato spagnolo Moto2, portando in gara la moto artigianale Gapam del team Grillini concludendo la classifica finale al decimo posto. Nel 2011 partecipa al CIV nella categoria Superbike iniziando la stagione con il team BMW MM Racing per concludere il campionato in sella alla Ducati nel team Grandi Corse. Nel 2012 partecipa al campionato italiano velocità nella categoria Superbike in sella alla Ducati 1198 del team Grandi Corse, portando la moto italiana più volte sul podio e vincendo la gara di Imola. Conclude al quinto posto in classifica finale con ottantadue punti.

Dopo aver smesso la carriera agonistica, fonda una scuola per giovani piloti che chiama NR Academy.[2]

Risultati in garaModifica

Campionato mondiale SupersportModifica

2002 Moto                         Punti Pos.
Ducati 12 16 18 Rit 12 13 17 Rit Rit 15 NP Rit 12 22º
2003 Moto                       Punti Pos.
Yamaha SQ 16 14 Rit 10 14 Rit 23 8 6 13 Rit 31 15º
2005 Moto                         Punti Pos.
Ducati 9 Rit 8 3 7 Rit 3 Rit NP NP 1 9 88
2006 Moto                         Punti Pos.
Yamaha e Ducati 15 Rit 8 15 5 7 4 43 12º
2007 Moto                           Punti Pos.
Ducati 8 Rit 10 3 Rit 4 NP 15 Rit 11 NP 49 13º
2008 Moto                           Punti Pos.
Honda Rit 10 5 Rit 13 Rit 13 6 7 16 7 7 6 70 10º
2009 Moto                             Punti Pos.
Triumph 10 19 Rit 12 10 Rit 16 9 8 Rit Rit 31 16º
Legenda 1º posto 2º posto 3º posto A punti Senza punti Grassetto=Pole position
Corsivo=Giro più veloce
Gara non valida Non qual./Non part. Ritirato/Non class. Squalificato "-" Dato non disp.

Campionato mondiale SuperbikeModifica

2004 Moto                       Punti Pos.
Ducati 6 Rit 12 12 8 Rit Rit Rit 12 5 Rit Rit Rit Rit 10 Rit 11 Rit 9 4 Rit Rit 72 14º
2005 Moto                         Punti Pos.
Ducati 9 10 13 23º
2006 Moto                         Punti Pos.
Honda Rit 23 Rit 18 15 17 Rit Rit 1 32º
Legenda 1º posto 2º posto 3º posto A punti Senza punti Grassetto=Pole position
Corsivo=Giro più veloce
Non disputata/Non valida Non qual./Non part. Squalificato Ritirato

NoteModifica

  1. ^ Intervista a Gianluca Nannelli, su moto.it, 25 gennaio 2008.
  2. ^ NR Academy: nasce la scuola di Gianluca Nannelli, su omnimoto.it, 14 febbraio 2013.

Collegamenti esterniModifica