Gianni Clerici

giornalista italiano
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando il giocatore di baseball, vedi Gianni Clerici (giocatore di baseball).
Gianni Clerici
Gianni Clerici.jpg
Nazionalità Italia Italia
Tennis Tennis pictogram.svg
Carriera
Singolare1
Vittorie/sconfitte
Titoli vinti
Miglior ranking
Risultati nei tornei del Grande Slam
Australia Australian Open -
Francia Roland Garros 1T (1954)
Regno Unito Wimbledon 1T (1953)
Stati Uniti US Open -
1 Dati relativi al circuito maggiore professionistico.
Statistiche aggiornate al definitivo

Gianni Clerici (Como, 24 luglio 1930) è un ex tennista, giornalista e scrittore italiano.

È considerato uno dei maggiori esperti di tennis del mondo[1], tanto che per il numero e la qualità delle sue pubblicazioni è stato inserito nel 2006 nella International Tennis Hall of Fame, secondo italiano presente dopo Nicola Pietrangeli (insignito del riconoscimento nel 1986).

CarrieraModifica

Come tennistaModifica

Nel corso della sua attività tennistica, ha vinto due titoli nazionali juniores di doppio con Fausto Gardini (1947 e 1948) e sempre da juniores ha raggiunto la finale del singolare nel 1950. Sempre nel 1950 ha conquistato la "Coppa de Galea" a Vichy, bissando tale successo nel 1952 al "Monte Carlo New Eve Tournament". Come singolarista ha partecipato ai tornei di Wimbledon (1953) e Roland Garros, fermandosi sempre al primo turno.

Come giornalistaModifica

Dopo aver collaborato dal 1951 al 1954 con La Gazzetta dello Sport, e nel 1954 con Sport Giallo e Il Mondo , Clerici nel 1956 divenne inviato e poi editorialista de Il Giorno, col quale ebbe un rapporto di collaborazione fino al 1988. Dal 1988 collabora con L'espresso e la Repubblica. Ha dedicato al tennis varie pubblicazioni: nel 1965 Il vero tennis, nel 1972 Il tennis facile, nel 1978 Il grande tennis. Del 1974 è la prima edizione della sua opera più famosa, 500 anni di tennis, tradotta in Francia, Gran Bretagna, Germania, Giappone e Spagna, e più volte ristampata e aggiornata. Nel 1984 ha pubblicato in Francia la biografia di Suzanne Lenglen, sei volte vincitrice di Wimbledon, uscita in Italia soltanto nel 2002.

Ha scritto più di 6000 articoli sportivi ed è stato uno dei commentatori tecnici italiani più importanti, al fianco di Rino Tommasi. Nel 2002 lo stile delle loro telecronache è stato messo in risalto anche dal settimanale americano "TIME" in un articolo dal titolo Tennis, Italian Style[2]. Nel 1987 ha vinto il “Premio Vallecorsi” come miglior giornalista italiano dell'anno, e nel 1992 il premio “Penna d'Oro” come miglior editorialista italiano. Attualmente scrive per il quotidiano la Repubblica. Durante l'edizione di Wimbledon 2011, la storica coppia Tommasi-Clerici viene sciolta dalla decisione di Sky di far commentare le partite del major inglese dagli studi di Milano e non più "dal posto" a Londra. Clerici ha comunque continuato a scrivere per La Repubblica durante il corso del torneo.

Nel 2010 è uscita la sua biografia autorizzata, scritta da Veronica Lavenia e Piero Pardini, edita da Le Lettere Firenze "Il cantastorie instancabile - Gianni Clerici lo scrittore, il poeta il giornalista", mentre nel 2015 ha pubblicato la "bio-eterografia" "Quello del tennis. Storia della mia vita e di uomini più noti di me".

CuriositàModifica

  • Durante gli US Open del 1987, su suggerimento di Bud Collins, Gianni Clerici andò a vedere un match del torneo juniores in cui era impegnato il futuro talento del tennis americano. A fine partita Gianni Clerici consigliò a Sergio Tacchini di mettere sotto contratto il vincitore dell'incontro. Il giocatore che gli aveva segnalato Bud Collins era l'altro, e nel 1989 avrebbe vinto il Roland Garros: era Michael Chang. Nel 1989 il giocatore che Clerici aveva segnalato non era neanche tra i primi 100 del mondo, ma Clerici non aveva preso una svista: quel giocatore era Pete Sampras[3].
  • Ha coniato l'espressione "erba battuta" per sottolineare il rallentamento del fondo erboso di Wimbledon[4].
  • Al tempo in cui non si utilizzava ancora l'"occhio di falco", coniò il termine "semiriga" per indicare l'impossibilità di stabilire con certezza se la pallina fosse dentro o fuori.
  • Rino Tommasi lo ha ribattezzato "Dottor Divago" per la sua nota passione per la divagazione[5].
  • Al Festivaletteratura di Mantova (2009) ha dichiarato: "Non sono un reporter, i setter riportano. Sono un giornalista che narra quello che altrimenti non avreste modo di sapere".
  • Detiene il record di sei sconfitte e nessuna vittoria agli Internazionali di Roma.
  • Rino Tommasi ha scritto di lui "Non sempre nelle sue cronache troverete il risultato dell'incontro, ma troverete sempre la spiegazione della vittoria di un giocatore sul proprio avversario"[6].

OpereModifica

  • Quello del tennis. Storia della mia vita e di uomini più noti di me, autobiografia, Mondadori, 2015 - ISBN 9788804656456
  • Wimbledon. Sessant'anni di storia del più importante torneo del mondo, Mondadori, 2013 - ISBN 9788804630708
  • Australia Felix, romanzo, Fandango, 2012 - ISBN 9788860442529
  • Il suono del colore, poesie, Fandango, 2011
  • Gianni Clerici agli Internazionali d'Italia. Cronache dello scriba. 1930-2010, Rizzoli 2010
  • Divina. Suzanne Lenglen, la più grande tennista del mondo, edizione economica, Fandango 2010
  • Una notte con la Gioconda, racconti, Rizzoli 2008
  • Mussolini l'ultima notte, opera teatrale, 2007 (Teatro Valle, Roma)
  • Mussolini. L'ultima notte, romanzo, Rizzoli 2007
  • Zoo. Storie di bipedi e altri animali, racconti, Rizzoli 2006
  • Postumo in vita, poesie, Sartorio 2005
  • Erba rossa, romanzo, Fazi 2004
  • Alassio 1939, romanzo, Baldini & Castoldi 2004
  • Divina. Suzanne Lenglen, la più grande tennista del XX secolo, Corbaccio 2002
  • Suzanne Lenglen, opera teatrale, 2000 (Teatro Belli, Roma)
  • Il giovin signore, romanzo, Baldini & Castoldi 1997
  • Tenez tennis, opera teatrale, 1995 (presentata alla Biennale di Venezia)
  • I gesti bianchi (Alassio 1939 - Costa Azzurra 1950 - Londra 1960), raccolta di 3 romanzi brevi, Baldini & Castoldi 1995
  • Cuor di gorilla (vero titolo "Darwin contro Mango"), romanzo, Arnoldo Mondadori Editore 1988
  • Ottaviano e Cleopatra, opera teatrale, 1987 (premio Vallecorsi)
  • Il grande tennis, Arnoldo Mondadori Editore 1978
  • 500 anni di tennis, Arnoldo Mondadori Editore 1974, ristampato e aggiornato nel 1987, 2004, 2006, 2007, 2008, 2013
  • Quando viene il lunedì, Arnoldo Mondadori Editore 1974; contiene i romanzi brevi di ambientazione calcistica Altri clown e Fuori rosa, più quello di ambientazione tennistica I gesti bianchi (in seguito re-intitolato Costa Azzurra 1950)
  • Il tennis facile, Arnoldo Mondadori Editore 1972
  • Fuori rosa, romanzo breve, Vallecchi 1966
  • Il vero tennis, Longanesi 1965

Altri progettiModifica

NoteModifica

  1. ^ Gianni Clerici | International Tennis Hall of Fame
  2. ^ TIME Europe Magazine: Tennis, Italian Style -- Sep. 11, 2002, su web.archive.org, 25 marzo 2005. URL consultato il 17 febbraio 2020 (archiviato dall'url originale il 25 marzo 2005).
  3. ^ (EN) John Feinstein, Hard Courts: Real Life on the Professional Tennis Tours, Random House Publishing Group, 17 agosto 2011, ISBN 978-0-307-80096-1. URL consultato il 17 febbraio 2020.
  4. ^ GIANNI CLERICI, UNA VITA IN LUNGOLINEA, su 9Colonne. URL consultato il 17 febbraio 2020.
  5. ^ Redazione, Il dottor Divago: fenomenologia televisiva della coppia Clerici-Tommasi, su Ubitennis, 20 marzo 2015. URL consultato il 17 febbraio 2020.
  6. ^ "MA LU, L'È QUEL DEL TENIS?", n. 2013_09_08_204, su archivio.festivaletteratura.it. URL consultato il 17 febbraio 2020.

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN61666793 · ISNI (EN0000 0001 1766 3132 · SBN IT\ICCU\CFIV\027756 · LCCN (ENn89609474 · GND (DE143720988 · BNF (FRcb125974499 (data) · NDL (ENJA00436168 · WorldCat Identities (ENn89-609474