Gianni Lepre

regista teatrale, produttore televisivo e regista cinematografico italiano

Gianni Lepre (Trieste, 1947[1]) è un regista e produttore televisivo italiano.

CarrieraModifica

Da ragazzo gira l'Europa, frequentando a Parigi il Centro di ricerca teatrale di Peter Brook e altri gruppi alternativi teatrali in Germania[2].

Approda in Scandinavia nel 1972, dove fonda il Thespy Teater, con il quale mette in scena 42 lavori teatrali che variano dai classici alle rappresentazioni di strada, in prigioni e in ospedali psichiatrici. Scrive e realizza cinque opere teatrali: Cassandra 2010, I segreti di Arlecchino, Ragnatela, Samson[2] ed Evaresto.

Quest'ultimo lavoro, che tratta i problemi di una comunità di distrofici muscolari, e che realizza in una combinazione di attori e ammalati veri, viene ripreso in una produzione televisiva della N.R.K.

Scrive e realizza, con i fondi per il cinema scandinavo, due lungometraggi: Il retrobottega di Enrico[2] (1981) e Occhio per occhio[2][1] (1986).

Nel 1987 rientra in Italia dove inizia un'intensa realizzazione di fiction e trasmissioni televisive per la Rai: Il cespuglio delle bacche velenose[2] (1988); nove episodi della serie a coproduzione europea Eurocops[2] (gli episodi della sottoserie Il commissario Corso del 1989, con Diego Abatantuono[3]); Contratto con la morte[2] (1992), con Eleonora Brigliadori e Andrea Prodan[4].

Tra il 1993 e il 1995 dirige le trasmissioni Telefono Giallo[2], Chi l'ha visto?[2][5][6], Parte civile[2], Confini[2]; la prima stagione di Incantesimo[2]; Fine secolo[2][7] (1998); Aleph[2][8] (2000); Vento di ponente.

FilmografiaModifica

CinemaModifica

TelevisioneModifica

NoteModifica

  1. ^ a b (EN) Elisabeth Eide, The Films of the 1980s: The Plight of the Guest Workers, in Kaarina Nikunen (a cura di), Media in Motion: Cultural Complexity and Migration in the Nordic Region, Londra, Routledge, 2010, p. 174, ISBN 978-1-4094-0446-0.
  2. ^ a b c d e f g h i j k l m n Gianni Lepre, su Rai. URL consultato il 20 luglio 2022 (archiviato dall'url originale il 5 ottobre 2013).
  3. ^ Roberto Poppi, Dizionario del cinema italiano. I registi, Roma, Gremese, 1998, p. 242, ISBN 88-7605-725-0. URL consultato il 20 luglio 2022.
  4. ^ RAIDUE: THRILLER - MORTE A CONTRATTO, in Adnkronos, 25 gennaio 1993. URL consultato il 20 luglio 2022.
  5. ^ RAITRE: CHI L'HA VISTO?, in Adnkronos, 22 febbraio 1993. URL consultato il 20 luglio 2022.
  6. ^ RAITRE: CHI L'HA VISTO?, in Adnkronos, 4 marzo 1996. URL consultato il 20 luglio 2022.
  7. ^ RAI: GRECO (FI), MINACCIA AZIONE LEGALE CONTRO 'FINE SECOLO', in Adnkronos, 5 ottobre 1999. URL consultato il 20 luglio 2022.
  8. ^ Aleph, su Rai. URL consultato il 20 luglio 2022 (archiviato dall'url originale l'8 marzo 2010).
  9. ^ TV: VIRNA LISI, HO DATO L'ANIMA AL PERSONAGGIO DI 'FIDATI DI ME', in Adnkronos, 3 settembre 2008. URL consultato il 20 luglio 2022.

Collegamenti esterniModifica