Giano di Lusignano

Giano I
Janus of Cyprus CharlotteVendome.jpg
Giano di Lusignano, re di Cipro e di Gerusalemme e la sua sposa Carlotta di Borbone in una vetrata della navata sud della Cattedrale di Chartres
Re di Cipro
Stemma
In carica 1389 -
1432
Predecessore Giacomo I
Successore Giovanni II
Re titolare di Gerusalemme
In carica 1389 -
1432
Predecessore Giacomo I
Successore Giovanni II
Pretendente al trono armeno di Cilicia
In carica 1389 -
1432
Predecessore Giacomo I
Successore Giovanni II
Nascita Genova, Repubblica di Genova (oggi Italia), 1375
Morte Nicosia, Regno di Cipro (oggi Cipro), 25 giugno 1432
Casa reale Lusignano
Padre Giacomo I di Cipro
Madre Helvis-Helisia di Brunswick-Grubenhagen
Consorti Anglesia Visconti
Carlotta di Borbone
Figli Giovanni
Giacomo
Anna
Maria
Religione Cattolicesimo

Giano di Lusignano (Genova, 1375Nicosia, 25 giugno 1432) fu re di Cipro, re titolare di Gerusalemme, pretendente al trono armeno di Cilicia e dal 1389 fino alla morte.

BiografiaModifica

InfanziaModifica

 
Lo stemma dei Lusignano nell'Historia anglorum

Era figlio di Giacomo I di Cipro (verso il 1334 – 1398) e di Helvis-Helisia di Brunswick-Grubenhagen (1343-1422).

Primo matrimonioModifica

 
Bernabò Visconti e Beatrice, genitori di Anglesia Visconti

Verso il 1401 Giano sposò la nobildonna milanese Anglesia Visconti (1377 – 1439), figlia di Barnabò Visconti signore di Milano, dalla quale si separò nel 1408.

AscesaModifica

 
Giano in una vetrata

Come il padre fu tenuto a lungo ostaggio a Genova. Appena divenuto re (1389) cercò di affrancarsi dalla tutela della Repubblica di Genova e di recuperare la città di Famagosta, ma Genova, oltre alle proprie milizie, godeva dell'appoggio francese sotto la cui protezione si era posta. Sconfitto, Giano dovette sottoscrivere il 7 luglio 1403 un trattato che garantiva il monopolio dei commerci marittimi a Cipro ai genovesi.

Secondo matrimonioModifica

 
Giano I e Carlotta di Borbone in una miniatura d'epoca

Nel 1411 si risposò con Carlotta di Borbone (1388 – 1422), figlia di Giovanni I di Borbone-La Marche e di Caterina di Vendôme, dalla quale ebbe quattro figli.

RegnoModifica

 
Giano, re di Cipro e consorte

I corsari ciprioti tuttavia non cessarono di esercitare la loro attività piratesca sulle terre musulmane, specialmente in Siria. Nel 1425 il sultano dei Mamelucchi inviò per rappresaglia una squadra navale a saccheggiare la città cipriota di Limassol. L'anno successivo, il 7 luglio 1426 un'armata di mamelucca sbarcò sull'isola, sconfisse le truppe cipriote e prese prigioniero il re Giano, che fu portato al Cairo. Una rivolta popolare in Cipro fu subito sedata. Giano fu liberato solo dopo aver riconosciuto la sovranità del sultano, impegnandosi a versare un tributo periodico ai mamelucchi e contributi ai genovesi, lasciando loro tutti gli introiti doganali di Famagosta.

MorteModifica

Giano non si riprese mai più da tale umiliazione, si ammalò e morì a Nicosia nel 1432.

Egli aveva commissionato allo storico ed archeologo fiorentino Cristoforo Buondelmonti una Vita degli uomini illustri.

DiscendenzaModifica

Regno di Cipro
Lusignano

Guido (1192 - 1194)
Amalrico I (1194 - 1205)
Figli
Ugo I (1204 - 1218)
Enrico I (1218 - 1253)
Ugo II (1253 - 1267)
Ugo III (1267 - 1284)
Figli
  • Giovanni I Re di Cipro (1284 - 1285)
  • Boemondo di Lusignano (1268 - 1281)
  • Enrico II Re di Cipro (1285 - 1306 e 1310 - 1324)
  • Almarico di Lusignano, reggente di Cipro dal 1306 alla morte (? - 1310)
  • Maria di Lusignano, moglie di Jaime II di Aragona (1273 - 1322)
  • Aimerico di Lusignano
  • Guido di Lusignano (? - 1303)
  • Margherita di Lusignano, moglie di Thoros III d'Armenia
  • Alice di Lusignano, moglie di Baliano d'Ibelin
  • Helis di Lusignano
  • Isabella di Lusignano
Giovanni I (1284 - 1285)
Enrico II (1285 - 1306)
Amalrico II (1306 - 1310)
Enrico II (1310 - 1324)
Ugo IV (1324 - 1359)
Pietro I (1359 - 1369)
Pietro II (1369 - 1382)
Giacomo I (1382 - 1389)
Giano I (1389 - 1432)
Giovanni II (1432 - 1458)
Figli
Carlotta I (1458 - 1464)
Giacomo II (1464 - 1473)
Figli
Giacomo III (1473 - 1474)
Caterina (1474 - 1489)
Modifica

Giano e Carlotta di Borbone ebbero:

OnorificenzeModifica

Stendardo di Giano I di Cipro

Onorificenze ciprioteModifica

  Sovrano dell'Ordine della Spada

Altri progettiModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN4382156012382249700004 · WorldCat Identities (ENviaf-4382156012382249700004