Apri il menu principale

Gianpaolo Spagnulo

allenatore di calcio e calciatore italiano
Gianpaolo Spagnulo
Gianpaolo Spagnulo.jpg
Nazionalità Italia Italia
Altezza 184 cm
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Preparatore dei portieri (ex portiere)
Ritirato 2001 - giocatore
Carriera
Squadre di club1
1983-1987 Brindisi 54 (-?)
1987-1991 Taranto 131 (-?)
1991-1992 Pisa 33 (-?)
1992-1993 Genoa 24 (-?)
1993-1994 Pisa 0 (-0)
1994-1995 Pescara 5 (-?)
1995-1996 Genoa 33 (-?)
1996-1997 Perugia 1 (-?)
1997 Vitória 0 (-0)
1997-1998 Casarano 12 (-14)
1998-2001 Taranto 9 (-?)
Carriera da allenatore
2005-2008LegnanoPortieri
2008-2009NovaraPortieri
2009-2012TarantoPortieri
2012-2013RegginaPortieri
2014CremonesePortieri
2015-2016TarantoPortieri
2017ModenaPortieri
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Gianpaolo Spagnulo (Grottaglie, 26 settembre 1964) è un allenatore di calcio ed ex calciatore italiano, di ruolo portiere.

CarrieraModifica

GiocatoreModifica

Dopo gli esordi nel Brindisi, nell'ottobre 1987 passa al Taranto dove rimane per il successivo quadriennio.

Segue una stagione al Pisa, ma è grazie al Genoa che raggiunge la Serie A, campionato al quale prende parte coi rossoblù nell'edizione 1992-1993; dopo un ritorno a Pisa e un'esperienza a Pescara, è nuovamente a Genova dal gennaio al giugno del 1995, disputando anche lo spareggio per la salvezza del 10 giugno, perso ai tiri di rigore contro il Padova.[1]

 
Spagnulo (in piedi, primo da sinistra) al Perugia nel 1996

Rimasto in Liguria per il campionato cadetto 1995-1996, l'ultima esperienza in massima serie arriva grazie al Perugia, in cui è dodicesimo nel campionato 1996-1997. L'estate seguente diviene il secondo calciatore italiano (dopo Marco Osio) a militare in una squadra del Brasile, il Vitória.[2]

Chiude la carriera rientrando in Italia, nelle serie minori, dapprima al Casarano e infine tornando a Taranto, passando poi tra le file dirigenziali di quest'ultima.

AllenatoreModifica

Lasciata la carriera da calciatore, intraprende quella di preparatore dei portieri. Dal 2005 al 2008 è al Legnano, nella stagione 2008-2009 passa al Novara, e per le tre stagioni siccessive è in forza al Taranto.

Dal 2012 al 2013 segue gli estremi difensori della Reggina, fino al marzo 2014 è alla Cremonese,[3] mentre tra il 2015 e il 2016 torna a Taranto dove, oltreché preparatore, riveste anche il ruolo di allenatore in seconda. Nella prima parte della stagione 2017-2018 allena i portieri del Modena.

PalmarèsModifica

GiocatoreModifica

Competizioni nazionaliModifica

Taranto: 1989-1990
Brindisi: 1984-1985
Taranto: 2000-2001

Competizioni internazionaliModifica

Genoa: 1995-1996

NoteModifica

  1. ^ Gianpaolo SPAGNULO/Lo chiamavano il Giaguaro, su extramagazine.eu, 25 aprile 2014. URL consultato il 9 settembre 2014.
  2. ^ Antonello Capone, Spagnulo, la risposta italiana a Ronaldo, in La Gazzetta dello Sport, 5 luglio 1997.
  3. ^ Davide Dionigi è il nuovo allenatore della Cremonese, su mondorossoblu.it, 12 marzo 2014. URL consultato il 9 settembre 2014.

Collegamenti esterniModifica