Apri il menu principale
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando l'omonimo cardinale del XVIII secolo, vedi Giberto Borromeo.
Giberto Borromeo
cardinale di Santa Romana Chiesa
Giovanni Giacomo De Rossi, Il card. Giberto Borromeo.jpg
Incisione raffigurante il cardinale Borromeo, opera di Étienne Picart del 1652
Template-Cardinal (not a bishop).svg
 
Incarichi ricoperti
 
Nato28 settembre 1615 a Milano
Ordinato presbiteroin data sconosciuta
Creato cardinale19 febbraio 1652 da papa Innocenzo X
Pubblicato cardinale2 marzo 1654 da papa Innocenzo X
Deceduto6 gennaio 1672 (56 anni) a Nettuno
 

Giberto III Borromeo (Milano, 28 settembre 1615Nettuno, 6 gennaio 1672) è stato un cardinale italiano.

BiografiaModifica

Era figlio di Carlo III Borromeo e Isabella; a sua volta, figlia di Ercole e Margherita d'Adda, (già vedova del conte Carlo Barbiano di Belgioioso, che si era sposata con il Borromeo l'8 febbraio 1612; la nonna paterna, era Ersilia Farnese, figlia di Ottavio duca di Parma.

Figlio cadetto, studiò (prima presso i Gesuiti a Brera poi a Pavia, dove conseguì, nel 1636, la laurea in legge) per intraprendere la carriera ecclesiastica dopo il trasferimento a Roma (1638).

Dopo l'elezione di Giovanni Battista Pamphilj a papa (assunse il nome Innocenzo X, Giberto III entrò al servizio della famiglia Pamphili e, in particolare, affiancò il cardinal nepote Camillo Pamphili; nel 1645, entrò a far parte della Legazione di Avignone.

Il papa lo nominò cardinale 19 febbraio 1652 e il 23 marzo 1654 ricevette il titolo dei santi Giovanni e Paolo.

Nel 1657 papa Alessandro VII (1655-1667) lo inviò per tre anni a Ravenna come cardinal legato di Romagna.

Morì a Nettuno nel 1672, in seguito alle conseguenze di un brutto incidente in carrozza: il suo corpo fu sepolto nella Basilica dei Santi Ambrogio e Carlo al Corso a Roma.

OnorificenzeModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN81206482 · ISNI (EN0000 0000 8055 6084 · GND (DE136946712 · CERL cnp01159638 · WorldCat Identities (EN81206482