Apri il menu principale
Gigi Cifarelli
Gigi Cifarelli.jpg
NazionalitàItalia Italia
GenereJazz
Periodo di attività musicale1985 – in attività
Album pubblicati4
Studio3
Live1
Sito ufficiale

Gigi Cifarelli, all'anagrafe Luigi Massimo Cifarelli (Pavia, 25 maggio 1955), è un chitarrista e cantante italiano.

È considerato uno dei chitarristi italiani più autorevoli a livello internazionale nel campo del jazz.

Molto apprezzato anche come cantante, ha lavorato al fianco di artisti come Chick Corea, Sam Rivers, Jack De Johnette, Gerry Mulligan, Tony Scott, Marcel Dadi, Brian Auger, Jimmy Owens, Mark Murphy. Tra gli italiani Mina, Renato Zero, Tullio De Piscopo, Alfredo Golino, Walter Calloni, e Christian Meyer.

Indice

InfluenzeModifica

Sono evidenti le influenze di Wes Montgomery, al quale dedica nel suo secondo album un brano dal titolo "Letter to Wes" e George Benson con cui ha avuto diverse frequentazioni e a cui ha dedicato il brano "Ben...sonata", inciso in "Coca & Rhum".

AttivitàModifica

Ha un calendario fittissimo in Italia ove predilige piccoli club, ma è molto apprezzato anche in Francia, dove spesso è chiamato per prendere parte a Festival.

DiscografiaModifica

Nel 1985, per l'etichetta milanese Dire di Tito Fontana, incide il primo album a proprio nome intitolato "Coca & Rhum" contenente otto brani di cui quattro firmati dallo stesso Cifarelli e, segnatamente, la title track, "Donna Lisa", "Monk e funk" e "Borsa nuova"; i rimanenti quattro brani sono riuscite rielaborazioni di standard e, specificatamente, "Cantalupe Island" di Herbie Hancock, "Saudade" di Walter Booker (brano che si segnala per la partecipazione, in qualità di musicista ospite, del celeberrimo armonicista milanese Bruno De Filippi), una versione in solitudine del celebre "I can't get started" di Vernon Duke ed una personale rielaborazione di brani legati al repertorio del chitarrista statunitense George Benson. Nel 1991, per la collana denominata "Strumento" vagliata dall'etichetta milanese DDD (Drogueria Di Drugolo), incide l'album "Kitchen Blues" che raggiungerà un buon successo presso gli appassionati; in codesto album era accompagnato da un nutrito gruppo di musicisti fra i quali si ricordano il pianista degli Area Patrizio Fariselli, i contrabbassisti Paolino Dalla Porta e Marco Micheli; i batteristi Alfredo Golino e Paolo Pellegatti; il percussionista Angelo Pusceddu; i sassofonisti Amedeo Bianchi, Emanuele Cisi e Michael Rosen; il trombettista Demo Morselli ma, soprattutto, oltre alla chitarra ed alla voce del leader, si segnala la voce pregna di blues della cantante Angela Baggi. Nel 2010 firma le chitarre nei brani "Ragazza bella in faccia" e "Show Sciò" contenuti nell'album del cantautore Gabriele Savasta intitolato "Un ignorante intellettuale" e prodotto dalla "Pane e quaderno".

AlbumModifica

Collegamenti esterniModifica