Apri il menu principale
I santi Cosma e Damiano guariscono gli ammalati - Genova, Chiesa dei Santi Cosma e Damiano

Gioacchino Assereto (Genova, 1600Genova, 28 giugno 1649) è stato un pittore italiano.

Indice

BiografiaModifica

 
Gioacchino Assereto, David con la testa di Golia.

Genovese, Assereto fu allievo di Luciano Borzone e in seguito di Giovanni Andrea Ansaldo.

Subì inoltre l'influenza di Bernardo Strozzi, del Van Dyck e del Procaccini.[1]

L'Assereto probabilmente collaborò anche con Orazio De Ferrari presso l'Ansaldo.

Le due volte della basilica della Santissima Annunziata del Vastato, dipinte intorno al 1630, rappresentano il raggiungimento della sua maturità artistica.

OpereModifica

NoteModifica

  1. ^ a b c d e f g h Copia archiviata, su museidigenova.it. URL consultato il 6 ottobre 2013 (archiviato dall'url originale il 6 ottobre 2013). Museidigenova.it
  2. ^ St. Francis of Assisi comforted by a cherub with a violin, su dia.org (archiviato dall'url originale il 3 luglio 2010).
  3. ^ (EN) The Angel appears to Hagar and Ishmael, su nationalgallery.org.uk. URL consultato il 20 settembre 2015.

BibliografiaModifica

  • Raffaele Soprani, "Le vite de pittori, scoltori et architetti genovesi", pp. 167–173, Genova, 1674.
  • Roberto Longhi, "L'Assereto", in "Dedalo", VII, p. 362, 1926.
  • Gian Vittorio Castelnovi, ASSERETO, Gioacchino, in Dizionario biografico degli italiani, vol. 4, Roma, Istituto dell'Enciclopedia Italiana, 1962.
  • Tiziana Zennaro, "Sull'attività giovanile di Gioacchino Assereto", in "Paragone", n. 549, novembre 1995.
  • Camillo Manzitti, "Gioacchino Assereto: tangenze giovanili con Bernardo Strozzi e nuove testimonianze figurative", in "Paragone", n. 61, 2005.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN25670842 · ISNI (EN0000 0000 6681 2416 · LCCN (ENno2012032741 · GND (DE129005819 · BNF (FRcb12450531t (data) · ULAN (EN500017297 · CERL cnp00522039