Apri il menu principale
La posizione, in campo, dei vari ruoli; nell'esempio si ha una formazione composta da un difensore, 2 centrocampisti ed un attaccante.

Il giocatore di calcio a 5 è un atleta che pratica tale disciplina, chiamato anche "calcettista".[1]

Indice

RegolamentoModifica

Durante la partita, ciascuna squadra schiera 5 elementi in campo: un portiere e 4 giocatori di campo, o "movimento".[2] Il numero minimo di calciatori per proseguire una gara è di 3, pena la squalifica e la conseguente sconfitta a tavolino.[2]

Per quanto riguarda la panchina, il numero di riserve varia: la FIFA ne individua 7, mentre la FIFUSA 10.[3]

I ruoliModifica

I ruoli sono simili a quelli della versione tradizionale, suddividendosi in: difensivi, intermedi e offensivi.[3] Di seguito, una breve descrizione di ciascuno; per informazioni più dettagliate, si rimanda alle singole voci.[4]

DifensiviModifica

PortiereModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Portiere (calcio a 5).

È l'unico giocatore cui il regolamento consente di toccare il pallone con le mani, all'interno della sua area di porta. Ha il compito di evitare i gol avversari.[1]

DifensoreModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Difensore (calcio a 5).

Viene chiamato anche centrale o ultimo e rappresenta l'ultima linea difensiva, prima del portiere stesso. Oltre alla marcatura degli avversari ed al presidio della propria metà campo, al difensore è anche richiesto di far ripartire l'azione una volta recuperata la palla.[5] In virtù dei compiti di costruzione del gioco, è talvolta definito "playmaker"; può inoltre andare alla conclusione verso la porta avversaria.[1]

IntermediModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Intermedio (calcio a 5).

È una posizione assimilabile al centrocampista nel calcio, con funzioni di raccordo tra la difesa e l'attacco.[1] In aggiunta al recuperare palloni nella zona mediana, è deputato al costruire gioco e servire gli attaccanti pur andando - talvolta - al tiro per conto proprio.[1] La duttilità tattica dell'intermedio può portarlo a ricoprire anche altre posizioni, giocando per esempio sulle fasce esterne dove prende il nome di "ala" o "laterale".[1] Giocatori le cui caratteristiche consentono loro di ricoprire più ruoli, anche offensivi o difensivi, vengono definiti "universali".[1]

OffensiviModifica

PivotModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Pivot (calcio a 5).

Svolge i compiti dell'attaccante tradizionale, essendo responsabile della segnatura dei gol.[1] Agisce stabilmente in zona offensiva, puntando la porta avversaria.[1]

NoteModifica

  1. ^ a b c d e f g h i Marco Franco, Il calcetto, Edizioni Mediterranee, 1986, p. 104, ISBN 9788827203798.
  2. ^ a b Peppe Aquaro, Qual è il numero minimo di giocatori che serve per formare una squadra di calcio?, in La Gazzetta dello Sport, 22 maggio 2004.
  3. ^ a b Claudio Ferretti e Augusto Frasca, Enciclopedia dello sport, Garzanti Libri, 2008, p. 1670, ISBN 9788811505228.
  4. ^ Fabio Pirovano, Le posizioni del calcio a 5, su celticigliano.wordpress.com, 28 agosto 2009.
  5. ^ Giuseppe Pagano, Calcio a 5: come giocare in difesa, su sportpower.it, 15 ottobre 2014.

BibliografiaModifica

  • Alessandro Nuccorini, Calcio a 5 - Principi e sviluppi, Società Stampa Sportiva, 2002, p. 224, ISBN 9788883130700.

Voci correlateModifica