Apri il menu principale

Giorgio Bozzato

allenatore di calcio e calciatore italiano
Giorgio Bozzato
Nazionalità Italia Italia
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex attaccante)
Ritirato 1985 - allenatore
Carriera
Squadre di club1
1948-1951Adriese? (?)
1951-1953BPD Colleferro34+ (8+)[1]
1953-1954Lecce31 (17)
1954-1958Venezia91 (24)
1958-1960Prato36 (6)
1961-1962Grosseto? (?)
196?Adriese? (?)
Carriera da allenatore
1968-1969Sottomarina[2]
1969-1974Trento[3]
1974-1975Mestrina
1975-1976Vigevano
1977Sorrento
1977-1978Cosenza
1985-1986Rovigo
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Giorgio Bozzato (Chioggia, 29 giugno 1930[4]Chioggia, 21 novembre 1988) è stato un allenatore di calcio e calciatore italiano, di ruolo attaccante.

CarrieraModifica

GiocatoreModifica

Inizia la carriera all'Adriese nel 1948, vincendo la Prima Divisione nella stagione 1948-1949; rimane nella squadra giocando in Promozione fino al 1951 quando viene ceduto al Colleferro[5]. Nella stagione 1952-1953 gioca in IV Serie al Colleferro (dove già aveva giocato l'anno precedente), che nell'estate del 1953 lo cede al Lecce in Serie C; con i salentini nella stagione 1953-1954 realizza 17 gol in 31 presenze nel campionato di terza serie. A fine anno passa al Venezia, con cui nella stagione 1954-1955 gioca in Serie C; l'anno successivo milita ancora nella squadra lagunare[6], con cui vince la Serie C conquistando quindi la promozione in Serie B. Anche dopo la promozione, nella stagione 1956-1957 gioca con il Venezia, in Serie B, categoria in cui realizza 10 gol in 30 presenze; rimane con i neroverdi anche nella stagione 1957-1958, nella quale gioca 8 partite senza mai segnare. A fine anno passa al Prato, sempre in Serie B; nella stagione 1958-1959 segna 4 gol in 21 partite nella serie cadetta con i toscani, che chiudono il campionato al ventesimo ed ultimo posto in classifica retrocedendo quindi in Serie C. Si tratta della sua ultima stagione in carriera in Serie B, categoria in cui ha messo a segno 14 gol in 59 partite giocate. Dopo la retrocessione rimane al Prato anche in Serie C nella stagione 1959-1960, nella quale con i suoi 2 gol in 15 presenze contribuisce alla vittoria del campionato con conseguente immediato ritorno in Serie B della squadra toscana. Successivamente nella stagione 1961-1962 ha giocato nel campionato di Serie C con il Grosseto, con cui ha conquistato una tranquilla salvezza. Ha poi chiuso la carriera giocando nuovamente con la maglia dell'Adriese[7] nei campionati regionali veneti.

AllenatoreModifica

Dopo aver passato la stagione 1968-1969 nella Sottomarina, nella stagione 1969-1970 ha allenato il Trento in Serie D; a fine anno la squadra è stata promossa nel successivo campionato di Serie C in seguito alla vittoria per 2-0 contro il Pordendone dello spareggio promozione giocato sul campo neutro di Valdagno[8]. Ha poi guidato la squadra del capoluogo trentino anche nelle stagioni 1970-1971 e 1971-1972 in terza serie[9]. Nella stagione 1974-1975 ha invece guidato la Mestrina, retrocedendo dalla Serie C alla Serie D. Nella stagione 1975-1976 è subentrato a stagione in corso sulla panchina del Vigevano, in Serie C, senza riuscire ad evitare la retrocessione in Serie D della squadra lombarda.

Nella parte finale della stagione 1976-1977 ha allenato per complessive diciassette partite[10] il Sorrento, con cui ha ottenuto la salvezza in Serie C; l'anno seguente ha allenato il Cosenza[11] in Serie D, ottenendo la promozione nel nascente campionato di Serie C2. Successivamente ha allenato anche il Rovigo in Interregionale, una esperienza non troppo fortunata per il tecnico chioggiotto. Il Rovigo partì con ambizioni di alta classifica dopo i due secondi posti nelle stagioni precedenti, ma i risultati non furono all'altezza e l'avventura di Bozzato sulla panchina rodigina durò solamente nove giornate venendo poi sostituito da Eraldo Mancin[12].

PalmarèsModifica

GiocatoreModifica

Competizioni regionaliModifica

Adriese: 1948-1949

Competizioni nazionaliModifica

Venezia: 1955-1956
Prato: 1959-1960

AllenatoreModifica

Competizioni nazionaliModifica

Trento: 1969-1970

NoteModifica

  1. ^ 35+ (8+) se si comprende la presenza nello spareggio di IV Serie 1952-1953.
  2. ^ Almanacco illustrato del Calcio, Carcano edizioni, 1970, p. 263.
  3. ^ Almanacco illustrato del Calcio, Panini edizioni, 1973, p. 265.
  4. ^ Il calcio nel 1979 Adamoli.org
  5. ^ Caro “Adriese Libro Story”/ Eccoti by “Polesine Gol” il presidente/segretario Ugo Levi “grande” con Angelo Bettinazzi & Nissotti, Aldo & Dino Ballarin, poi Folco e… Polesinesport.it
  6. ^ È mancato Mario Valeri Manera, storio presidente della società Fbcunionevenezia.com
  7. ^ Narciso Franzoi: Trento, ma non solo Archiviato il 25 agosto 2014 in Internet Archive. Ilcalcioillustrato.it
  8. ^ Calcio Trento: venerdì 28 maggio, incoraggiante partita-revival Ladigetto.it
  9. ^ Conta la squadra, il nome è una quisquiglia Archivio online altoadige
  10. ^ Stagione 1976-1977 Tuttoilsorrento.altervista.org
  11. ^ Copia archiviata, su cosenzacalcio.eu. URL consultato il 15 febbraio 2009 (archiviato dall'url originale il 17 febbraio 2009).
  12. ^ 1893-2006 Oltre un secolo di calcio a Rovigo, stagione 1985-86, Stefano Casalicchio e Carlo Fontanelli, pag.290

BibliografiaModifica

  • Almanacco illustrato del Calcio, Rizzoli Edizioni, 1956, p. 187.
  • Almanacco illustrato del Calcio, Rizzoli Edizioni, 1957, p. 190.
  • Fabrizio Melegari (a cura di). Almanacco illustrato del calcio - La storia 1898-2004. Modena, Panini, 2004.
  • Almanacco illustrato del Calcio, Rizzoli Edizioni, 1959, p. 161.
  • Almanacco illustrato del Calcio, Rizzoli Edizioni, 1960, p. 158.
  • Almanacco illustrato del Calcio, Rizzoli Edizioni, 1961, p. 193.
  • Almanacco illustrato del Calcio, Rizzoli Edizioni, 1963, p. 199.
  • Stefano Casalicchio e Carlo Fontanelli, 1893-2006 Oltre un Secolo di Calcio a Rovigo, GEO Edizioni, 2006, p. 420.

Collegamenti esterniModifica