Giorgio II di Württemberg-Mömpelgard

duca di Württemberg-Mömpelgard
Giorgio II
Duca di Württemberg-Mömpelgard
Nascita Montbéliard, 5 ottobre 1626
Morte Montbéliard, 1 giugno 1699
Casa reale Casato del Württemberg
Padre Ludovico Federico, duca di Württemberg-Mömpelgard
Madre Anna Eleonora di Nassau-Weilburg
Consorte Anne de Coligny

Giorgio II di Württemberg-Mömpelgard (Mömpelgard, 5 ottobre 1626Mömpelgard, 1 giugno 1699) fu duca di Württemberg-Mömpelgard dal 1662 fino alla sua morte.

VitaModifica

Giorgio II era figlio del duca Ludovico Federico (1586-1631) nato dal matrimonio con la sua seconda moglie Anna Eleonora (1602-1685), figlia del conte Giovanni Casimiro di Nassau Gleiberg (1593-1602). Successe al fratello maggiore Leopoldo Federico come duca di Württemberg-Montbéliard nel 1662.

Montbéliard fu occupata nel 1676 dalle truppe francesi. Re Luigi XIV di Francia stava tentando di conquistare tutti i possedimenti württemberghesi sulla riva sinistra del fiume Reno e Giorgio fuggì dal paese. Nel 1684, gli fu dato l'opportunità ritornare, alla condizione di riconoscere il re di Francia come suo signore feudale. Il suo rifiuto fece sì che il Württemberg-Montbéliard fosse amministrata da suo cugino Federico Carlo di Württemberg-Winnental fino al 1698.

Dopo la morte di Federico Carlo nel 1698, Giorgio II ritornò a Montbéliard, dove morì l'anno successivo.

Matrimonio e figliModifica

Giorgio sposò il 9 marzo 1648 a Montbeliard, Anne de Coligny (1624-1680), figlia di Gaspard III de Coligny, da cui ebbe i seguenti figli:

sposò nel 1672 il duca Silvio II Federico di Württemberg-Oels (1651-1697)
  • Corrado Luigi (1658-1659)
  • Anna (1660-1733)
  • Elisabetta (1665-1726)
sposò nel 1689 il duca Federico Ferdinando di Württemberg-Weitlingen (1654-1705, nipote di Giulio Federico di Württemberg-Weiltingen attraverso il figlio Manfredo I)
  • Edvige (1667-1715)
  • Leopoldo Eberardo (1670-1723), suo unico figlio maschio sopravvissuto e successore
Controllo di autoritàVIAF (EN80999105 · GND (DE136697992 · CERL cnp01157213 · WorldCat Identities (ENviaf-80999105