Giorgio Vittorio di Waldeck e Pyrmont

Giorgio Vittorio di Waldeck e Pyrmont
Georg Victor Waldeck Pyrmont.jpeg
Giorgio Vittorio di Waldeck e Pyrmont in una fotografia d'epoca.
Principe di Waldeck e Pyrmont
Stemma
In carica 1845-1893
Predecessore Giorgio II
Successore Federico
Nascita Bad Arolsen, 14 gennaio 1831
Morte Marienbad, 12 maggio 1893
Casa reale Waldeck e Pyrmont
Padre Giorgio II di Waldeck e Pyrmont
Madre Emma di Anhalt-Bernburg-Schaumburg-Hoym
Consorte Elena di Nassau
Luisa di Schleswig-Holstein-Sonderburg-Glücksburg
Religione Evangelismo

Giorgio Vittorio di Waldeck e Pyrmont (Arolsen, 14 gennaio 1831Marienbad, 12 maggio 1893) fu principe di Waldeck e Pyrmont.

BiografiaModifica

 
Giorgio Vittorio di Waldeck e Pyrmont in un ritratto del 1860

Nacque a Bad Arolsen, figlio del principe Giorgio II di Waldeck e Pyrmont, e di sua moglie, la principessa Emma di Anhalt-Bernburg-Schaumburg-Hoym.

Succedette al padre come principe, dapprima sotto la tutela della madre, il 15 maggio 1845 e vi rimase sino al 14 gennaio 1852. Durante questi anni tumultuosi adottò una costituzione dopo i moti del 1848-1849, che però variò con un emendamento il 17 agosto 1852, rendendola maggiormente restrittiva nei poteri concessi inizialmente in maniera tanto democratica sotto la pressione dei rivoluzionari.

Nella guerra austro-prussiana si schierò con la Prussia e addirittura giunse a chiedere a Guglielmo I di annettere alla Prussia il principato di Waldeck e Pyrmont per contrastare il crescente potere del vicino granducato d'Assia. Bismarck respinse quest'offerta per questioni diplomatiche, ma tenne sempre ben presente il prezioso alleato. Giorgio Vittorio venne nominato generale di fanteria dell'esercito prussiano.

Morì a Marienbad il 12 maggio 1893.

Matrimoni e discendenzaModifica

Giorgio Vittorio sposò, il 26 settembre 1853, la principessa Elena di Nassau, figlia del duca Guglielmo di Nassau e di Paolina di Württemberg. Ebbero sette figli:

Dopo la morte della prima moglie, Giorgio Vittorio si risposò a Luisenlund il 29 aprile 1891 con la principessa Luisa di Schleswig-Holstein-Sonderburg-Glücksburg. Ebbero un figlio:

OnorificenzeModifica

  Cavaliere dell'Ordine dell'Aquila Nera
  Cavaliere dell'Ordine dei Serafini (Svezia)
— 8 ottobre 1872

AscendenzaModifica

Giorgio Vittorio di Waldeck e Pyrmont Padre:
Giorgio II di Waldeck e Pyrmont
Nonno paterno:
Giorgio I di Waldeck e Pyrmont
Bisnonno paterno:
Carlo Augusto Federico di Waldeck e Pyrmont
Trisnonno paterno:
Federico Antonio Ulrico di Waldeck e Pyrmont
Trisnonna paterna:
Luisa del Palatinato-Zweibrücken-Birkenfeld
Bisnonna paterna:
Cristiana Enrichetta del Palatinato-Zweibrücken
Trisnonno paterno:
Cristiano III del Palatinato-Zweibrücken
Trisnonna paterna:
Carolina di Nassau-Saarbrücken
Nonna paterna:
Augusta di Schwarzburg-Sondershausen
Bisnonno paterno:
Cristiano Günther III di Schwarzburg-Sondershausen
Trisnonno paterno:
Augusto di Schwarzburg-Sondershausen
Trisnonna paterna:
Carlotta Sofia di Anhalt-Bernburg
Bisnonna paterna:
Carlotta Guglielmina di Anhalt-Bernburg
Trisnonno paterno:
Vittorio Federico di Anhalt-Bernburg
Trisnonna paterna:
Albertina di Brandeburgo-Schwedt
Madre:
Emma di Anhalt-Bernburg-Schaumburg-Hoym
Nonno materno:
Vittorio II di Anhalt-Bernburg-Schaumburg-Hoym
Bisnonno materno:
Carlo Luigi di Anhalt-Bernburg-Schaumburg-Hoym
Trisnonno materno:
Vittorio I di Anhalt-Bernburg-Schaumburg-Hoym
Trisnonna materna:
Carlotta Luisa di Isenburg-Büdingen-Birstein
Bisnonna materna:
Amalia Eleonora di Solms-Braunfels
Trisnonno materno:
Federico Guglielmo di Solms-Braunfels
Trisnonna materna:
Sofia di Solm-Laubach
Nonna materna:
Amelia di Nassau-Weilburg
Bisnonno materno:
Carlo Cristiano di Nassau-Weilburg
Trisnonno materno:
Carlo Augusto di Nassau-Weilburg
Trisnonna materna:
Augusta Federica Guglielmina di Nassau-Idstein
Bisnonna materna:
Carolina d'Orange-Nassau
Trisnonno materno:
Guglielmo IV di Orange-Nassau
Trisnonna materna:
Anna di Hannover

Altri progettiModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN32765523 · ISNI (EN0000 0000 1371 4185 · GND (DE1034740873 · WorldCat Identities (EN32765523
  Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie