Giornata mondiale dell'orgoglio bisessuale

Giornata mondiale della visibilità e dell'orgoglio bisessuale
Bisexual Pride Flag.svg
Tipoculturale
Data23 settembre
Ricorrenze correlateGay Pride, Transgender Day of Remembrance, Giornata internazionale contro l'omofobia, la bifobia e la transfobia,
Data d'istituzione1999
Altri nomiBisexual Pride Day, Bi Visibility Day

La Giornata mondiale della visibilità e dell'orgoglio bisessuale si celebra ogni anno il 23 settembre, e ha lo scopo di combattere l'invisibilizzazione e la stigmatizzazione delle persone bisessuali sia all'esterno che all'interno della comunità LGBTQIA+.

È stata celebrata per la prima volta nel 1999[1] a partire da un'idea degli attivisti americani Wendy Curry, Michael Page, e Gigi Raven Wilbur.[2] Wilbur disse:

«A partire dai Moti di Stonewall, la comunità gay e lesbica ha guadagnato forza e visibilità. Anche la comunità bisessuale è cresciuta, ma sotto molti aspetti siamo ancora invisibili. La società ha condizionato persino me a percepire automaticamente due persone che camminano mano nella mano come etero o gay, basandomi sul genere percepito di ognuna.[3]»

Citando Wendy Curry: “Ci trovavamo ad una delle tavole rotonde annuali sulla bisessualità, e qualcuno – penso fosse Gigi – disse che ci voleva una festa. Amavamo moltissimo quel grande bisessuale che era Freddie Mercury. Il suo compleanno era in settembre, quindi perché non fare la festa in quel periodo? Ci voleva un fine settimana per avere la sicurezza che la gente fosse libera. Il compleanno di Gigi era il 23 settembre e cadeva nel fine settimana. E così... puf! avevamo trovato il giorno.”[4][5] In questo primo anno si tenne una cerimonia durante l'incontro dell'ILGA nella settimana del 23 settembre.

Nel mondo oggi la Giornata mondiale della visibilità e dell'orgoglio bisessuale è vivacemente celebrata nei seguenti Paesi: Armenia, Australia, Austria, Belgio, Canada, Francia, Germania, Guatemala, Islanda, India, Irlanda, Italia, Lituania, Messico, Paesi Bassi, Norvegia, Russia, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Sudafrica, Corea del Sud, Taiwan, Regno Unito, USA, Vietnam.[6] Nel 2017 la Bolivia ha visto il primo evento nazionale bisessuale, a Santa Cruz de la Sierra[7]; vere e proprie parate sono avvenute a Parigi[8], Madrid[9], Filadelfia[10].

In Italia una parata in occasione del 23 settembre è avvenuta per la prima volta nel 2017 a Padova.[11][12][13][14] L'iniziativa fu lanciata dall'associazione Antéros LGBTI Padova, fu il frutto dello sforzo congiunto di diverse associazioni indipendenti e studentesche, e vide l'adesione di ulteriori associazioni da varie zone d'Italia[15]. Il gruppo di lavoro, sempre informale, permetteva infatti l'integrazione delle decisioni e del manifesto politico tramite numerose assemblee pubbliche nei mesi precedenti alla manifestazione.[15][16] Dal manifesto:

«Vogliamo rendere visibili la Bisessualità e le persone Bisessuali, renderle orgogliose: “io esisto, sono liber* e meritevole di diritti al pari di tutt*: non di meno, né di più”.[15]»

NoteModifica

  1. ^ Bi Community Celebrates. Bay Windows; September 25, 2003, Vol. 21 Issue 41, p3-3, 1/4p
  2. ^ Scene Around Town. Bay Windows; September 28, 2000, pN.PAG, 00p
  3. ^ Curtis Wong, 'Celebrate Bisexuality Day' Exists Because Of These Three LGBT Activists, Huffingtonpost.com, 24 settembre 2013. URL consultato il 15 gennaio 2014.
  4. ^ Br. Michael C. Oboza (ret.), Our Fence (PDF), su binetusa.org. URL consultato il 19 febbraio 2015 (archiviato dall'url originale il 24 febbraio 2018).
  5. ^ BiNet USA, BiNet USA, 23 giugno 1990. URL consultato il 15 gennaio 2014 (archiviato dall'url originale il 23 settembre 2017).
  6. ^ http://www.bivisibilityday.com/
  7. ^ Copia archiviata, su bivisibilityday.com. URL consultato il 6 settembre 2018 (archiviato dall'url originale il 6 settembre 2018).
  8. ^ Copia archiviata, su bivisibilityday.com. URL consultato il 6 settembre 2018 (archiviato dall'url originale il 6 settembre 2018).
  9. ^ Copia archiviata, su bivisibilityday.com. URL consultato il 6 settembre 2018 (archiviato dall'url originale il 6 settembre 2018).
  10. ^ Copia archiviata, su bivisibilityday.com. URL consultato il 6 settembre 2018 (archiviato dall'url originale il 7 settembre 2018).
  11. ^ Copia archiviata, su bivisibilitydaypadova.it. URL consultato il 24 gennaio 2018 (archiviato dall'url originale il 24 gennaio 2018).
  12. ^ http://www.gaypost.it/bi-visibility-day-manifestazione-orgoglio-bisessuale-padova
  13. ^ Copia archiviata (PDF), su bivisibilitydaypadova.it. URL consultato il 24 gennaio 2018 (archiviato dall'url originale il 24 gennaio 2018).
  14. ^ Il Gazzettino, 24 settembre 2017
  15. ^ a b c Copia archiviata, su bivisibilitydaypadova.it. URL consultato il 24 gennaio 2018 (archiviato dall'url originale il 24 gennaio 2018).
  16. ^ Copia archiviata, su bivisibilitydaypadova.it. URL consultato il 24 gennaio 2018 (archiviato dall'url originale il 24 gennaio 2018).

Altri progettiModifica