Apri il menu principale

In meteorologia, un giorno di ghiaccio è un giorno nel quale la temperatura massima rilevata sia uguale o inferiore agli 0 °C. I giorni di ghiaccio sono anche detti giorni senza disgelo poiché appunto è impossibile che il ghiaccio formatosi o la neve caduta possano sciogliersi.

Non si confonda un giorno di ghiaccio con un giorno di gelo: con quest'ultimo termine s'intende infatti un qualsiasi giorno in cui viene registrata una temperatura minima di 0 °C, che comunque, durante il giorno, aumenta e supera lo zero.


In ItaliaModifica

I giorni di ghiaccio in Italia sono rari, anche nella parte settentrionale. Solo nella stagione invernale, nel caso di episodi con freddo rilevante, con aria proveniente dall'Artico o dalla Siberia diventano in qualche modo frequenti anche nelle località di pianura.

Sulle montagne, invece, i giorni di ghiaccio sono molto frequenti in inverno, e a quote elevate possono dirsi normali per la stagione invernale. Addirittura sono indispensabili per mantenere le coltri di ghiaccio perenne sulle vette delle montagne, dove diventano frequenti anche d'estate.

In EuropaModifica

I giorni di ghiaccio sono rari in Europa Occidentale e diventano sempre più frequenti a mano a mano che ci allontana dal mare. Per esempio, sono rari in Inghilterra e Irlanda e relativamente più frequenti nella Spagna centrale e nella Francia non marittima. Sono frequenti d'inverno in Germania meridionale, Austria, nei Balcani, in Scandinavia (ma non nella Norvegia costiera) e in tutta l'Europa centro-orientale. Una sequenza di giorni di ghiaccio può provocare notevoli accumuli di ghiaccio sulle piante, che, se non sono coperte da uno spesso strato di neve isolante, possono rimanere danneggiate.

Voci correlateModifica

  Portale Meteorologia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di meteorologia