Apri il menu principale

Giovanna di Taranto o Giovanna d'Angiò-Taranto (1297post 1321) fu regina della Piccola Armenia.

Figlia di Filippo I d'Angiò e della sua prima moglie Tamara Angela Comnena Ducas, a sua volta figlia di Niceforo I d'Epiro e di Anna Cantacuzena.

Nel febbraio 1316 a Tarso, divenne la terza moglie di Oscin d'Armenia, re del Regno armeno di Cilicia; ebbero un figlio, Giorgio (1317 - post 1323).

Oscin morì il 20 luglio 1320, si crede che sia stato avvelenato da suo cugino (e cognato) Oscin di Corico, che divenne reggente per il nuovo re, il giovane Leone V d'Armenia figlio di re Oscin e della sua prima moglie Isabella di Corico (morta nel 1310)[1].

Allo scopo di rafforzare la sua posizione Oscin di Corico, che era rimasto vedovo, sposò Giovanna nel 1320; da questo secondo matrimonio nacque Maria (1321 † ante 1405), che divenne moglie, consecutivamente, di due re della Cilicia armena: Costantino V e Costantino VI[2].

NoteModifica

  1. ^ Il reggente Oscin era il fratello di Isabella di Corico, madre di Leone, morta poco dopo la sua nascita.
  2. ^ Un passaggio della Cronaca di Giovanni Dardel suggerisce che potrebbero aver avuto un altro figlio, che a sua volta avrebbe generato:
    • Ashot (o Oscin), pretendente al trono d’'Armenia nel 1375, morto dopo il 1387;
    • Maria, moglie del re Costantino VI d'Armenia.

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica