Apri il menu principale
Giovanni Acanfora

Ministro degli Scambi e Valute del Regno d'Italia
Durata mandato 26 luglio 1943 –
24 febbraio 1944
Capo del governo Pietro Badoglio
Predecessore Oreste Bonomi
Successore Guido Jung

Giovanni Acanfora (Castellammare di Stabia, 7 aprile 1884[1]8 marzo 1976) è stato un politico italiano.

BiografiaModifica

Fu direttore generale della Banca d'Italia dal 22 maggio 1940 al 26 luglio 1943, sotto il Governatore Vincenzo Azzolini[2]. In seguito fu Ministro per gli scambi e le valute nel primo governo Badoglio[1].

Il 19 luglio 1910 fu iniziato in Massoneria nella Loggia "Manfredi" di Benevento[1].

Ricercato dai repubblichini di Salò, riuscì ad evitare la cattura[3].

NoteModifica

  1. ^ a b c Vittorio Gnocchini, L'Italia dei Liberi Muratori, Erasmo Editore-Mimesis, 2005, p. 1, ISBN 978-88-8483-362-4.
  2. ^ Direttorio della Banca d'Italia (PDF), bancaditalia.it. URL consultato il 4 dicembre 2013 (archiviato dall'url originale il 28 settembre 2007).
  3. ^ Sandro Gerbi, Ottobre 1944 processo dell'oro, in Corriere della Sera, 13 ottobre 1994. URL consultato il 4 dicembre 2013 (archiviato dall'url originale in data pre 1/1/2016).