Apri il menu principale
Giovanni Angelo Fontana

Ministro dell'agricoltura e delle foreste
Durata mandato 28 giugno 1992 –
29 aprile 1993
Presidente Giuliano Amato
Predecessore Giovanni Goria
Successore Alfredo Diana

Segretario Nazionale della Democrazia Cristiana
In carica
Inizio mandato 30 marzo 2012
Predecessore Mino Martinazzoli

Deputato della Repubblica Italiana
Legislature VI, VII, VIII, IX
Gruppo
parlamentare
Democrazia Cristiana
Circoscrizione Veneto 2
Incarichi parlamentari
  • Segretario della II Commissione (interni) 1976
  • Segretario della Giunta per le autorizzazioni a procedere in giudizio 1983/86
Sito istituzionale

Senatore della Repubblica Italiana
Legislature X, XI
Gruppo
parlamentare
Democrazia Cristiana
Coalizione Pentapartito
Circoscrizione Veneto
Sito istituzionale

Dati generali
Partito politico Democrazia Cristiana
Titolo di studio Laurea in giurisprudenza
Università Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia
Professione Avvocato

Giovanni Angelo Fontana, detto Gianni (Verona, 1º aprile 1944), è un politico italiano.

Indice

BiografiaModifica

Esponente della Democrazia Cristiana, è stato più volte parlamentare (deputato e senatore) e sottosegretario nonché, per un mandato, ministro della Repubblica. Si è laureato in giurisprudenza all'Università di Modena e Reggio Emilia.

Eletto per la prima volta in Parlamento nel 1972 (VI Legislatura), a soli 28 anni, con la Democrazia Cristiana; cominciò a ricoprire uffici di governo già dalla successiva Legislatura. Infatti viene nominato sottosegretario ai Lavori Pubblici e, in seguito, ai Trasporti, anche nella VIII Legislatura è nominato sottosegretario ai Lavori Pubblici e al Ministero dell'Industria e dell'Artigianato.

Il 28 giugno 1992 è nominato, (in quota DC), Ministro dell'agricoltura e delle foreste nel primo governo Amato, si dimette però il 21 marzo del 1993 lasciando il posto ad Alfredo Diana.

Segretario politico della Democrazia CristianaModifica

Il 30 marzo 2012, il Consiglio Nazionale della Democrazia Cristiana, autoconvocatosi per iniziativa di Clelio Darida e di altri 48 consiglieri nazionali che ricoprivano tale ruolo nel 1994 (anno in cui fu deliberata la nascita del Partito Popolare Italiano), elegge Giovanni Angelo Fontana alla carica di Segretario nazionale. Era dal 1994 che la Democrazia Cristiana era priva di un Segretario (l'ultimo fu Mino Martinazzoli, transitato al Partito Popolare) e non svolgeva attività politica. L'elezione di Fontana viene poi ratificata dal Congresso Nazionale della DC nel novembre dello stesso anno.[1]

NoteModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica