Giovanni Battista Ricci

pittore italiano
Giovanni Battista Ricci e Cristoforo Greppi, affreschi in San Francesco a Ripa, Roma

Giovanni Battista Ricci detto il Novara (Novara, 1537 circa – Roma, 1627) è stato un pittore italiano tardo manierista e del primo periodo barocco, attivo soprattutto a Roma.

BiografiaModifica

Ricci si trasferì a Roma dalla natia Lombardia durante il pontificato di Gregorio XIII e ivi si iscrisse alla corporazione dei pittori dal 1581. Fu attivo nella decorazione ad affresco, fra il 1590 e il 1593, della Scala Santa e della Basilica di Santa Maria Maggiore, della Cappella Cerasi a Santa Maria del Popolo e nella decorazione di San Marcello al Corso (1597-1613) e di San Giacomo a Scossacavalli.[1] Fu influenzato da Federico Zuccari.[2] Inoltre dipinse nella Biblioteca Vaticana e nella chiesa della Santissima Trinità dei Pellegrini.[3] Nel 1617-1620, Ricci collaborò con il collega lombardo Cristoforo Greppi alla concezione e all'esecuzione degli affreschi per la Cappella Castellani di San Francesco a Ripa.[4]

Ricci era un eccellente disegnatore, lavorando principalmente a penna e inchiostro scuro, anche se sono anche noti pochi studi a carboncino.[5]

NoteModifica

  1. ^ Gigli, Laura. Guide rionali di Roma. Borgo (III) Palombi, Roma, 1992, p. 16
  2. ^ Enciclopedia Treccani
  3. ^ il Novara Archiviato il 23 settembre 2015 in Internet Archive. biografia.
  4. ^ Giovan Battista Ricci and Cristoforo Greppi at the Castellani Chapel in S. Francesco a Ripa, Rome. The Burlington Magazine, Volume 145, #1202 (Maggio 2003), pp. 366-370.
  5. ^ R. Eitel-Porter, "Giovanni Battista Ricci da Novara" in: Disegno, giudizio e bella maniera. Studi sul disegno italiano in onore di Catherine Monbeig Goguel, edited by P. Costamagna, F. Harb, and S. Prosperi Valenti Rodino, Silvana Editoriale, Cinisello Balsamo (Milan), 2005, pp. 108-109

BibliografiaModifica

  • Gerhard Wiedmann, Il cardinale Anton Maria Salviati e il pittore Giovan Battista Ricci in S. Giacomo in Augusta a Roma, (2004).

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN50093995 · ISNI (EN0000 0000 6682 6981 · Europeana agent/base/145059 · GND (DE121863905 · ULAN (EN500020088 · CERL cnp00566821 · WorldCat Identities (ENviaf-50093995