Giovanni Battista Rossi (vescovo)

vescovo cattolico italiano
Giovanni Battista Rossi
vescovo della Chiesa cattolica
Duomo di pistoia, interno, cripta, tomba di giovan battista rossi.jpg
La tomba di Mons. Rossi a Pistoia
Template-Bishop.svg
 
Incarichi ricopertiVescovo di Pescia
Vescovo di Pistoia e Prato
 
Nato7 giugno 1777 a Signa
Ordinato presbitero21 marzo 1801
Nominato vescovo19 dicembre 1834 da papa Gregorio XVI
Consacrato vescovo28 dicembre 1834 dal cardinale Carlo Odescalchi
Deceduto16 febbraio 1849 a Pistoia
 

Giovanni Battista Rossi (Signa, 7 giugno 1777Pistoia, 16 febbraio 1849) è stato un vescovo cattolico italiano, 6º vescovo della diocesi di Pescia.

BiografiaModifica

Appartenente a un'umile famiglia contadina, fu il suo parroco a intuirne la vocazione sacerdotale e a proporlo per l'ingresso in seminario, ma tale passaggio fu ostacolato dai proprietari terrieri presso cui lavorava la sua famiglia, i quali non accettavano di perdere due braccia al lavoro dei campi e si attivarono con l'arcivescovo di Firenze. Dopo alcuni anni, ce la fece ad entrarvi e nel 1801 ricevette la sacra ordinazione. Divenne vicerettore del seminario e vi insegnò diritto canonico e civile. Nel 1827 divenne docente di storia ecclesiastica presso l'Università di Pisa. Notato dal granduca di Toscana, fu presentato a papa Gregorio XVI e proposto come nuovo vescovo di Pescia, rimasta vacante da più di un anno. Giunse a Pescia il 26 marzo 1835. Subito, si dette da fare a conoscere le parrocchie della diocesi. Il 2 ottobre 1837 fu nominato vescovo di Pistoia e Prato. Qui rimase per dodici anni, fino alla morte, avvenuta nel 1849. È sepolto nella cattedrale di Pistoia.

Genealogia episcopaleModifica

BibliografiaModifica

  • G. Di Piramo, La Chiesa di Pescia. Le origini, i vescovi, diocesani illustri, Pescia 1981.

Collegamenti esterniModifica