Giovanni Carlo Bandi

cardinale italiano
Giovanni Carlo Bandi
cardinale di Santa Romana Chiesa
Giovanni Carlo Bandi.jpg
Ritratto del cardinale Bandi
Template-Cardinal (Bishop).svg
Incarichi ricoperti
Nato 17 luglio 1709, Cesena
Ordinato presbitero 18 settembre 1734
Nominato vescovo 18 dicembre 1744 da papa Benedetto XIV
Consacrato vescovo 28 dicembre 1744 dal cardinale Carlo Alberto Guidobono Cavalchini
Creato cardinale 29 maggio 1775 da papa Pio VI
Pubblicato cardinale 11 settembre 1775 da papa Pio VI
Deceduto 23 marzo 1784 (74 anni), Imola

Giovanni Carlo Bandi (Cesena, 17 luglio 1709Roma, 23 marzo 1784) è stato un cardinale e vescovo cattolico italiano.

Indice

BiografiaModifica

Nacque a Cesena il 17 luglio 1709. Ottenne successivamente il dottorato in utroque iure all'Università di Fermo nel 1734. Ordinato sacerdote il 18 settembre 1734, divenne uditore del cardinale Tommaso Ruffo e vicario generale della diocesi suburbicaria di Ostia.

Eletto vescovo titolare di Botri e nominato suffraganeo di Ostia e Velletri il 18 dicembre 1744, venne consacrato vescovo il 28 dicembre di quello stesso anno a Roma dal cardinale Carlo Alberto Guidobono Cavalchini. Trasferito alla sede di Imola dal 20 marzo 1752, in quello stesso anno divenne assistente al trono pontificio.

Papa Pio VI, del quale era zio (fratello della madre, Anna Teresa Bandi), lo elevò al rango di cardinale nel concistoro dell'11 settembre 1775, ricevendo il titolo di Santa Maria del Popolo il 18 dicembre 1775.

Morì il 23 marzo 1784 all'età di 74 anni.

Genealogia episcopaleModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Predecessore Vescovo titolare di Botri Successore  
Ferenc Zichy 18 dicembre 1744 - 20 maggio 1752 Johann Georg von Stinglheim
Predecessore Vescovo di Imola Successore  
Tommaso Maria Marelli 20 maggio 1752 - 23 marzo 1784 Barnaba Gregorio Chiaramonti
Predecessore Cardinale presbitero di Santa Maria del Popolo Successore  
Franz Konrad von Rodt 18 dicembre 1775 - 23 marzo 1784 Giovanni Maria Riminaldi
Controllo di autoritàVIAF: (EN89090246 · GND: (DE107230080X