Apri il menu principale

Giovanni Francesco Avesani

avvocato e patriota italiano
Giovanni Francesco Avesani
Francesco Avesani.jpg

Deputato del Regno di Sardegna
Legislature VII
Sito istituzionale

Dati generali
Titolo di studio Laurea in Giurisprudenza
Professione Avvocato

Giovanni Francesco Avesani (Venezia, 20 agosto 1790Milano, 3 giugno 1861) è stato un avvocato, patriota e politico italiano.

BiografiaModifica

Nacque in una nobile famiglia veronese insignita del titolo baronale. Il padre fu il nobile Ignazio Avesani e la madre Angela Tabacchi che una volta rimasta vedova si risposò con il conte Erizzo.

Divenne uno degli avvocati di maggior prestigio del foro veneziano e il suo nome è strettamente legato alla rivoluzione del 1848-49 durante la quale fu esponente di spicco del partito moderato. Fu a capo della delegazione che si recò dalle autorità austriache per ottenerne la capitolazione: il pomeriggio del 22 marzo 1848, convinse il governatore militare di Venezia, il conte Ferdinànd Zichy, a firmare la capitolazione degli austriaci e ad abbandonare la città. Si pose così a capo del governo provvisorio di Venezia ma il giorno seguente fu costretto a cederne la guida a Daniele Manin.

 
Targa dedicata a Giovanni Francesco Avesani in Piazza della Calle Larga dell'Ascensione a Venezia

Al ritorno degli austriaci a Venezia dovette prendere la via dell'esilio riparando a Torino dove concorse con altri fuoriusciti a costituire la società dell'immigrazione italiana.

Pubblicò uno scritto sulla pace di Villafranca e nel 1860 fu eletto deputato al parlamento nel collegio di Bergamo. Sposò la veneziana Caterina Pezzi, figlia del famoso giornalista Francesco Pezzi, editore e direttore sino al 1831 della Gazzetta di Milano, e di Caterina Tabacchi e sorella della poetessa e patriota mazziniana Giulietta Pezzi.

Dopo primaria sepoltura in un cimitero milanese, i suoi resti vennero portati all'Ossario Centrale dell'allora nuovo Cimitero Monumentale, e tumulati in una celletta.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica