Johann Joseph von Khevenhüller-Metsch

Johann Joseph von Khevenhüller-Metsch
Johann Joseph Khevenhüller-Metsch.jpg
Johann Joseph Khevenhüller-Metsch in una stampa d'epoca
Principe di Khevenhüller-Metsch
Stemma
In carica 1764 –
1776
Investitura 1764
Predecessore Titolo inesistente
Successore Johann Sigismund Friedrich von Khevenhüller-Metsch
Conte di Khevenhüller-Hochosterwitz
In carica 1742 –
1764
Predecessore Sigmund Friedrich von Khevenhüller
Successore Titolo elevato a principe
Trattamento Sua Altezza Serenissima
Nascita Vienna, 3 luglio 1706
Morte Vienna, 18 aprile 1776
Dinastia Khevenhüller-Metsch
Consorte Karolina von Metsch
Religione cattolicesimo

Johann Joseph von Khevenhüller-Metsch (Vienna, 3 luglio 1706Vienna, 18 aprile 1776) è stato un nobile, politico e diplomatico austriaco.

BiografiaModifica

Figlio di Sigmund Friedrich von Khevenhüller e della contessa Ernestine von Rosenberg, seconda moglie di suo padre, Johann Joseph sposò nel 1728 la contessa Karolina von Metsch, erede dell'ultimo conte imperiale di Metsch, il vice-cancelliere imperiale Johann Adolf von Metsch. Dal 1751 decise pertanto di mutare il proprio cognome di famiglia per sé e per i propri discendenti in Khevenhüller-Metsch. Con la moglie ebbe una figlia e due figli, di cui il secondo sarà Johann Sigismund Friedrich von Khevenhüller-Metsch.

La prima educazione, Johann Joseph la ricevette da un tutore privato provvistogli da suo padre. Successivamente studiò a Leida ed entrò nel 1725 nell'esercito in un reggimento della Bassa Austria. Nel 1727 ricevette il titolo onorifico di ciambellano imperiale e dall'anno successivo venne ammesso al Reichshofrat. Tra il 1734 e il 1737 prestò servizio come ambasciatore a Monaco, L'Aia ed a Copenaghen, ritornando quindi in patria.

Nel 1740, all'inizio del regno di Maria Teresa, divenne inviato straordinario a Dresda ed a Varsavia, cercando di collaborare per la preservazione della pace. Dopo il suo ritorno a Vienna, dal 1742 divenne Obersthofmarschall imperiale e nel 1745 fu ambasciatore per la Boemia all'elezione imperiale di Francesco I a Francoforte. Nello stesso anno l'imperatore lo nominò colonnello.

Nel 1764 presenziò all'incoronazione di Giuseppe II dove venne elevato dall'imperatore al titolo di principe imperiale, andando a completare la già prestigiosa onorificenza del Toson d'oro ricevuta nel 1744.

Insieme a suo padre comprò il castello di Riegersburg e lo fece ricostruire dall'architetto Franz Anton Pilgram in stile barocco. Nel 1751 istituì una fondazione per finanziare la presenza di un sacerdote nella vicina chiesa di Felling. Di grande importanza a livello storiografico riveste ancora oggi il suo diario che compilò per 33 anni.

Nel 1894, la Khevenhüllerstraße a Vienna venne intitolata proprio in suo nome.

OnorificenzeModifica

  Cavaliere dell'Ordine del Toson d'oro (ramo austriaco)

BibliografiaModifica

  • Adam Wolf: Aus dem Hofleben Maria Theresias. Nach den Memoiren des Fürsten Joseph Khevenhüller. Wien, 1859. [Das erste Kapitel bildet eine Biographie Khevenhüllers] S. 1 ff. Online
  • Pierer’s Universal-Lexikon, Band 9. Altenburg 1860, S. 459–460 Online

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN89001855 · ISNI (EN0000 0001 1683 290X · LCCN (ENnr88008254 · GND (DE11864159X · BNF (FRcb12090527q (data) · BAV (EN495/23596 · CERL cnp01324651 · WorldCat Identities (ENlccn-nr88008254
  Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie