Giovanni I di Sassonia-Lauenburg

Giovanni I di Sassonia-Lauenburg (1249Wittenberg, 30 luglio 1285) fu duca di Sassonia-Lauenburg e burgravio di Magdeburgo.

Il suo blasone

BiografiaModifica

Giovanni di Sassonia-Lauenburg era figlio del duca Alberto I di Sassonia e della terza moglie Elena di Brunswick-Lüneburg, una delle figlie di Ottone I di Brunswick-Lüneburg. Giovanni era il fratello minore del duca Alberto II di Sassonia e insieme a questi resse il ducato di Sassonia alla morte del padre nel 1260.

Dopo diverso tempo i due fratelli divisero la Sassonia in due ducati nel 1272 (o 1269 o 1282, a seconda delle diverse fonti e interpretazioni delle medesime). Giovanni ricevette il Sassonia-Lauenburg, comprendente le aree di Lauenburg e Hadeln, oltre all'area attorno a Otterndorf, nel basso Elba. Alberto II ottenne invece il Sassonia-Wittenberg attorno alla città di Belzig. Giovanni così facendo divenne di fatto il fondatore del ramo di Sassonia-Lauenburg. Nel 1282 egli rinunciò però al governo in favore dei suoi tre figli minori, anche se il loro zio Alberto II mantenne la reggenza a causa della loro minore età. Dopo aver lasciato il governo, Giovanni I entrò nel monastero francescano di Wittenberg, ove divenne priore.

Matrimonio e figliModifica

Nel 1270 Giovanni sposò Ingeborg Birgersdotter di Småland (1253 circa–30 giugno 1302, Mölln), figlia o nipote di Birger Jarl. La coppia ebbe otto figli, tra i quali citiamo:

BibliografiaModifica

  • Heinrich Kühne: Die Askanier. Drei Kastanien Verlag 1999. ISBN 3-933028-14-0
  • Georg Hirschfeld: Geschichte der Sächsisch-Askanischen Kurfürsten. Julius Sittenfeld, Berlin 1884
  • Gottfried Wenz: Das Franziskanermönchskloster in Wittenberg. In: Fritz Bünger, Gottfried Wentz: Die Bistümer der Kirchenprovinz Magdeburg. 3. Bd. Das Bistum Brandenburg 2. Teil. Walter de Gruyter & Co, Berlin, 1963, (Nachdruck von 1941) S. 372 f
  • Lorenz Friedrich Beck: Herrschaft u. Territorium der Herzöge von Sachsen-Wittenberg (1212–1422). Verlag für Berlin-Brandenburg, Potsdam 2000, ISBN 3-932981-63-4 (Referenzwerk)

Altri progettiModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN80670402 · GND (DE136302203 · CERL cnp01152686