Apri il menu principale

Giovanni Rossi (dirigente sportivo)

dirigente sportivo
Giovanni Rossi
Nazionalità Italia Italia
Altezza 180 cm
Peso 74 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Attaccante
Carriera
Giovanili
1983-1984 Carrarese
Squadre di club1
1984-1985 600px Vertical Red HEX-FB090B Black.svg Ceparana ? (?)
1985-1986 Viareggio 23 (2)
1986-1988 Sarzanese 64 (27)
1988 Alessandria 6 (1)
1988-1989 Ospitaletto 19 (3)
1989-1990 Suzzara 32 (2)
1990-1991 Ravenna 32 (8)
1991-1994 Fiorenzuola 94 (22)
1994-1995 Como 36 (5)
1995-1996 Alessandria 21 (5)
1996-1997 Ternana 32 (4)
1997-1998 Carrarese 32 (5)
1998-1999 Atletico Catania 17 (2)
1999-2000 Messina 44 (8)
2000-2001 Brescello 21 (5)
2001-2003 Aglianese 47 (12)
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Giovanni Rossi (Massa, 24 maggio 1966) è un dirigente sportivo ed ex calciatore italiano, di ruolo attaccante.

Indice

Caratteristiche tecnicheModifica

Era un centravanti abile nel gioco aereo[1][2], grazie alla propria stazza fisica[3]. Non particolarmente prolifico, prediligeva giocare al servizio dei compagni d'attacco[1].

CarrieraModifica

GiocatoreModifica

Cresciuto nelle giovanili della Carrarese[4], milita per diverse stagioni nei campionati dilettantistici tra Liguria e Toscana con Ceparana[4] e Viareggio prima di affermarsi con la maglia della Sarzanese, con cui realizza 27 reti in due stagioni ottenendo la promozione in Serie C2 nel 1987.

Si trasferisce quindi all'Alessandria[5]: disputa la Coppa Italia e la prima parte del campionato, e nel mercato autunnale passa all'Ospitaletto, sempre in Serie C2, a seguito di problemi di convivenza tattica con il compagno d'attacco Marescalco[6]. Milita poi nel Suzzara e nel Ravenna, mantenendosi su basse medie realizzative.

Nel 1991 viene acquistato dal Fiorenzuola, seguendo Pierluigi Busatta che era stato il suo allenatore nel Suzzara e nel Ravenna[7]. Dopo una prima stagione negativa[8], con 2 reti in 21 partite, nel campionato 1992-1993 va a segno 14 volte, contribuendo alla promozione dei valdardesi in Serie C1. Viene riconfermato, nonostante numerose richieste[8], anche nella stagione successiva, nella quale realizza 6 reti all'esordio in terza serie.

Nel 1994 passa al Como, neopromosso in Serie B e allenato da Marco Tardelli. Schierato regolarmente da titolare, mette a segni 5 reti in 31 partite, non sufficienti ad evitare la retrocessione dei lariani. Riconfermato all'inizio della stagione successiva, fa poi ritorno all'Alessandria, dapprima in prestito[9] e poi a titolo definitivo[10], offrendo un rendimento inferiore alle attese[10]. Nelle stagioni seguenti cambia casacca ogni anno, militando nella Ternana (con cui ottiene la promozione in Serie C1), nella Carrarese[4], nell'Atletico Catania e, da gennaio 1999, nel Messina, a seguito di uno scambio con Francesco Pannitteri[11]. Sullo Stretto rimane per un campionato e mezzo conquistando la terza promozione in Serie C1 della carriera[12][13].

Dopo un'annata nel Brescello, chiude la carriera con un biennio all'Aglianese[2]: realizza 10 reti nella stagione 2001-2002, portando i toscani alla promozione in Serie C2, e viene riconfermato anche per la stagione 2002-2003[14], l'ultima della sua carriera da calciatore.

Ha totalizzato 31 presenze in Serie B, tutte con la maglia del Como.

DirigenteModifica

Dopo il ritiro, rimane all'Aglianese ricoprendo il doppio incarico di direttore sportivo[15] e team manager[16] per la stagione 2003-2004. L'anno successivo passa al Prato, come direttore sportivo[17], prima di rientrare ad Agliana nella seconda parte della stagione 2005-2006[18].

Nel 2006 viene assunto dal Sassuolo, militante in Serie C2, sempre con le mansioni di direttore sportivo[19]. Rimane nel ruolo per quattro anni[20], nei quali la compagine neroverde approda per la prima volta nella sua storia in Serie B. Al termine del campionato 2009-2010 passa alla Juventus, con l'incarico di responsabile e direttore sportivo delle squadre giovanili[20][21].

Nell'estate 2013 torna al Sassuolo, nel frattempo promosso in Serie A, di nuovo come direttore sportivo[22][23]. Vi rimane fino al 2017, quando passa con la stessa mansione al Cagliari[24]. Viene esonerato il 9 aprile 2018.[25]

PalmarèsModifica

ClubModifica

Competizioni nazionaliModifica

Ternana: 1996-1997
Messina: 1999-2000
Sarzanese: 1986-1987
Aglianese: 2001-2002

NoteModifica

  1. ^ a b Il Novara vuole l'attaccante Rossi, La Stampa, 13 agosto 1996, pag.41 - sez. Novara
  2. ^ a b Aglianese più forte con Rossi, Il Tirreno, 31 agosto 2001
  3. ^ Carrarese, domenica da dimenticare, Il Tirreno, 15 settembre 1997
  4. ^ a b c Ecco Vitali, il direttore tecnico, Il Tirreno, 12 luglio 1997
  5. ^ Grigi con due bomber, La Stampa, 9 luglio 1988
  6. ^ L'Alessandria trova un ambiente ostile, La Stampa, 6 novembre 1988
  7. ^ Suzzara-Fiorenzuola, i precedenti Fiorenzuola1922.blogspot.com
  8. ^ a b I primi anni in Serie C, su fiorenzuola1922.blogspot.com. URL consultato l'8 gennaio 2010 (archiviato dall'url originale il 1º ottobre 2018). Fiorenzuola1922.blogspot.com
  9. ^ Grigi, ingaggiato il bomber Rossi, La Stampa, 6 ottobre 1995, pag.47
  10. ^ a b Grigi, è in arrivo Borgonovo?, La Stampa, 3 luglio 1996, pag.41 - sez. Alessandria
  11. ^ Colpo grosso dell'Avellino, arriva Rizzolo. Ancona, Atletico e Savoia: che rivoluzione, La Gazzetta dello Sport, 22 gennaio 1999
  12. ^ Stagione 1998-1999 Web.tiscali.it/Messinastory
  13. ^ Stagione 1999-2000 Web.tiscali.it/Messinastory
  14. ^ I nomi tra conferme e volti nuovi. Una rosa ampia ai nastri di partenza del campionato, Il Tirreno, 8 settembre 2002
  15. ^ Il diesse Rossi è già al lavoro, Il Tirreno, 11 agosto 2003, pag.11
  16. ^ L'Aglianese si mette in moto, Il Tirreno, 9 settembre 2003, pag.8
  17. ^ Primi movimenti, presi quattro giocatori, Il Tirreno, 30 luglio 2004, pag.11
  18. ^ Tornano in neroverde Doni, Rossi e Agostiniani, Il Tirreno, 8 gennaio 2006, pag.9
  19. ^ Sassuolo, ecco Giovanni Rossi, La Gazzetta di Modena, 20 giugno 2006, pag.35
  20. ^ a b Gazzetta - Juve, Giovanni Rossi potrebbe tornare al Sassuolo Tuttojuve.com
  21. ^ Rossi saluta: «Lascio un piccolo gioiello», La Gazzetta di Modena, 16 giugno 2010, pag.36
  22. ^ Giovanni Rossi, un laureato a Sassuolo, La Gazzetta di Modena, 3 luglio 2013
  23. ^ La società Archiviato il 9 settembre 2012 in Archive.is. Sassuolocalcio.it
  24. ^ Sassuolo, Giovanni Rossi lascia: è il nuovo ds del Cagliari Corrieredellosport.it
  25. ^ Comunicato della società cagliaricalcio.com

Collegamenti esterniModifica