Apri il menu principale

Giovanni Siorpaes

alpinista austro-ungarico

Giovanni Cesare Siorpaes "Salvador" (Cortina d'Ampezzo, 18 novembre 1869Cortina d'Ampezzo, 6 aprile 1909) è stato un alpinista italiano con cittadinanza austro-ungarica.

BiografiaModifica

Quartogenito della grande guida Santo Siorpaes (1832-1900) e della prima moglie Maria Costanza Apollonio (1836-1872), battezzato fin dalla gioventù "Jan de Santo" per ascendenza paterna, Giovanni nacque nella frazione di Staulin d'Ampezzo il 18 novembre 1869. Seguendo il genitore e il fratello Pietro (1868-1953, guida dal 1887), a ventun anni ottenne l'autorizzazione a svolgere la professione di guida alpina (1890).

Iniziò da allora una robusta attività sui monti, caratterizzata da una ventina di prime salite, quasi metà delle quali nell'allora inesplorato gruppo dei Cadini di Misurina, portate a termine con i migliori alpinisti dell'epoca, tra cui Theodor von Wundt, Felix Potti e soprattutto con il famoso fisico e barone ungherese Loránd Eötvös e le sue figlie, baronesse Ilona e Rolanda Eötvös, con cui fece molte delle sue ascensioni.

Ripeté inoltre numerosi itinerari classici allora in voga sulle Dolomiti Ampezzane e nei dintorni ed aprì numerose vie. tra cui la più famosa è senz'altro la via Dimai (1º agosto 1901 A. Dimai, G. Siorpaes, A. Verzi, I. e R. von Eötvös) sulla parete sud della Tofana di Rozes. Per ben quindici anni quella fu l'unica via dell'imponente parete della montagna.

Grazie ai risparmi ottenuti dalla professione di guida alpina, nei primi anni del Novecento riuscì a costruire un albergo a Cimabanche, ma morì prematuramente a quarant'anni nel 1909 in un banale incidente. Infatti, mentre si dirigeva su di un carro verso Cortina proprio da Cimabanche, incontrò una delle prime e rarissime automobili dell'epoca. I cavalli che trainavano il carro si spaventarono alla vista dello sconosciuto mezzo, facendo ribaltare il carro: Giovanni rimase gravemente ferito. Indebolito dai traumi, morì di polmonite la primavera successiva.

Vette conquistate per primoModifica

Vie aperteModifica

BibliografiaModifica

  • Dolomiti Agordine F.Donetto, G.Pizzolato Danilo Zanetti Editore - Montebelluna, 2009
  • Guida ai rifugi delle Dolomiti - Veneto, Friuli Venezia Giulia, Trentino-Alto Adige R.Zanolli Dario De Bastiani Editore - Vittorio Veneto, 2009
  • Il Cammino delle Dolomiti autori vari Provincia di Belluno, 2008
  • Dolomiti - Croda Rossa d'Ampezzo P.Beltrame Michele Beltrame Editore - Maniago, 2008
  • Pale di San Lucano - Lo Yosemite delle Dolomiti A.Gogna Nuovi Sentieri - Belluno, 2008
  • Lavaredo - Direttissima A.Hasse, J.Lehne Nuovi Sentieri - Belluno, 2008
  • Dolomiti, orizzonte 3000 A.Gogna, P.Lazzarin Panorama Editrice - Trento, 2008
  • La nuova guida del Catinaccio A.Bernard Edizioni Mediterranee - Roma, 2008
  • Sulle tracce di pionieri e camosci - Vie normali nel Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi V.Mason Ed. Versante Sud - 2008
  • Sassolungo e Sella L. Visentini Athesia
  • Dolomiti - Sentieri di storia e leggenda F. De Battaglia, L. Marisaldi Zanichelli Editore - Bologna, 2007
  • Dolomiti - il grande libro delle pareti Stefano Ardito Zanichelli Editore
  • Dolomiti - Giorni Verticali Stefano Ardito Edizioni Versante Sud - Milano, 2007
  • Vie Normali delle Dolomiti: Marmolada Roberto Ciri Nordpress Edizioni - 2007
  • Marmolada - Parete Sud Maurizio Giordani Versante Sud Edizioni - Milano 2007
  • Dolomiti 5 - Sesto, Dobbiaco, Braies F. Hauleitner Edizioni Rauther
  • Pale di San Martino E. Husler, L. De Franceschi Tamari Montagna Edizioni, Padova 2006
  • Civetta Moiazza Giorgio Fontanive Bolzano, 1989
  • Vie ferrate nelle Dolomiti (2 Vol.) R. Oberarzbacher Edizioni Kompass
  • Dolomiti del Comelico e di Sappada Autori Vari Nuove Edizioni Dolomiti
  • Dolomiti della Valle del Boite Camillo Berti Nuove Edizioni Dolomiti
  • Gruppo della Civetta L. Visentini, M. Crespan Ed. LVE Cimolais - Athesia Bolzano 2000
  • Il Teriòl Ladin - Anello del Col di Lana Gilberto Salvatore Cai Livinallongo e Associazioni Culturali Ladine delle Dolomiti di Sella
  • L'avventura dolomitica di Viktor Wolf von Glanvell D.Pianetti Edizioni Ghedina Cortina (premio "Antonio Berti")
  • Arabba e il Fodom Gilberto Salvatore Cai Livinallongo
  • Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi M.Minute, E.Damin Danilo Zanetti Editore - 1998
  • Dolomiti - il grande libro delle vie normali G.Buscaini, S.Metzeltin Zanichelli, 1995
  • Parco Nazionale delle Dolomiti Bellunesi G.Dal Mas, B.Tolot Edizioni Ghedina Cortina
  • Falcade e l'alta Val Biois Dario Fontanive Edizioni Turismo Veneto
  • Sassolungo Ivo Rabanser Cai-Tci Guida dei Monti d'Italia
  • Pale di San Martino Ovest De Franceschi, Buscaini Cai-Tci Guida dei Monti d'Italia, 2003
  • Schiara P.Rossi Cai-Tci Guida dei Monti d'Italia, 1982
  • Pelmo e Dolomiti di Zoldo G. Angelini, P. Sommavilla Cai-Tci Guida dei Monti d'Italia, 1983
  • Dolomiti Orientali Antonio Berti Cai-Tci Guida dei Monti d'Italia, 1971
  • Gruppo di Sella F.Favretto, A.Zannini Cai-Tci Guida dei Monti d'Italia