Giovanni Stracuzzi

calciatore, allenatore di calcio e dirigente sportivo italiano
Giovanni Stracuzzi
Giovanni Stracuzzi.jpg
Nazionalità Italia Italia
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Mediano
Termine carriera 1926 - giocatore
1925 - allenatore
Carriera
Squadre di club1
1919Avanti Savoia? (?)
1919-1922Messinese(?)
1922-1924Messina9 (1)
1924-1926Messinese7 (2)
Carriera da allenatore
1922-1925Messina
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Giovanni Stracuzzi (Messina, 12 gennaio 19016 agosto 1967) è stato un calciatore, allenatore di calcio e dirigente sportivo italiano.

Giocava come mediano, e a fine carriera è stato anche direttore sportivo. Era soprannominato Giovanni pedi i bancu signa i golli i mezzu campu perché una volta era riuscito a segnare una rete da metà campo.

Disputò la sua carriera interamente al Messina, giocando in diverse società cittadine: Unione Sportiva Messinese e Messina Football Club.

CarrieraModifica

Savoia e U.S. MessineseModifica

Iniziò a giocare dopo la prima guerra mondiale nell'Avanti Savoia di Messina. Nel novembre 1919, non appena la squadra confluì nell'Unione Sportiva Messinese, Stracuzzi fu tra i primi a giocare nella nuova società. Giocò nel torneo calabro-siciliano e nella Coppa Federale Siciliana[1]. Nel 1920 la Messinese prese parte a varie competizioni amichevoli, vincendo la Coppa Sant'Agata e la Coppa Piemonte[2].

Stracuzzi fu il vice capitano (dietro Nazzareno Allegra) dell'U.S. Messinese, una delle sei squadre che presero parte al primo girone siciliano della Prima Divisione italiana, organizzato dalla Confederazione Calcistica Italiana. Durante la prima stagione, giocò almeno 4 delle 10 partite di campionato, in cui la società peloritana arrivò seconda alle spalle del Palermo[3].

F.C. MessinaModifica

Nell'ottobre-novembre 1922 Stracuzzi gioca alcune amichevoli con le maglie dell'Umberto I e del Messina Sporting Club, le altre due squadre peloritane che avevano preso parte al campionato. In novembre, le tre squadre si fondono nel Messina Football Club. Con la partenza di Allegra, Giovanni Stracuzzi ricopre il doppio incarico di come giocatore-allenatore, vestendo la fascia di capitano. La squadra si conferma seconda forza regionale, dietro alla Libertas Palermo. A fine stagione il Messina disputa uno spareggio per la conferma della categoria contro la Peloro, ma Stracuzzi non vi partecipa[4].

Scomparsa la Libertas Palermo, nel 1923-24 solo Messina e Palermo si disputano la supremazia regionale: Stracuzzi è ancora capitano, ma ancora una volta la qualificazione alle finali interregionali sfuma allo spareggio[5].

Il ritorno alla MessineseModifica

Nel 1924-25 il Messina Football Club deve rinunciare alla categoria e Stracuzzi decide di passare alla rinata Unione Sportiva Messinese, società già vincitrice della Seconda Divisione siciliana e che rappresentava pertanto il calcio messinese. Con una doppia vittoria (2-0 a tavolino all'andata in trasferta e 1-0 con la decisiva rete personale al ritorno in casa), la Messinese si qualifica per le semifinali interregionali del campionato nazionale. Nel gruppo B incontra Alba S.S. Roma, U. S. Cavese e Liberty Bari, ma ottiene solo due pareggi e quattro sconfitte[6].

Nel 1925-1926 arrivò al Messina l'attaccante romano Gottardi, che ricoprì anche il ruolo di allenatore. Stracuzzi rimase ai margini della squadra, confermatasi campione regionale, giocando solo le prime due partite delle semifinali interregionali contro Liberty Bari e Internaples[7].

Arsenale MessinaModifica

Anni dopo, Stracuzzi rientrò nel mondo del calcio venendo ingaggiato come direttore sportivo dell'Arsenale Messina. Nel 1944 la seconda guerra mondiale era appena terminata in Sicilia, in seguito allo sbarco degli alleati; si era organizzato subito un Campionato di guerra. La squadra peloritana vinse il girone eliminatorio e arrivò terza nel girone dei quarti di finale.

NoteModifica

PalmarèsModifica

Messina FC: 1924-1925

Collegamenti esterniModifica