Apri il menu principale
Italia Giro di Lombardia 2015
Il Lombardia 2015 profile.svg
Profilo della gara
Edizione109ª
Data4 ottobre
PartenzaBergamo
ArrivoComo
Percorso245 km
Tempo6h16'28"
Media39,047 km/h
Valida perUCI World Tour 2015
Ordine d'arrivo
PrimoItalia Vincenzo Nibali
SecondoSpagna Daniel Moreno
TerzoFrancia Thibaut Pinot
Cronologia
Edizione precedenteEdizione successiva
Giro di Lombardia 2014Giro di Lombardia 2016

Il Giro di Lombardia 2015, centonovesima edizione della "classica delle foglie morte" e valido come ventisettesima prova dell'UCI World Tour 2015, si è disputato domenica 4 ottobre 2015, su un percorso di 245 chilometri, partendo da Bergamo e arrivando a Como. Le asperità più significative del percorso sono state il Muro di Sormano, la salita per Civiglio e il San Fermo della Battaglia. La vittoria è stata conseguita dall'italiano Vincenzo Nibali, davanti allo spagnolo Daniel Moreno e al francese Thibaut Pinot.[1]

Indice

PercorsoModifica

Partenza da Bergamo in direzione sud attraversando, nei primi 40 km, la pianura bergamasca per risalire la val Cavallina fino a Casazza dove si affronta la prima salita della corsa: il Colle Gallo (763 m), seguito da una discesa veloce fino a rientrare dalla Val Seriana su Bergamo. Ci si immette quindi nuovamente in strade di pianura che conducono in Brianza. Passaggio breve per Colle Brianza (533 m) e discesa su Pescate per puntare su Valmadrera e poi in direzione Oggiono e, infine, attraverso Pusiano, Asso e la discesa su Onno portarsi a Bellagio dove inizia la salita del Ghisallo (754 m). Salita con pendenze fino al 14% su strada ampia con diversi tornanti. La discesa, molto veloce per lunghi rettilinei, si interrompe a Maglio dove immediatamente inizia la salita che porta alla Colma di Sormano (1124 m). Alcuni chilometri di media pendenza e quindi, poche centinaia di metri dopo Sormano, si imbocca a sinistra il Muro (2 km al 15%) su strada stretta, molto ripida, con pendenze massime che superano il 25% fino a sfiorare il 30%. Superata la Colma segue la discesa (in falsopiano nella prima parte, poi molto tecnica con molti tornanti e carreggiata ristretta) su Nesso dove si riprende la strada costiera per raggiungere Como. Si affronta la dura salita verso Civiglio (614 m) con pendenze praticamente sempre al 10% per ridiscendere a Como e affrontare l'ultima salita di San Fermo della Battaglia (397 m).

Ultimi 10 km che iniziano dentro l'abitato di Como, si seguono larghi vialoni fino al sottopasso ferroviario dove inizia la salita finale di San Fermo della Battaglia. La pendenza è attorno al 7%. Si superano diversi tornanti fino allo scollinamento che avviene attorno ai 5 km dall'arrivo. La discesa su strada larga termina all'ultimo chilometro.[2]

Squadre partecipantiModifica

N. Cod. Squadra
1-8 TCG   Team Cannondale-Garmin
11-18 ALM   AG2R La Mondiale
21-28 AND   Androni Giocattoli-Sidermec
31-38 AST   Astana Pro Team
41-48 BAR   Bardiani-CSF
51-58 BMC   BMC Racing Team
61-68 BOA   Bora-Argon 18
71-78 CCC   CCC Sprandi Polkowice
81-88 COL   Colombia
91-98 EQS   Etixx-Quick Step
101-108 FDJ   FDJ
111-118 IAM   IAM Cycling
121-128 LAM   Lampre-Merida
N. Cod. Squadra
131-138 LTS   Lotto-Soudal
141-148 MOV   Movistar Team
151-158 NIP   Nippo-Vini Fantini
161-168 OGE   Orica-GreenEDGE
171-178 STH   Southeast Pro Cycling Team
181-188 TGA   Team Giant-Alpecin
191-198 KAT   Team Katusha
201-208 TLJ   Team Lotto NL-Jumbo
211-218 SKY   Team Sky
221-228 TCS   Tinkoff-Saxo
231-238 TFR   Trek Factory Racing
241-248 UHC   UnitedHealthcare

Ordine d'arrivo (Top 10)Modifica

NoteModifica

  1. ^ Ciclismo, Vincenzo Nibali vince il giro di Lombardia, Il Sole 24 ORE, 4 ottobre 2015. URL consultato il 4 ottobre 2015.
  2. ^ Giro Lombardia, su www.gazzetta.it. URL consultato il 30 settembre 2015.

Collegamenti esterniModifica