Giudici della Corte costituzionale della Repubblica Italiana

La Corte costituzionale della Repubblica Italiana è composta di quindici giudici, nominati per un terzo dal Presidente della Repubblica, per un terzo dal Parlamento in seduta comune e per un terzo dalle supreme magistrature ordinaria e amministrative (art. 135 primo comma Cost.).

Indice

Elezione dei giudici della CorteModifica

L'art. 135, comma 1 della Costituzione afferma che la Corte costituzionale è composta di quindici giudici nominati:

  • tre sono eletti da un collegio del quale fanno parte il presidente, il procuratore generale, i presidenti di sezione, gli avvocati generali, i consiglieri e i sostituti procuratori generali della Corte di cassazione;
  • uno da un collegio del quale fanno parte il presidente, i presidenti di sezione e i consiglieri del Consiglio di Stato;
  • uno da un collegio del quale fanno parte il presidente, i presidenti di sezione, i consiglieri, il procuratore generale e i viceprocuratori generali della Corte dei conti.

Questa struttura mista è finalizzata a conferire equilibrio alla Corte costituzionale: per favorire tale equilibrio il costituente associa, nella composizione dell'organo, l'elevata preparazione tecnico-giuridica e la necessaria sensibilità politica.

I giudici della Corte costituzionale sono scelti tra i magistrati anche a riposo delle giurisdizioni superiori ordinaria e amministrative, i professori ordinari di università in materie giuridiche e gli avvocati dopo venti anni di esercizio (comma 2).

Nomina parlamentareModifica

I giudici della Corte costituzionale che nomina il Parlamento sono eletti da questo in seduta comune delle due Camere, a scrutinio segreto e con la maggioranza dei due terzi dei componenti l'Assemblea. Per gli scrutini successivi al terzo è sufficiente la maggioranza dei tre quinti dei componenti l'Assemblea. (art. 3 legge cost.).

Fino all'entrata in vigore di tale legge costituzionale, vigevano i quorum previsti dai commi 1 e 2 (abrogati) dell'art. 3 legge n. 87 del 1953, secondo cui per i primi due scrutini era necessaria la maggioranza dei tre quinti dei componenti l'Assemblea, mentre per gli scrutini successivi al secondo era sufficiente la maggioranza dei tre quinti dei votanti.

Nomina presidenzialeModifica

I giudici della Corte costituzionale, la cui nomina spetta al Presidente della Repubblica, sono nominati con suo decreto. Il decreto è controfirmato dal Presidente del Consiglio dei ministri (art. 4 legge n. 87 del 1953).

La nomina dei giudici da parte del Presidente della Repubblica richiede la controfirma ministeriale del Presidente del Consiglio dei Ministri (si tratta, in questo caso, di un atto complesso diseguale sostanzialmente presidenziale; il requisito della firma ministeriale rappresenta un atto di controllo e non un requisito della proposta del Governo; questo punto e' stato molto discusso, siccome alcuni hanno ritenuto che lo status di proponente del ministro che controfirma gli atti presidenziali equivalga allo status di competenza del ministro – opinione confermata dalla Corte Costituzionale stessa nella sentenza 200/2006; questo apre la possibilitá di dare alla maggioranza politica la potenziale maggioranza dei giudici Costituzionali: i 5 nominati dal Presidente della Repubblica su controfirma del Governo, ed almeno tre nominati dalla maggioranza parlamentare, fra i cinque totali nominati dal Parlamento in seduta comune).[senza fonte]

È competenza della Corte costituzionale accertare l'esistenza dei requisiti soggettivi di ammissione dei propri componenti (...), deliberando a maggioranza assoluta dei suoi componenti (art. 2 legge cost. n. 2 del 1967).

Le deliberazioni della Corte relative alla validità dei titoli di ammissione dei giudici sono depositate nella cancelleria. Dopo che la Corte ha accertato la validità dei titoli di ammissione dei giudici, il Presidente ne dà comunicazione al Presidente dell'organo dal quale il nuovo giudice proviene. Successivamente, i giudici sono ammessi a prestare giuramento (artt. 11 e 12 Regolamento Corte).

Nomina da parte delle supreme magistratureModifica

I giudici della Corte la cui nomina spetta alle supreme magistrature ordinaria e amministrative sono eletti:

  • tre da un collegio del quale fanno parte il presidente della Corte di cassazione che lo presiede, il procuratore generale, i presidenti di sezione, gli avvocati generali, i consiglieri e i sostituti procuratori generali della Corte di cassazione (art. 2 c. 1 lett. a) legge n. 87 del 1953);
  • uno da un collegio del quale fanno parte il presidente del Consiglio di Stato che lo presiede, i presidenti di sezione e i consiglieri del Consiglio di Stato (art. 2 c. 1 lett. b));
  • uno da un collegio del quale fanno parte il presidente della Corte dei conti che lo presiede, i presidenti di sezione, i consiglieri, il procuratore generale e i viceprocuratori generali della Corte dei conti (art. 2 c. 1 lett. c)).

I componenti di ciascun collegio possono votare per un numero di candidati pari a quello dei giudici che il collegio deve eleggere. Si considerano non iscritti i nomi eccedenti tale numero (art. 2 c. 2).

Sono proclamati eletti coloro che ottengono il maggior numero di voti purché raggiungano la maggioranza assoluta dei componenti del collegio. Qualora nella prima votazione non si raggiunga tale maggioranza, si procede, nel giorno successivo, a votazione di ballottaggio tra i candidati, in numero doppio dei giudici da eleggere, che abbiano riportato il maggior numero di voti; sono proclamati eletti coloro che ottengono la maggioranza relativa. A parità di voti è proclamato eletto o entra in ballottaggio il più anziano di età (cfr. art. 4 legge cost. n. 2 del 1967).

Presidente e vicepresidenteModifica

La Corte elegge fra i suoi componenti il presidente che rimane in carica 3 anni (fino al 1967, 4 anni) ed è rieleggibile, fatti salvi i termini di scadenza del mandato di giudice [1] (art. 135 comma 5 Cost.)

L'elezione del Presidente ha luogo a scrutinio segreto sotto la presidenza del giudice più anziano di carica. Funzionano da scrutatori i due giudici meno anziani. Avvenuta la proclamazione, gli scrutatori distruggono le schede della votazione (art. 7 commi 1, 3, 4 Regolamento Corte).

Nel caso nessuno riporti la maggioranza dei componenti, si procede ad una nuova votazione e, dopo di questa, eventualmente, alla votazione di ballottaggio tra i candidati che hanno ottenuto il maggior numero di voti e si proclama eletto chi abbia riportato la maggioranza. In caso di parità è proclamato eletto il più anziano di carica e, in mancanza, il più anziano di età (art. 6 commi 1 e 2 legge n. 87 del 1953).

Il Presidente, subito dopo l'insediamento nella carica, designa un giudice destinato a sostituirlo per il tempo necessario in caso di impedimento (art. 6 co. 4); tale giudice assume il titolo di vicepresidente, ai sensi dell'art. 22-bis del Regolamento della Corte; un secondo vicepresidente può essere nominato dalla Corte su proposta del Presidente.

Mandato dei giudiciModifica

I giudici hanno l'obbligo d'intervenire alle sedute della Corte quando non siano legittimamente impediti (art. 6 comma 1 Regolamento Corte).

Durata del mandatoModifica

I giudici della Corte, prima di assumere le funzioni, prestano giuramento di osservare la Costituzione e le leggi, nelle mani del Presidente della Repubblica, alla presenza dei Presidenti delle Camere (art. 5 legge n. 87 del 1953).

Il mandato, decorrente dal giorno del giuramento e non rinnovabile, inizialmente durava 12 anni; dal 1967 è stato ridotto a 9 anni [2] (cfr. art. 135 comma 3 Cost.).

Tra i giudici che prestano giuramento nello stesso giorno, viene considerato il più anziano quello di maggiore età (art. 13 comma 2 Regolamento Corte).

Scadenza del mandatoModifica

Alla scadenza del termine il giudice costituzionale cessa dalla carica e dall'esercizio delle funzioni (art. 135 comma 4 Cost.) (divieto di cd. prorogatio). Tale comma è stato aggiungo dalla legge costituzionale 2/1967, quando la Corte, nel silenzio della carta fondamentale, aveva riconosciuto esplicitamente la prorogatio (all'art. 18 del Regolamento generale) di fronte ai ritardi del Parlamento in seduta comune nell'elezione dei giudici della Corte di sua spettanza e di fronte al pericolo di una paralisi del collegio.

Della cessazione dalla carica di giudice il Presidente dà comunicazione all'organo che ha nominato il giudice. In ogni caso, di tale cessazione si dà anche notizia al Presidente della Repubblica e ai Presidenti dei due rami del Parlamento (art. 8 Regolamento Corte; cfr. art. 5 comma 1 legge cost. n. 2 del 1967).

I giudici cessati dall'ufficio, sempre che siano stati in carica per almeno quattro anni, assumono il titolo di giudice emerito (art. 20 Regolamento Corte).

CompatibilitàModifica

L'ufficio di giudice della Corte è incompatibile con quello di membro del Parlamento, di un Consiglio regionale, con l'esercizio della professione di avvocato e con ogni carica ed ufficio indicati dalla legge (art. 135 comma 6 Cost.).

I giudici della Corte non possono assumere o conservare altri uffici o impieghi pubblici o privati, né esercitare attività professionali, commerciali o industriali, funzioni di amministratore o sindaco in società che abbiano fine di lucro. Durante il periodo di appartenenza alla Corte i giudici che siano magistrati in attività di servizio, o professori universitari, non potranno continuare nell'esercizio delle loro funzioni. Essi saranno collocati fuori ruolo per tutto il periodo in cui restano in carica e fino a quando non raggiungono i limiti di età per essere collocati a riposo. I giudici della Corte non possono far parte di commissioni giudicatrici di concorso, né ricoprire cariche universitarie e non possono essere candidati in elezioni amministrative o politiche (art. 7 commi 1, 2, 3 e 5 legge n. 87 del 1953).

I giudici della Corte non possono svolgere attività inerente ad una associazione o partito politico (art. 8 legge n. 87).

Sulle questioni relative alle incompatibilità dei giudici decide esclusivamente la Corte (art. 14 Regolamento Corte).

Rimozione o sospensioneModifica

I giudici della Corte non possono essere rimossi né sospesi dal loro ufficio se non con decisione della Corte, per sopravvenuta incapacità fisica o civile o per gravi mancanze nell'esercizio delle loro funzioni (art. 3 comma 1 legge cost. n. 1 del 1948).

I giudici della Corte possono essere rimossi o sospesi dal loro ufficio solo in seguito a deliberazione della Corte presa a maggioranza di due terzi dei componenti che partecipano all'adunanza.

Il giudice della Corte che per sei mesi non eserciti le sue funzioni decade dalla carica (artt. 7 e 8 legge cost. n. 1 del 1953).

Nel caso in cui si debba procedere alla sospensione o rimozione o alla pronuncia di decadenza di un giudice (...), il Presidente convoca la Corte, previa deliberazione dell'Ufficio di presidenza (art. 16 comma 1 Regolamento Corte).

Le dimissioni del giudice devono essere presentate alla Corte. La deliberazione con la quale la Corte accetta le dimissioni è depositata in cancelleria (art. 17 Regolamento Corte).

ImmunitàModifica

Finché durano in carica, i giudici della Corte godono dell'immunità accordata nel secondo comma dell'art. 68 Cost. ai membri delle due Camere. L'autorizzazione ivi prevista è data dalla Corte costituzionale. (art. 3 comma 2 legge cost. n. 1 del 1948).

I giudici della Corte non sono sindacabili, né possono essere perseguiti per le opinioni espresse e i voti dati nell'esercizio delle loro funzioni (art. 5 legge cost. n. 1 del 1953).

Le domande dell'autorità competente per sottoporre a procedimento penale o procedere all'arresto di un giudice della Corte sono trasmesse alla Corte stessa per il tramite del Ministero della giustizia (art. 9 legge n. 87).

Qualora pervenga alla Corte la richiesta di autorizzazione (...), il Presidente nomina una commissione di tre giudici per la relazione e fissa la seduta della Corte per un giorno non successivo al trentesimo da quello in cui è pervenuta la richiesta. Della richiesta e della convocazione è data notizia al giudice, che può prendere visione degli atti depositati presso la presidenza. Il giudice può presentare memorie scritte e ha diritto di essere ascoltato, quando ne faccia richiesta. La deliberazione della Corte è presa a scrutinio segreto ed è depositata nella cancelleria (art. 15 Regolamento Corte).

Tutti i provvedimenti che la Corte adotta nei confronti dei giudici (...) sono deliberati in camera di consiglio ed a maggioranza dei suoi componenti; essi devono essere motivati e sono resi pubblici (...) (art. 11 legge n. 87).

RetribuzioneModifica

I giudici della Corte hanno tutti egualmente una retribuzione corrispondente al più elevato livello tabellare che sia stato raggiunto dal magistrato della giurisdizione ordinaria investito delle più alte funzioni, aumentato della metà e corrispondente quindi a 360.000 euro lordi all'anno (all'incirca 12.618 euro netti al mese nel 2015)[3]. Al Presidente è inoltre attribuita una indennità di rappresentanza pari ad un quinto della retribuzione. Tale trattamento sostituisce ed assorbe quello che ciascuno, nella sua qualità di funzionario di Stato o di altro ente pubblico, in servizio o a riposo, aveva prima della nomina a giudice della Corte (art. 12 commi 1 e 2 legge n. 87; cfr. art. 6 legge cost. n. 1 del 1953).

Le retribuzioni e le indennità spettanti ai giudici sono a carico del bilancio della Corte (art. 19 Regolamento Corte).

Elenco cronologicoModifica

La data di inizio del mandato è quella del giuramento e non quella di designazione.[4][5][6][7] In grassetto i giudici costituzionali in carica.[8]
I giudici sono elencati in ordine di data di giuramento, di designazione e di età. L'elenco è aggiornato al 13 novembre 2017, data dell'ultima variazione.

Giudice Qualifica Autorità designante Designazione Giuramento Fine mandato Presidente Vicepresidente
Battaglini, Ernesto Ernesto Battaglini Avvocato generale Corte di cassazione 11953-05-1919 maggio 1953 11955-12-1515 dicembre 1955 11960-07-033 luglio 1960[9]
Papaldo, Antonino Antonino Papaldo Magistrato amministrativo Consiglio di Stato 11953-03-1919 marzo 1953 11955-12-1515 dicembre 1955 11967-12-1515 dicembre 1967 1966 - 1967
Lampis, Giuseppe Giuseppe Lampis Magistrato ordinario giudicante Corte di cassazione 11953-10-077 ottobre 1953 11955-12-1515 dicembre 1955 11956-05-3030 maggio 1956[9]
Cosatti, Mario Mario Cosatti Magistrato contabile Corte dei conti 11954-05-1515 maggio 1954 11955-12-1515 dicembre 1955 11963-02-044 febbraio 1963[9] 1962 - 1963
Gabrieli, Francesco Pantaleo Francesco Pantaleo Gabrieli Magistrato ordinario giudicante Corte di cassazione 11955-11-1313 novembre 1955 11955-12-1515 dicembre 1955 11962-07-1515 luglio 1962[9]
Ambrosini, Gaspare Gaspare Ambrosini Professore ordinario Parlamento in seduta comune 11955-11-1515 novembre 1955 11955-12-1515 dicembre 1955 11967-12-1515 dicembre 1967 1962 - 1967 1961 - 1962
Bracci, Mario Mario Bracci Professore ordinario Parlamento in seduta comune 11955-11-1515 novembre 1955 11955-12-1515 dicembre 1955 11959-05-1515 maggio 1959[9]
Cappi, Giuseppe Giuseppe Cappi Avvocato Parlamento in seduta comune 11955-11-3030 novembre 1955 11955-12-1515 dicembre 1955 11963-07-1212 luglio 1963[9] 1961 - 1962 1961
Jaeger, Nicola Nicola Jaeger Professore ordinario Parlamento in seduta comune 11955-11-3030 novembre 1955 11955-12-1515 dicembre 1955 11967-12-1515 dicembre 1967
Cassandro, Giovanni Giovanni Cassandro Professore ordinario Parlamento in seduta comune 11955-11-3030 novembre 1955 11955-12-1515 dicembre 1955 11967-12-1515 dicembre 1967
De Nicola, Enrico Enrico De Nicola Avvocato Presidente della Repubblica 11955-12-033 dicembre 1955 11955-12-1515 dicembre 1955 11957-03-2626 marzo 1957[10] 1956 - 1957
Azzariti, Gaetano Gaetano Azzariti Magistrato ordinario giudicante Presidente della Repubblica 11955-12-033 dicembre 1955 11955-12-1515 dicembre 1955 11961-01-055 gennaio 1961[9] 1957 - 1961 1956 - 1957
Perassi, Tomaso Tomaso Perassi Professore ordinario Presidente della Repubblica 11955-12-033 dicembre 1955 11955-12-1515 dicembre 1955 11960-11-033 novembre 1960[9] 1957 - 1960
Capograssi, Giuseppe Giuseppe Capograssi Professore ordinario Presidente della Repubblica 11955-12-033 dicembre 1955 11955-12-1515 dicembre 1955 11956-04-2323 aprile 1956[9]
Castelli Avolio, Giuseppe Giuseppe Castelli Avolio Magistrato amministrativo Presidente della Repubblica 11955-12-033 dicembre 1955 11955-12-1515 dicembre 1955 11966-07-1515 luglio 1966[9] 1963 - 1966
Petrocelli, Biagio Biagio Petrocelli Professore ordinario Presidente della Repubblica 11956-05-055 maggio 1956 11956-05-099 maggio 1956 11968-05-099 maggio 1968 1967 - 1968
Manca, Antonio Antonio Manca Magistrato ordinario requirente Corte di cassazione 11956-06-2323 giugno 1956 11956-07-033 luglio 1956 11968-07-033 luglio 1968
Sandulli, Aldo Mazzini Aldo Mazzini Sandulli Professore ordinario Presidente della Repubblica 11957-03-3030 marzo 1957 11957-04-044 aprile 1957 11969-04-044 aprile 1969 1968 - 1969
Branca, Giuseppe Giuseppe Branca Professore ordinario Parlamento in seduta comune 11959-07-022 luglio 1959 11959-07-099 luglio 1959 11971-07-099 luglio 1971 1969 - 1971 1968 - 1969
Fragali, Michele Michele Fragali Magistrato ordinario giudicante Corte di cassazione 11960-07-2020 luglio 1960 11960-08-022 agosto 1960 11972-08-022 agosto 1972 1969 - 1972
Mortati, Costantino Costantino Mortati Professore ordinario Presidente della Repubblica 11960-12-022 dicembre 1960 11960-12-2020 dicembre 1960 11972-12-2020 dicembre 1972 1972
Chiarelli, Giuseppe Giuseppe Chiarelli Professore ordinario Presidente della Repubblica 11961-02-022 febbraio 1961 11961-02-1616 febbraio 1961 11973-02-1616 febbraio 1973 1971 - 1973
Verzì, Giuseppe Giuseppe Verzì Magistrato ordinario giudicante Corte di cassazione 11962-07-2727 luglio 1962 11962-08-011º agosto 1962 11974-08-011º agosto 1974 1972 - 1974
Benedetti, Giovanni Battista Giovanni Battista Benedetti Magistrato contabile Corte dei conti 11963-02-2626 febbraio 1963 11963-07-1111 luglio 1963 11975-07-1111 luglio 1975 1974 - 1975
Bonifacio, Francesco Paolo Francesco Paolo Bonifacio Professore ordinario Parlamento in seduta comune 11963-10-022 ottobre 1963 11963-10-2525 ottobre 1963 11975-10-2525 ottobre 1975 1973 - 1975
Oggioni, Luigi Luigi Oggioni Magistrato ordinario giudicante Presidente della Repubblica 11966-08-1616 agosto 1966 11966-09-2929 settembre 1966 11978-09-2929 settembre 1978 1975 - 1978
De Marco, Angelo Angelo De Marco Magistrato amministrativo Consiglio di Stato 11967-12-1717 dicembre 1967 11968-01-1010 gennaio 1968 11977-01-1010 gennaio 1977
Rocchetti, Ercole Ercole Rocchetti Avvocato Parlamento in seduta comune 11967-12-1919 dicembre 1967 11968-01-1010 gennaio 1968 11977-01-1010 gennaio 1977
Capalozza, Enzo Enzo Capalozza Avvocato Parlamento in seduta comune 11967-12-1919 dicembre 1967 11968-01-1010 gennaio 1968 11977-01-1010 gennaio 1977
Trimarchi, Vincenzo Vincenzo Trimarchi Professore ordinario Parlamento in seduta comune 11967-12-1919 dicembre 1967 11968-01-1010 gennaio 1968 11977-01-1010 gennaio 1977
Crisafulli, Vezio Vezio Crisafulli Professore ordinario Presidente della Repubblica 11968-05-1414 maggio 1968 11968-05-2525 maggio 1968 11979-08-022 agosto 1979[11]
Reale, Nicola Nicola Reale Magistrato ordinario requirente Corte di cassazione 11968-07-066 luglio 1968 11968-07-1818 luglio 1968 11979-08-022 agosto 1979[11]
Rossi, Paolo Paolo Rossi Professore ordinario Presidente della Repubblica 11969-05-022 maggio 1969 11969-05-099 maggio 1969 11979-08-022 agosto 1979[11] 1975 - 1978
Amadei, Leonetto Leonetto Amadei Avvocato Parlamento in seduta comune 11972-06-2727 giugno 1972 11972-06-2828 giugno 1972 11981-06-2828 giugno 1981 1979 - 1981 1978 - 1979
Gionfrida, Giulio Giulio Gionfrida Magistrato ordinario giudicante Corte di cassazione 11972-10-044 ottobre 1972 11972-10-1010 ottobre 1972 11981-10-1010 ottobre 1981 1979 - 1981
Volterra, Edoardo Edoardo Volterra Professore ordinario Presidente della Repubblica 11973-01-055 gennaio 1973 11973-01-2323 gennaio 1973 11982-01-2323 gennaio 1982 1981 - 1982
Astuti, Guido Guido Astuti Professore ordinario Presidente della Repubblica 11973-02-1919 febbraio 1973 11973-02-2222 febbraio 1973 11980-10-077 ottobre 1980[9]
Rossano, Michele Michele Rossano Magistrato ordinario requirente Corte di cassazione 11974-09-2828 settembre 1974 11974-10-033 ottobre 1974 11983-10-033 ottobre 1983
De Stefano, Antonino Antonino De Stefano Magistrato contabile Corte dei conti 11975-07-1212 luglio 1975 11975-07-1515 luglio 1975 11984-07-1515 luglio 1984 1982 - 1984
Elia, Leopoldo Leopoldo Elia Professore ordinario Parlamento in seduta comune 11976-04-3030 aprile 1976 11976-05-077 maggio 1976 11985-05-077 maggio 1985 1981 - 1985
Roehrssen, Guglielmo Guglielmo Roehrssen Magistrato amministrativo Consiglio di Stato 11976-12-2121 dicembre 1976 11977-01-1313 gennaio 1977 11986-01-1313 gennaio 1986 1984 - 1986
Reale, Oronzo Oronzo Reale Avvocato Parlamento in seduta comune 11977-01-2727 gennaio 1977 11977-01-3131 gennaio 1977 11986-01-3131 gennaio 1986
Bucciarelli-Ducci, Brunetto Brunetto Bucciarelli-Ducci Magistrato ordinario giudicante Parlamento in seduta comune 11977-01-2727 gennaio 1977 11977-01-3131 gennaio 1977 11986-01-3131 gennaio 1986
Malagugini, Alberto Alberto Malagugini Avvocato Parlamento in seduta comune 11977-01-2727 gennaio 1977 11977-01-3131 gennaio 1977 11986-01-3131 gennaio 1986
Paladin, Livio Livio Paladin Professore ordinario Presidente della Repubblica 11977-06-2323 giugno 1977 11977-07-011º luglio 1977 11986-07-011º luglio 1986 1985 - 1986
Maccarone, Arnaldo Arnaldo Maccarone Magistrato ordinario giudicante Corte di cassazione 11977-07-2525 luglio 1977 11977-09-2121 settembre 1977 11984-09-2020 settembre 1984[9]
La Pergola, Antonio Antonio La Pergola Professore ordinario Presidente della Repubblica 11978-06-077 giugno 1978 11978-06-1414 giugno 1978 11987-06-1414 giugno 1987 1986 - 1987 1986
Andrioli, Virgilio Virgilio Andrioli Professore ordinario Presidente della Repubblica 11978-10-1111 ottobre 1978 11978-10-2626 ottobre 1978 11987-10-2626 ottobre 1987 1986 - 1987
Ferrari, Giuseppe Giuseppe Ferrari Professore ordinario Presidente della Repubblica 11980-10-2121 ottobre 1980 11980-11-077 novembre 1980 11987-06-1111 giugno 1987[10]
Saja, Francesco Francesco Saja Avvocato generale Corte di cassazione 11981-10-1414 ottobre 1981 11981-10-2222 ottobre 1981 11990-10-2222 ottobre 1990 1987 - 1990
Conso, Giovanni Giovanni Conso Professore ordinario Presidente della Repubblica 11982-01-2525 gennaio 1982 11982-02-033 febbraio 1982 11991-02-033 febbraio 1991 1990 - 1991 1987 - 1990
Gallo, Ettore Ettore Gallo Professore ordinario Parlamento in seduta comune 11982-06-3030 giugno 1982 11982-07-1414 luglio 1982 11991-07-1414 luglio 1991 1991
Corasaniti, Aldo Aldo Corasaniti Avvocato generale Corte di cassazione 11983-10-2626 ottobre 1983 11983-11-1414 novembre 1983 11992-11-1414 novembre 1992 1991 - 1992 1991
Borzellino, Giuseppe Giuseppe Borzellino Magistrato contabile Corte dei conti 11984-07-1818 luglio 1984 11984-07-2424 luglio 1984 11993-07-2424 luglio 1993 1991 - 1993
Greco, Francesco Francesco Greco Magistrato ordinario giudicante Corte di cassazione 11984-10-1111 ottobre 1984 11984-11-1313 novembre 1984 11993-11-1313 novembre 1993 1993
Dell'Andro, Renato Renato Dell'Andro Professore ordinario Parlamento in seduta comune 11985-07-2323 luglio 1985 11985-07-2929 luglio 1985 11990-10-2929 ottobre 1990[9]
Pescatore, Gabriele Gabriele Pescatore Magistrato amministrativo Consiglio di Stato 11985-12-2020 dicembre 1985 11986-01-1414 gennaio 1986 11995-01-1414 gennaio 1995 1993 - 1995
Spagnoli, Ugo Ugo Spagnoli Avvocato Parlamento in seduta comune 11986-02-066 febbraio 1986 11986-02-2525 febbraio 1986 11995-02-2525 febbraio 1995 1995
Casavola, Francesco Paolo Francesco Paolo Casavola Professore ordinario Parlamento in seduta comune 11986-02-066 febbraio 1986 11986-02-2525 febbraio 1986 11995-02-2525 febbraio 1995 1992 - 1995
Baldassarre, Antonio Antonio Baldassarre Professore ordinario Presidente della Repubblica 11986-08-088 agosto 1986 11986-09-088 settembre 1986 11995-09-088 settembre 1995 1995
Caianiello, Vincenzo Vincenzo Caianiello Magistrato amministrativo Parlamento in seduta comune 11986-10-099 ottobre 1986 11986-10-2323 ottobre 1986 11995-10-2323 ottobre 1995 1995 1995
Ferri, Mauro Mauro Ferri Avvocato Presidente della Repubblica 11987-10-2727 ottobre 1987 11987-11-033 novembre 1987 11996-11-033 novembre 1996 1995 - 1996 1995
Mengoni, Luigi Luigi Mengoni Professore ordinario Presidente della Repubblica 11987-10-2727 ottobre 1987 11987-11-033 novembre 1987 11996-11-033 novembre 1996 1995 - 1996
Cheli, Enzo Enzo Cheli Professore ordinario Presidente della Repubblica 11987-10-2727 ottobre 1987 11987-11-033 novembre 1987 11996-11-033 novembre 1996 1996
Granata, Renato Renato Granata Magistrato ordinario giudicante Corte di cassazione 11990-10-2323 ottobre 1990 11990-11-077 novembre 1990 11999-11-077 novembre 1999 1996 - 1999 1999
Vassalli, Giuliano Giuliano Vassalli Professore ordinario Presidente della Repubblica 11991-02-044 febbraio 1991 11991-02-1313 febbraio 1991 12000-02-1313 febbraio 2000 1999 - 2000 1996 - 1999
Guizzi, Francesco Francesco Guizzi Professore ordinario Parlamento in seduta comune 11991-11-1414 novembre 1991 11991-11-2121 novembre 1991 12000-11-2121 novembre 2000 1999 - 2000
Mirabelli, Cesare Cesare Mirabelli Professore ordinario Parlamento in seduta comune 11991-11-1414 novembre 1991 11991-11-2121 novembre 1991 12000-11-2121 novembre 2000 2000 1999 - 2000
Santosuosso, Fernando Fernando Santosuosso Magistrato ordinario giudicante Corte di cassazione 11992-11-1919 novembre 1992 11992-12-044 dicembre 1992 12001-12-044 dicembre 2001 2001
Vari, Massimo Massimo Vari Magistrato contabile Corte dei conti 11993-07-1515 luglio 1993 11993-07-2727 luglio 1993 12002-07-2727 luglio 2002 2001 - 2002
Ruperto, Cesare Cesare Ruperto Magistrato ordinario giudicante Corte di cassazione 11993-11-1616 novembre 1993 11993-12-022 dicembre 1993 12002-12-022 dicembre 2002 2001 - 2002
Chieppa, Riccardo Riccardo Chieppa Magistrato amministrativo Consiglio di Stato 11994-12-1717 dicembre 1994 11995-01-2323 gennaio 1995 12004-01-2323 gennaio 2004 2002 - 2004 2002
Zagrebelsky, Gustavo Gustavo Zagrebelsky Professore ordinario Presidente della Repubblica 11995-09-099 settembre 1995 11995-09-1313 settembre 1995 12004-09-1313 settembre 2004 2004 2002 - 2004
Onida, Valerio Valerio Onida Professore ordinario Parlamento in seduta comune 11996-01-2424 gennaio 1996 11996-01-3030 gennaio 1996 12005-01-3030 gennaio 2005 2004 - 2005 2004
Mezzanotte, Carlo Carlo Mezzanotte Professore ordinario Parlamento in seduta comune 11996-01-2424 gennaio 1996 11996-01-3030 gennaio 1996 12005-01-3030 gennaio 2005 2004 - 2005
Contri, Fernanda Fernanda Contri Avvocato Presidente della Repubblica 11996-11-044 novembre 1996 11996-11-066 novembre 1996 12005-11-066 novembre 2005 2005
Neppi Modona, Guido Guido Neppi Modona Professore ordinario Presidente della Repubblica 11996-11-044 novembre 1996 11996-11-066 novembre 1996 12005-11-066 novembre 2005 2005
Capotosti, Piero Alberto Piero Alberto Capotosti Professore ordinario Presidente della Repubblica 11996-11-044 novembre 1996 11996-11-066 novembre 1996 12005-11-066 novembre 2005 2005
Marini, Annibale Annibale Marini Professore ordinario Parlamento in seduta comune 11997-06-1818 giugno 1997 11997-07-099 luglio 1997 12006-07-099 luglio 2006 2005 - 2006 2005
Bile, Franco Franco Bile Magistrato ordinario giudicante Corte di cassazione 11999-10-2929 ottobre 1999 11999-11-088 novembre 1999 12008-11-088 novembre 2008 2006 - 2008 2005 - 2006
Flick, Giovanni Maria Giovanni Maria Flick Professore ordinario Presidente della Repubblica 12000-02-1414 febbraio 2000 12000-02-1818 febbraio 2000 12009-02-1818 febbraio 2009 2008 - 2009 2005 - 2008
Amirante, Francesco Francesco Amirante Magistrato ordinario giudicante Corte di cassazione 12001-11-2323 novembre 2001 12001-12-077 dicembre 2001 12010-12-077 dicembre 2010 2009 - 2010 2008 - 2009
De Siervo, Ugo Ugo De Siervo Professore ordinario Parlamento in seduta comune 12002-04-2424 aprile 2002 12002-04-2929 aprile 2002 12011-04-2929 aprile 2011 2010 - 2011 2009 - 2010
Vaccarella, Romano Romano Vaccarella Professore ordinario Parlamento in seduta comune 12002-04-2424 aprile 2002 12002-04-2929 aprile 2002 12007-05-044 maggio 2007[10]
Maddalena, Paolo Paolo Maddalena Magistrato contabile Corte dei conti 12002-07-1919 luglio 2002 12002-07-3030 luglio 2002 12011-07-3030 luglio 2011 2010 - 2011
Finocchiaro, Alfio Alfio Finocchiaro Magistrato ordinario giudicante Corte di cassazione 12002-11-077 novembre 2002 12002-12-055 dicembre 2002 12011-12-055 dicembre 2011 2011
Quaranta, Alfonso Alfonso Quaranta Magistrato amministrativo Consiglio di Stato 12003-12-1616 dicembre 2003 12004-01-2727 gennaio 2004 12013-01-2727 gennaio 2013 2011 - 2013
Gallo, Franco Franco Gallo Professore ordinario Presidente della Repubblica 12004-09-1414 settembre 2004 12004-09-1616 settembre 2004 12013-09-1616 settembre 2013 2013 2011 - 2013
Mazzella, Luigi Luigi Mazzella Avvocato dello Stato Parlamento in seduta comune 12005-06-1515 giugno 2005 12005-06-2828 giugno 2005 12014-06-2828 giugno 2014 2013 - 2014
Silvestri, Gaetano Gaetano Silvestri Professore ordinario Parlamento in seduta comune 12005-06-2222 giugno 2005 12005-06-2828 giugno 2005 12014-06-2828 giugno 2014 2013 - 2014
Saulle, Maria Rita Maria Rita Saulle Professore ordinario Presidente della Repubblica 12005-11-044 novembre 2005 12005-11-099 novembre 2005 12011-07-077 luglio 2011[9]
Cassese, Sabino Sabino Cassese Professore ordinario Presidente della Repubblica 12005-11-044 novembre 2005 12005-11-099 novembre 2005 12014-11-099 novembre 2014
Tesauro, Giuseppe Giuseppe Tesauro Professore ordinario Presidente della Repubblica 12005-11-044 novembre 2005 12005-11-099 novembre 2005 12014-11-099 novembre 2014 2014
Napolitano, Paolo Maria Paolo Maria Napolitano Magistrato amministrativo Parlamento in seduta comune 12006-07-055 luglio 2006 12006-07-1010 luglio 2006 10 luglio 2015 2014
Frigo, Giuseppe Giuseppe Frigo Avvocato Parlamento in seduta comune 12008-10-2121 ottobre 2008 12008-10-2323 ottobre 2008 12016-11-077 novembre 2016[10]
Criscuolo, Alessandro Alessandro Criscuolo Magistrato ordinario giudicante Corte di cassazione 12008-10-2828 ottobre 2008 12008-11-1111 novembre 2008 12017-11-1111 novembre 2017 2014 - 2016
Grossi, Paolo Paolo Grossi Professore ordinario Presidente della Repubblica 12009-02-1717 febbraio 2009 12009-02-2323 febbraio 2009 2016 -
Lattanzi, Giorgio Giorgio Lattanzi Magistrato ordinario giudicante Corte di cassazione 12010-11-1919 novembre 2010 12010-12-099 dicembre 2010 2014 -
Carosi, Aldo Aldo Carosi Magistrato contabile Corte dei conti 12011-07-1717 luglio 2011 12011-09-1313 settembre 2011 2016 -
Cartabia, Marta Marta Cartabia Professore ordinario Presidente della Repubblica 12011-09-022 settembre 2011 12011-09-1313 settembre 2011 2014 -
Mattarella, Sergio Sergio Mattarella Avvocato Parlamento in seduta comune 12011-10-055 ottobre 2011 12011-10-1111 ottobre 2011 12015-02-022 febbraio 2015[12]
Morelli, Mario Rosario Mario Rosario Morelli Magistrato ordinario giudicante Corte di cassazione 12011-11-1818 novembre 2011 12011-12-1212 dicembre 2011
Coraggio, Giancarlo Giancarlo Coraggio Magistrato amministrativo Consiglio di Stato 12012-11-2929 novembre 2012 12013-01-2828 gennaio 2013
Amato, Giuliano Giuliano Amato Professore ordinario Presidente della Repubblica 12013-09-1212 settembre 2013 12013-09-1818 settembre 2013
de Pretis, Daria Daria de Pretis Professore ordinario Presidente della Repubblica 12014-10-1818 ottobre 2014 12014-11-1111 novembre 2014
Zanon, Nicolò Nicolò Zanon Professore ordinario Presidente della Repubblica 12014-10-1818 ottobre 2014 12014-11-1111 novembre 2014
Sciarra, Silvana Silvana Sciarra Professore ordinario Parlamento in seduta comune 12014-11-066 novembre 2014 12014-11-1111 novembre 2014
Modugno, Franco Franco Modugno Professore ordinario Parlamento in seduta comune 12015-12-1616 dicembre 2015 12015-12-2121 dicembre 2015
Barbera, Augusto Augusto Barbera Professore ordinario Parlamento in seduta comune 12015-12-1616 dicembre 2015 12015-12-2121 dicembre 2015
Prosperetti, Giulio Giulio Prosperetti Professore ordinario Parlamento in seduta comune 12015-12-1616 dicembre 2015 12015-12-2121 dicembre 2015
Amoroso, Giovanni Giovanni Amoroso Magistrato ordinario giudicante Corte di cassazione 12017-10-2626 ottobre 2017 12017-11-1313 novembre 2017

StatisticheModifica

Dei 111 giudici:

  • 38 sono stati nominati dal Presidente della Repubblica scegliendo 32 professori universitari, 3 avvocati e 3 magistrati;
  • 36 sono stati eletti dal Parlamento in seduta comune scegliendo 23 professori universitari, 10 avvocati e 3 magistrati;
  • 23 sono stati eletti dalla Corte di cassazione scegliendoli al suo interno;
  • 7 sono stati eletti dalla Corte dei conti scegliendoli al suo interno;
  • 7 sono giudici eletti dal Consiglio di Stato scegliendoli al suo interno;
  • 5 sono donne (4 nominate dal Presidente della Repubblica e 1 eletta dal Parlamento in seduta comune) e 106 uomini.

Escludendo i 14 giudici in carica, gli altri 96 giudici sono cessati dalla carica:

  • 62 per scadenza del mandato novennale;
  • 15 per scadenza del mandato dodicennale;
  • 14 mortis causa;
  • 4 per dimissioni;
  • 1 per dimissioni a seguito dell'elezione a presidente della Repubblica.

I giudici più giovani al momento dell'insediamento sono stati Bonifacio (40 anni), Sandulli (41 anni), Cassandro (43 anni), Paladin (44 anni) e Baldassarre (46 anni).
Invece i più anziani sono stati De Nicola e Modugno (78 anni), Barbera (77), Grossi e Vassalli (76 anni).

NoteModifica

  1. ^ Art. 135 comma 4 Cost.
  2. ^ Art. 135 comma 3 Cost.; vedi anche il testo originale dell'articolo.
  3. ^ Aldo Cazzullo, La difesa dei giudici della Corte Costituzionale:«La Consulta non fa valutazioni economiche», in Corriere della Sera, 21 maggio 2015. URL consultato il 21 maggio 2015.
  4. ^ Sito web Corte costituzionale: tutti i presidenti. Archiviato il [Data mancante], in WebCite
  5. ^ Sito web Corte costituzionale: tutti i vicepresidenti. Archiviato il 14 aprile 2011 in Internet Archive.
  6. ^ Sito web Corte costituzionale: tutti i giudici. Archiviato il 3 febbraio 2012 in Internet Archive.
  7. ^ 1956-2006. Cinquant'anni di Corte costituzionale, Roma, Corte costituzionale, 2006, pagg. 98-101.
  8. ^ Sito web della Corte costituzionale: il collegio attuale.
  9. ^ a b c d e f g h i j k l m n Cessato mortis causa.
  10. ^ a b c d Cessato per dimissioni.
  11. ^ a b c Prorogato al 1979 per il processo Lockheed.
  12. ^ Cessato per dimissioni a seguito dell'elezione a presidente della Repubblica.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica