Giuditta di Baviera, duchessa di Svevia

aristocratica tedesca
Disambiguazione – Se stai cercando l'omonima Giuditta di Baviera moglie di Ludovico il Pio, vedi Giuditta di Baviera.

Giuditta di Baviera (110322 febbraio 1131) nacque in seno all'importante famiglia tedesca dei Welfen, essendo la figlia maggiore di Enrico IX di Baviera e Wulfhilde di Sassonia (1072-29 dicembre 1126). In un lasso di tempo compreso fra il 1119 e il 1121 ella sposò Federico di Svevia, da cui ebbe due figli, fra cui il noto futuro imperatore Federico Barbarossa.

Giuditta di Baviera
Duchessa di Svevia
Stemma
Stemma
In carica1119/1121 –
22 febbraio 1131
PredecessoreAgnese di Waiblingen
SuccessoreAgnese di Saarbrücken
Nascita1103
Morte22 febbraio 1131
Luogo di sepolturaAlsazia
DinastiaWelfen
PadreEnrico IX di Baviera
MadreWulfhilde di Sassonia
ConsorteFederico II di Svevia
FigliFederico Barbarossa
Bertha di Svevia

La vita

modifica

Giuditta di Baviera nacque nel 1103 da Enrico IX di Baviera e Wulfhilde di Sassonia che era a sua volta figlia di Magnus di Sassonia, appartenente alla dinastia dei Billunghi. Giuditta era la maggiore e dopo di lei nacquero altri tre fratelli Enrico X di Baviera, Corrado e Guelfo e tre sorelle Sofia, Matilde e Wulfhild. Nell'Historia Welforum si trova un riferimento alle ragazze dove vengono citate come Iuditam, Mathildem, Sophium e Wulfhildem come le quattro figli di Henricus dux e Wulfilde, dal che si può desumere che Giuditta fosse davvero la maggiore dei sette[1]. In aggiunta ai sette figli che Enrico aveva avuto dalla moglie c'era anche un figliastro, Adalberto, avuto da un'amante di cui s'è persa memoria.

Fra il 1119 e il 1121 Giuditta andò in sposa, come prima moglie a Federico di Svevia, quest'unione dinastica univa la casa dei Welfen e quella degli Hohenstaufen, le due più potenti casate di Germania. Il matrimonio si trova menzionato nella Historia Welforum dove però non si fa riferimento alla data esatta[1]. Dalla loro unione nacquero:

Nel 1125 Enrico decise di sostenere il genero per la sua candidatura come successore a Enrico V del Sacro Romano Impero quale imperatore, ma in seguito cambiò opinione e decise di appoggiare invece Lotario II di Supplimburgo che venne eletto nello stesso anno. La defezione del suocero generò una certa animosità fra le due famiglie, uno screzio che si sarebbe trascinato per tutto il XII secolo[1]. Se le due famiglie litigarono non ci è dato sapere, invece, se il voltafaccia di Enrico causò problemi fra la figlia e il marito. Giuditta morì giovane, nemmeno trentenne, il 22 febbraio 1131 e poco dopo essere rimasto vedovo Federico si risposò con Agnese di Saarbrücken.

Ascendenza

modifica
Genitori Nonni Bisnonni Trisnonni
Alberto Azzo II d'Este Alberto Azzo I  
 
Adelaide, della Dinastia Salica  
Guelfo IV d'Este  
Cunegonda di Altdorf Guelfo II di Altdorf  
 
Imiza di Lussemburgo  
Enrico IX di Baviera  
Baldovino IV di Fiandra Arnolfo II di Fiandra  
 
Rozala d'Ivrea  
Giuditta di Fiandra  
Eleonora di Normandia Riccardo II di Normandia  
 
Giuditta di Bretagna  
Giuditta di Baviera  
Ordulfo di Sassonia Bernardo II di Sassonia  
 
Eilika di Schweinfurt  
Magnus di Sassonia  
Wulfhild di Norvegia Olaf II di Norvegia  
 
Astrid Olfosdotter  
Wulfhilde di Sassonia  
Béla I d'Ungheria Vazul  
 
forse una donna del clan Tátony  
Sofia d'Ungheria  
Richeza di Polonia Miecislao II di Polonia  
 
Richeza di Lotaringia  
 
  1. ^ a b c Charles Cawley, Medieval Lands, Bavaria, Dukes

Altri progetti

modifica