Apri il menu principale

Giuliana di Nassau-Dillenburg (1587-1643)

nobildonna tedesca
Giuliana di Nassau-Dillenburg
1587 Juliane von Nassau-Dillenburg.jpg
Langravia d'Assia-Kassel
Nascita Dillenburg, 3 settembre 1587
Morte Rotenburg an der Fulda, 15 febbraio 1643
Padre Giovanni VII di Nassau-Siegen
Madre Maddalena di Waldeck
Consorte Maurizio d'Assia-Kassel

Giuliana di Nassau-Dillenburg (Dillenburg, 3 settembre 1587Rotenburg an der Fulda, 15 febbraio 1643) fu una nobildonna tedesca, langravia consorte d'Assia-Kassel.

Era la quintogenita e seconda figlia femmina di Giovanni VII di Nassau-Dillenburg (1561–1623), che divento conte Giovanni I di Nassau-Siegen quando l'eredità di suo padre fu divisa nel 1606, e di sua moglie Maddalena di Waldeck (1558–1599).

BiografiaModifica

A Dillenburg il 22 maggio 1603 Giuliana sposò il langravio Maurizio d'Assia-Kassel come sua seconda moglie. Ebbero quattordici figli:

  • Filippo (Kassel, 26 settembre 1604 - ucciso in battaglia, Lutter am Barenberge, 17 giugno 1626).
  • Agnese (Kassel 14 maggio 1606 - Dessau, 28 maggio 1650), sposò il principe Giovanni Casimiro di Anhalt-Dessau.
  • Ermanno IV d'Assia-Rotenburg (Kassel, 15 agosto 1607 - Rotenburg, 25 marzo 1658), ereditò Rotenburg.
  • Giuliana (Marburg, 7 ottobre 1608 - Kassel, 11 dicembre 1628).
  • Sabina (Kassel, 5 luglio 1610 - Kassel, 21 maggio 1620).
  • Maddalena (Kassel, 25 agosto 1611 - Bedburg, 12 febbraio 1671), sposò il conte Erich Adolf di Salm-Reifferscheid.
  • Maurizio (Kassel, 13 giugno 1614 - Kassel, 16 febbraio 1633).
  • Sofia (Kassel, 12 settembre 1615 - Bückeburg, 22 novembre 1670), sposò il conte Filippo I di Schaumburg-Lippe.
  • Federico d'Assia-Eschwege (Kassel, 9 maggio 1617 - ucciso in battaglia, Kosten, 24 settembre 1655), ereditò Eschwege.
  • Cristiano (Kassel, 5 febbraio 1622 - Bückeburg, 14 novembre 1640), colonnello svedese, morì dopo un alterco con il generale Johan Banér e alcuni altri ufficiali; fu probabilmente avvelenato.[1]
  • Ernesto d'Assia-Rheinfels (Kassel, 17 dicembre 1623 - Colonia, 12 maggio 1693), ereditò Rheinfels.
  • Cristina (Kassel, 9 luglio 1625 - Kassel, 25 luglio 1626).
  • Filippo (Kassel, 28 settembre 1626 - Rotenburg, 8 luglio 1629).
  • Elisabetta (Kassel, 23 ottobre 1628 - Kassel, 10 febbraio 1633).

In modo da garantire che tutti avessero profitti adatti ad un langravio, ella dispose di una politica di trasferimento di profitti e diritti di proprietà per i suoi figli. Alla fine, Maurizio trasferì un quarto dell'Assia, il così-detto Quarto di Rotenburg ai suoi figli. Tuttavia, quest'area rimase sotto la sovranità dell'Asse-Kassel. Quindi, i figli maschi di Giuliana Ermanno e Federico fondarono i rami cadetti d'Assia-Rotenburg e d'Assia-Eschwege del Casato d'Assia e nel 1649 suo figlio Ernesto fondò la linea d'Assia-Rheinfels. Ermanno e Federico morirono senza figlie e dal 1658, Ernesto aveva ereditato tutte le parti del Quarto di Rotenburg. Tuttavia, nei successivi 250 anni, Rotenburg fu divisa, fusa e nuovamente divisa, dando origine ai rami cadetti con nomi come Assia-Rheinfels-Roternburg, Assia-Eschwege-Wanfried e Assia-Rotenburg-Eschwege.

Il langravio Maurizio abdicò nel 1627, sotto pressione degli Stati. Si ritirò a Eschwege, dove morì nel 1632. L'Assia-Kassel fu ereditata da Guglielmo V, il figlio di Maurizio dal suo primo matrimonio. Nel 1629, Giuliana ed i suoi figli si trasferirono nel Castello di Rotenburg a Rotenburg an der Fulda, dove ella morì nel 1643.

NoteModifica

  1. ^ Schlotter, Acta, p. 327. - anche: Thirty Years' War (in German)[collegamento interrotto] [retrieved 15 June 2014].

FontiModifica

  • Lemberg, Margret, "Juliane Landgräfin zu Hessen (1587 - 1643)", in Quellen und Forschungen zur hessischen Geschichte, vol. 90, Darmstadt, Marburg, 1994.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN46025348 · ISNI (EN0000 0000 5490 4233 · LCCN (ENn96030308 · GND (DE119163861 · CERL cnp01048922 · WorldCat Identities (ENn96-030308
  Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie