Apri il menu principale
Giuliano Giuliani
Giuliano Giuliani Udinese 1993.jpg
Giuliani con la maglia dell'Udinese (1990-93)
Nazionalità Italia Italia
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Portiere
Ritirato 1993
Carriera
Giovanili
Arezzo
Squadre di club1
1976-1980Arezzo 52 (-35)
1980-1985Como 135 (-113)
1985-1988Verona 86 (-85)
1988-1990Napoli 64 (-55)
1990-1993Udinese 76 (-76)
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate all'8 marzo 2017

Giuliano Giuliani (Roma, 29 settembre 1958Bologna, 14 novembre 1996) è stato un calciatore italiano, di ruolo portiere.

Indice

BiografiaModifica

Nativo di Roma ma cresciuto ad Arezzo con gli zii, conseguì il diploma di geometra[1] mentre, nel contempo, si formava calcisticamente nella squadra cittadina. Al Como nel 1980-81, con tale squadra esordì in serie A a ventidue anni (9 novembre 1980, Como - Torino 1-1[2]).

Nel 1985 fu al Verona neocampione d'Italia, dove venne chiamato a sostituire Claudio Garella, nel frattempo passato al Napoli. Tre anni dopo fu sul punto di firmare con l'Inter[3], ma alla fine i nerazzurri decisero di proseguire con Walter Zenga; Giuliani quindi - ironia della sorte - fu ancora una volta chiamato a sostituire Garella, questa volta al Napoli.

Con i partenopei vinse la Coppa UEFA 1988-89 e il campionato 1989-90); successivamente passò all'Udinese, per raccogliere ancora una volta l'eredità di Garella. Con i bianconeri friulani rimase fino al 1993, anno del ritiro agonistico.

Giuliani morì il 14 novembre 1996 nel reparto malattie infettive del policlinico Sant'Orsola-Malpighi di Bologna[4], città nella quale risiedeva dal 1993 e dove gestiva un magazzino d'abbigliamento[4].

Le dichiarazioni sulla morteModifica

Benché all'epoca la morte fosse stata ufficialmente attribuita a crisi polmonare, anni dopo la sua ex moglie, la soubrette televisiva Raffaella Del Rosario, ammise che Giuliani aveva contratto l'AIDS[5], sospetto che peraltro era diffuso già dal 1992[4].

Nel 2003 la Del Rosario accusò in una dichiarazione al settimanale Controcampo l'ex presidente del Napoli Corrado Ferlaino e l'antidoping. Tali dichiarazioni furono poi ritrattate in un'intervista del 2010 a Libero[3].

StatisticheModifica

Presenze e reti nei clubModifica

Stagione Squadra Campionato
Comp Presenze Reti
1976-1977   Arezzo C 1 -2
1977-1978 C 8 -7
1978-1979 C1 13 -11
1979-1980 C1 30 -15
Totale Arezzo 52 -35
1980-1981   Como A 4 -4
1981-1982 A 27 -35
1982-1983 B 38 -24
1983-1984 B 36 -23
1984-1985 A 30 -27
Totale Como 135 -113
1985-1986   Verona A 29 -37
1986-1987 A 28 -21
1987-1988 A 29 -27
Totale Verona 86 -85
1988-1989   Napoli A 32 -27
1989-1990 A 32 -28
Totale Napoli 64 -55
1990-1991   Udinese B 38 -43
1991-1992 B 37 -32
1992-1993 A 1 -1
Totale Udinese 76 -76
Totale carriera 413 -364

PalmarèsModifica

Competizioni nazionaliModifica

Competizioni internazionaliModifica

NoteModifica

  1. ^ Paolo Tomaselli, Giuliani, il portiere di Maradona cancellato dal calcio, in Corriere della Sera, 13 novembre 2016. URL consultato l'8 marzo 2017.
  2. ^ Bruno Bernardi, Il Torino perde con il Como un'altra occasione, in Stampa Sera, 10 novembre 1980, p. 15. URL consultato l'8 marzo 2017.
  3. ^ a b Alessandro Dell'Orto, Mio marito è morto di Aids e il calcio l'ha dimenticato, in Libero, 11 ottobre 2010. URL consultato l'8 marzo 2017.
  4. ^ a b c Andrea Chiarini e Francesco Rasulo, Il dramma segreto di Giuliani, in la Repubblica, 16 novembre 1996. URL consultato l'8 marzo 2017.
  5. ^ Spartaco Ferretti, Giuliano Giuliani, il portiere di Maradona. Morto di Aids 20 anni fa, dimenticato da tutti, in Blitz quotidiano (Società Editrice Multimediale Srl), 14 novembre 2016. URL consultato l'8 marzo 2017.

Collegamenti esterniModifica