Giulio Scandella

hockeista su ghiaccio italo-canadese
Giulio Scandella
20160418 AUTITA 3452.jpg
Scandella con la maglia della Nazionale
Nazionalità Canada Canada
Italia Italia (dal 2005)
Altezza 183 cm
Peso 83 kg
Hockey su ghiaccio Ice hockey pictogram.svg
Ruolo Ala sinistra
Tiro Sinistro
Squadra Pétroliers du Nord
Carriera
Periodo Squadra PG G A Pt
Giovanili
2000-2002 Halifax Mooseheads 151 17 47 64
2002-2004 R-N Huskies 95 51 70 121
Squadre di club0
2004-2006 Asiago 106 48 40 88
2006 Augsburger Panther 19 2 4 6
2006-2008 Milano Vipers 71 35 45 80
2008-2009 Ritten-Renon 42 33 34 67
2009-2010 Rögle 20 2 4 6
2010 Ajoie 8 3 6 9
2010-2011 Bolzano 26 14 18 32
2011-2012 Val Pusteria 51 33 52 85
2012-2013 IK Oskarshamn 55 10 14 24
2013-2016 Val Pusteria 128 75 121 196
2016-2018 Asiago 101 52 78 130
2018-2019 Saint-Georges Cool FM 21 12 7 19
2019- Pétroliers du Nord 14 3 7 10
Nazionale
2005-2018 Italia Italia 104 29 32 61
0 Dati relativi al campionato e ai playoff.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 17 marzo 2019

Giulio Scandella (Montréal, 18 settembre 1983) è un hockeista su ghiaccio canadese naturalizzato italiano, milita come attaccante nei Pétroliers du Nord, squadra della LNAH.

BiografiaModifica

Scandella proviene da una famiglia molto legata all'hockey su ghiaccio: il fratello minore Marco vanta presenze in NHL e nelle nazionali giovanili canadesi[1]; lo zio Sergio Momesso giocò 829 gare in NHL, e disputò alcuni incontri in Italia con i Devils Milano[2]; anche il figlio di quest'ultimo, Stefano, è un giocatore professionista;[3] è inoltre cugino dell'allenatore Diego Scandella.[4]

CarrieraModifica

Scandella giunse in Italia nella stagione 2003-04 quando, giovanissimo, debuttò nelle file dell'Asiago Hockey. Negli stellati giocò due anni e mezzo, maturando così la possibilità di indossare la maglia azzurra e disputando con il Blue Team anche le Olimpiadi di Torino 2006.

Nel 2006 giocò in Germania nel massimo campionato nazionale, la DEL nelle file degli Augsburger Panther. Una serie di infortuni non gli permisero però di esprimersi al meglio. Giunse così la chiamata di Adolf Insam, coach dei Milano Vipers,[5] che lo portò alla corte rossoblu. I tifosi meneghini lo soprannominarono Le Roy per la sua pattinata elegante e veloce.

Al termine del campionato 2007-08 i Vipers però interruppero le attività e così nella stagione successiva si accasò a Renon.

Nella stagione 2009-10 passò invece al Rögle BK, in Elitserien. Secondo il direttore sportivo della squadra svedese, Roger Hansson, Scandella preferì l'offerta del Rögle rispetto a un contatto in AHL per un tryout in NHL.[6] In Svezia giocò solo 20 partite a causa di un serio infortunio che lo tenne lontano dal ghiaccio per un lungo periodo. L'anno seguente approdò all'Hockey Club Ajoie, seconda Lega svizzera, per passare nel corso della stagione di nuovo alla corte di Adolf Insam, questa volta all'HC Bolzano.[7] Per la stagione 2011-12 fu inizialmente corteggiato dai Campioni d'Italia dell'Asiago, squadra che lo aveva lanciato in Europa, ma gli furono preferiti altri giocatori quindi Scandella firmò per l'HC Val Pusteria.[8]

Nell'estate del 2012 sottoscrisse un contratto con l'IK Oskarshamn, formazione svedese militante in seconda divisione.[9] Dopo una sola stagione di permanenza in Svezia nell'aprile del 2013 Scandella fu ingaggiato nuovamente dall'HC Val Pusteria[10] dove rimase fino al 2016, quando fece ritorno all'Asiago[11].

Rimase con gli stellati per due stagioni; nell'estate del 2018 accettò la proposta dei Saint-Georges Cool FM 103.5 nella LNAH, visto che l'offerta di rinnovo da parte degli asiaghesi tardò ad arrivare.[12]

PalmarèsModifica

ClubModifica

Val Pusteria: 2011, 2014
Asiago: 2017-2018

NazionaleModifica

Ungheria 2011

IndividualeModifica

Canada 2008, Finlandia & Svezia 2012
2016-2017 (10 reti), 2017-2018 (10 reti)
  • Maggior numero di assist della Serie A: 1
2017-2018 (3 assist)
2017-2018 (3 punti)

NoteModifica

  1. ^ (EN) Wild signs D Marco Scandella, wild.nhl.com, 4 giugno 2009. URL consultato il 30 settembre 2013.
  2. ^ (ENSV) Sergio Momesso, su eliteprospects.com. URL consultato il 30 settembre 2013.
  3. ^ (EN) Sergio Momesso The new voice of the Habs, panoramitalia.com, 30 maggio 2011. URL consultato il 30 settembre 2013 (archiviato dall'url originale il 9 novembre 2013).
  4. ^ Giulio Scandella passa al Val Pusteria, su gazzettahockey.it, 15 luglio 2011. URL consultato il 27 gennaio 2017 (archiviato dall'url originale il 2 febbraio 2017).
  5. ^ Giulio Scandella al Milano Vipers, hockeytime.net, 28 dicembre 2006. URL consultato il 13 novembre 2013.
  6. ^ Giulio Scandella sbarca in Elitserien, hockeytime.net, 10 agosto 2009. URL consultato il 10 agosto 2009.
  7. ^ L'HC Interspar Bolzano ingaggia Giulio Scandella, hockeytime.net, 19 dicembre 2010. URL consultato il 13 novembre 2013.
  8. ^ Giulio Scandella diventa un Lupo, hockeytime.net, 15 luglio 2011. URL consultato il 13 novembre 2013.
  9. ^ Scandella ha già pronta la valigia per la Svezia, hockeytime.net, 5 luglio 2012. URL consultato il 5 luglio 2012.
  10. ^ Val Pusteria: Torna Scandella, Adey saluta, hockeytime.net, 4 aprile 2013. URL consultato il 4 aprile 2013.
  11. ^ Scandella torna a vestire la maglia stellata!, su asiagohockey.it, 2 settembre 2016. URL consultato il 28 aprile 2017.
  12. ^ Giulio Scandella giocherà in Canada, su hockeytime.net, 22 agosto 2018. URL consultato il 23 agosto 2018.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica