Apri il menu principale

Giuseppe Aliberti

calciatore italiano
Giuseppe Aliberti
GiuseppeAliberti.jpg
Nazionalità Italia Italia
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex mediano)
Ritirato 1935 - giocatore
1934 - allenatore
Carriera
Squadre di club1
1919-1920Pastore? (?)
1920-1921Biellese2 (0)
1921-1932Torino126 (8)
1932-1935Biellese19 (2)
Nazionale
1923-1925 Italia Italia 11 (0)
Carriera da allenatore
1931-1932Torino
1933-1934Biellese
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Giuseppe Aliberti (Torino, 5 marzo 19018 gennaio 1956) è stato un allenatore di calcio e calciatore italiano, di ruolo mediano.

CarrieraModifica

GiocatoreModifica

ClubModifica

Cresciuto nel Pastore Torino, passò alla Biellese nel 1920 trascorrendo solamente una stagione contando 2 presenze.

Dopo questa breve parentesi tornò a Torino dove militò per undici campionati nella squadra titolare, disputando 126 partite e mettendo a segno 8 reti.

La prima partita con questa maglia la giocò il 2 ottobre 1921 quando il Torino vinse 2-0 nella partita casalinga contro il Savona.[1] Segnò la prima rete il 12 novembre 1922 nel 6-0 casalingo contro l'Inter, lui segnò il 5-0. L'ultima partita con la casacca granata la giocò il 1º novembre 1931 nella vittoria esterna per 2-1 contro il Brescia.[2] Con la maglia del Torino vince gli scudetti del 1926-1927 (poi revocato) e 1927-1928.

Dopo l'esperienza granata tornò alla Biellese dove passò altre due stagioni giocando 19 partite e segnando 2 reti. Dopo questa esperienza si ritirò dal calcio.

NazionaleModifica

Tra il 1923 e il 1925 prese parte ad 11 partite della Nazionale italiana. Il suo esordio in azzurro avvenne il 1º gennaio 1923[3] nel match vinto per 3-1 contro la Germania a Milano: entrò da titolare e giocò tutta la partita. Con la Nazionale giocò i Giochi della VIII Olimpiade svolti a Parigi nel 1924, in questa competizione disputò 3 partite.

L'ultima partita con la Nazionale la disputò il 18 gennaio 1925 sempre a Milano nella sconfitta per 2-1 contro l'Ungheria.

AllenatoreModifica

Allenò il Torino in coppia con Adolfo Baloncieri nella stagione 1931-1932, in qualità di giocatore-allenatore, esordendo in tale veste il 20 settembre 1931, nella vittoria casalinga contro la Lazio per 3-1.[4] Al Torino, Aliberti svolgeva anche il ruolo di preparatore atletico.[5] In seguito tornò a Biella, come giocatore-allenatore della Biellese nella stagione 1933-1934.[6]

StatisticheModifica

Cronologia presenze e reti in nazionaleModifica

Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Italia
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
1-1-1923 Milano Italia   3 – 1   Germania Amichevole -
15-4-1923 Vienna Austria   0 – 0   Italia Amichevole -
27-5-1923 Praga Cecoslovacchia   5 – 1   Italia Amichevole -
20-1-1924 Genova Italia   0 – 4   Austria Amichevole -
6-4-1924 Budapest Ungheria   7 – 1   Italia Amichevole -
25-5-1924 Parigi Italia   1 – 0   Spagna Giochi della VIII Olimpiade -
29-5-1924 Parigi Italia   2 – 0   Lussemburgo Giochi della VIII Olimpiade -
2-6-1924 Parigi Italia   1 – 2   Svizzera Giochi della VIII Olimpiade -
16-11-1924 Milano Italia   2 – 2   Svezia Amichevole -
23-11-1924 Duisburg Germania   0 – 1   Italia Amichevole -   45’
18-1-1925 Milano Italia   1 – 2   Ungheria Amichevole -
Totale Presenze 11 Reti 0

PalmarèsModifica

NoteModifica

  1. ^ L'esordio dei calciatori del Torino (1919/20-1928/29), su faccedatoro.altervista.org. URL consultato il 1º marzo 2016.
  2. ^ Giocatori del Torino Calcio con la A, faccedatoro.altervista.org.
  3. ^ Almanacco del calcio Panini 1979, pagina 451
  4. ^ Gli allenatori nella storia del Torino Calcio, faccedatoro.altervista.org. URL consultato il 10 maggio 2010.
  5. ^ Il Torino e la sua gente: «Lo scudetto del ’27 è nostro», in Tuttosport, 19 ottobre 2014. URL consultato il 1º marzo 2016.
  6. ^ IL CALCIO AL TEMPO DELLA CRISI: LA STAGIONE 1933/1934 DELL'A.S. BIELLESE, su frammentidistoriabiellese.it. URL consultato il 1º marzo 2016.
  7. ^ A seguito delle decisioni del Direttorio Federale in merito ai fatti riguardanti il caso Allemandi, lo scudetto vinto dal Torino nel campionato 1926-1927 fu revocato e non più assegnato.

Collegamenti esterniModifica