Apri il menu principale

Giuseppe Clemente di Baviera

arcivescovo cattolico tedesco
Giuseppe Clemente di Wittelsbach
arcivescovo della Chiesa cattolica
Joseph Clemens of Bavaria.jpg
Ritratto di mons. von Bayern, opera di Joseph Vivien, presso il Museo delle Belle Arti a Valenciennes
Template-Metropolitan Archbishop.svg
Candore et constantia
 
Incarichi ricoperti
 
Nato5 dicembre 1671 a Monaco di Baviera
Ordinato presbitero18 dicembre 1705
Nominato vescovo9 luglio 1683 da papa Innocenzo XI
Consacrato arcivescovo1º maggio 1707 dall'arcivescovo François de Salignac de La Mothe-Fénelon
Elevato arcivescovo20 settembre 1688 da papa Innocenzo XI
Deceduto12 novembre 1723 (51 anni) a Bonn
 

Giuseppe Clemente di Wittelsbach (Monaco di Baviera, 5 dicembre 1671Bonn, 12 novembre 1723) fu arcivescovo di Colonia dal 1688 al 1723.

Indice

BiografiaModifica

Elettori della Baviera
Wittelsbach
1623-1805

Massimiliano I
Figli
Ferdinando Maria
Massimiliano II Emanuele
Figli
Carlo Alberto
Massimiliano Giuseppe
Carlo Teodoro
Massimiliano IV Giuseppe
Modifica

Giuseppe Clemente era il terzo figlio di Ferdinando Maria di Baviera e di sua moglie, Enrichetta Adelaide di Savoia, Giuseppe Clemente venne designato dai genitori alla vita ecclesiastica. Egli divenne arcivescovo di Colonia nel 1688 dopo la morte di Massimiliano Enrico di Baviera, e venne nominato da papa Innocenzo XI, il che fu una delle cause della Guerra della Grande Alleanza. Egli venne successivamente nominato vescovo di Liegi e vescovo di Ratisbona, di Frisinga e di Hildesheim.

Come aveva fatto suo fratello Massimiliano II Emanuele di Baviera, Giuseppe Clemente si alleò con la Francia durante la Guerra di Successione Spagnola ed alla sconfitta di quest'ultima e con la vittoria degli imperiali, venne costretto a ritirarsi nella sua residenza di Bonn nel 1702 trovando rifugio anche alla corte francese. Il governo della città di Liegi venne tenuto temporaneamente dal delegato imperiale Philipp Ludwig Wenzel von Sinzendorf in attesa di nuovo governo.

La guerra terminò nel 1713 con il Trattato di Utrecht, che restaurò Giuseppe Clemente nelle sue sedi episcopali. Egli morì a Bonn, e venne sepolto nella Cattedrale di Colonia. Giuseppe Clemente venne succeduto dal nipote Clemente Augusto.

Genealogia episcopaleModifica

OnorificenzeModifica

BibliografiaModifica

  • (DE) Alice Arnold: Joseph Clemens von Bayern. In: Jürgen Wurst, Alexander Langheiter (Hrsg.): Monachia. Städtische Galerie im Lenbachhaus, München 2005, ISBN 3-88645-156-9, S. 83.
  • (DE) Karl Hausberger: Geschichte des Bistums Regensburg. Bd. 2: Vom Barock bis in die Gegenwart. Regensburg 1989, S. 15–21.
  • (DE) Josef Staber: Kirchengeschichte des Bistums Regensburg. Regensburg 1966, S. 151–153.
  • (DE) Max Braubach: Joseph Clemens, Herzog von Bayern[collegamento interrotto]. In: Neue Deutsche Biographie (NDB). Band 10, Duncker & Humblot, Berlin 1974, S. 622 f.
  • (DE) Rudolf Lill: Wittelsbach am Rhein. In: Kurfürst Clemens August. Landesherr und Mäzen des 18. Jahrhunderts. Köln 1961, S. 62f.
  • (DE) Ingrid Münch: Joseph Klemens Von Bayern. In: Biographisch-Bibliographisches Kirchenlexikon (BBKL). Band 3. Bautz, Herzberg 1992, ISBN 3-88309-035-2, Sp. 886–888.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN1570757 · ISNI (EN0000 0000 5488 3479 · LCCN (ENn88205257 · GND (DE11909990X · BNF (FRcb119663293 (data) · CERL cnp00942476 · WorldCat Identities (ENn88-205257