Apri il menu principale
Giuseppe Fois
Informazioni personali
Arbitro di Football pictogram.svg Calcio
Federazione Italia Italia
Sezione Roma
Attività nazionale
Anni Campionato Ruolo
1934-1935
1935-1940
1935-1947
1938-1947
Prima Divisione
Serie C
Serie B
Serie A
Arbitro
Arbitro
Arbitro
Arbitro

Giuseppe Fois (Sassari, 21 marzo 1899 – ...) è stato un arbitro di calcio italiano.

CarrieraModifica

Nei primi anni venti ha giocato come portiere nella Sef di Sassari. Finita la scuola è diventato un arbitro imponendosi come uno dei migliori fischietti sardi. A Sassari nel 1930 ricopriva l'incarico di Direttore dell'Ufficio dei Contributi Unificati, antenato dell'Agenzia delle Entrate, e proprio il suo impegno lavorativo lo costrinse a trasferirsi a Roma. Risiedendo nella capitale l'arbitro sassarese si presentò alla sezione arbitrale romana che lo prese in carico.[1]

Poco dopo iniziò ad arbitrare in Prima Divisione, poi dal 1935 nel nuovo campionato di Serie C ed in Serie B e dopo alcuni anni di gavetta esordì nella massima serie a Lucca il 10 aprile 1938 nella partita Lucchese-Bari (2-1).[2] È stato il primo arbitro sardo a raggiungere questo livello. In Serie A in tutto ha diretto 45 partite, l'ultima delle quali il 2 marzo 1947 Inter-Genoa (2-1).[3]

Smesso di arbitrare ha continuato la sua collaborazione con la sezione arbitrale di Roma di cui divenne un autorevole dirigente, assumendo nella stagione 1964-65 la massima carica di Commissario della Sezione.

NoteModifica

  1. ^ Un fischietto sassarese fece piangere la Juve. La Nuova Sardegna, 9 febbraio 2009.
  2. ^ La biblioteca del calcio, finalmente Ambrosiana, Fontanelli 2003, pag. 33
  3. ^ Almanacco illustrato del calcio anno 1948, pagina 119.

BibliografiaModifica

  • Carlo Fontanelli, La biblioteca del calcio, Finalmente Ambrosiana, i campionati italiani della stagione 1937-1938, GEO Edizioni, Empoli, 2003, pp. 33.
  • Leone Boccali, Almanacco illustrato del calcio anno 1948, Milano, Rizzoli, gennaio 1948, pp. 119.