Apri il menu principale

Giuseppe Lorenzo

allenatore di calcio e calciatore italiano
Giuseppe Lorenzo
Glorenzo.jpg
Lorenzo con la maglia del Catanzaro nel 1984
Nazionalità Italia Italia
Altezza 184[1] cm
Peso 82[1] kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex attaccante)
Ritirato 1999 - giocatore
Carriera
Giovanili
Catanzaro
Squadre di club1
1981-1982 Catanzaro 1 (0)
1982-1983 Cesenatico 26 (22)
1983-1985 Catanzaro 66 (23)
1985-1987 Sampdoria 42 (6)
1987-1988 Cesena 27 (5)
1988-1989 Bologna 34 (5)
1989-1990 Catanzaro 28 (5)
1990-1991 Bologna 12 (0)
1991-1993 Taranto 58 (10)
1993-1996 Pistoiese 94 (23)
1996-1997 Forlì 25 (4)
1997-1999 Gubbio 15+ (3+)
1999 Arezzo 7 (1)
1999-2000 Foligno ? (?)
Carriera da allenatore
2008-2009CesenaBerretti
2009-2010Castel San Pietro
2010-2011Russi
2011-2012Riviera di RomagnaFemminile
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 1º marzo 2007

Giuseppe Lorenzo (Catanzaro, 4 gennaio 1964) è un allenatore di calcio ed ex calciatore italiano, di ruolo attaccante.

CarrieraModifica

Debutta giovanissimo in Serie A con il Catanzaro, che dopo averlo dato in prestito per un anno al Cesenatico in Interregionale (dove segna 21 reti, in coppia con Dal Monte che ne fa 17, contribuendo alla promozione dei romagnoli in C2 e conquistando la vetta della classifica marcatori seguito solo dal suo compagno di reparto), lo riporta in Calabria facendogli disputare una stagione in Serie B ed una in C1, dove con 18 gol conquista la classifica cannonieri e contribuisce alla promozione del Catanzaro in serie B.

 
Lorenzo con la maglia del Bologna nel 1989

Nel 1985 si accasa alla Sampdoria dove gioca due stagioni in Serie A e perde una finale di Coppa Italia. Nel 1987 viene ceduto al Cesena in Serie A. Nel 1988 approda al Bologna: alla prima di campionato 1988-1989 segna il primo gol al Pisa. Non segnò che un'altra piccola manciata di gol in tutta la stagione. Dopo un breve ritorno al Catanzaro nella stagione 1989-1990, partecipa alla Coppa UEFA 1990-1991 con il Bologna, segnando il rigore decisivo per il passaggio del turno contro l'Admira Wacker.

Nel 1991 si trasferisce in Serie B col Taranto; mentre nel 1993 si viene ceduto alla Pistoiese dove alla seconda stagione contribuisce alla promozione in Serie B, categoria nella quale milita l'anno seguente. Nel 1996 si trasferisce al Forlì e poi al Gubbio (Serie C2), prima di chiudere col calcio giocato ad Arezzo in Serie C1 a 35 anni.

Fino al 29 dicembre 2008 ha detenuto il record dell'espulsione più rapida, rimanendo in campo per soli dieci secondi.[2]

PalmarèsModifica

GiocatoreModifica

Competizioni nazionaliModifica

Cesenatico: 1982-1983 (girone F)
Catanzaro: 1984-1985 (girone B)
Gubbio: 1997-1998 (girone E)

NoteModifica

  1. ^ a b Calciatori ‒ La raccolta completa Panini 1961-2012, Vol. 4 (1987-1988), Panini, 28 maggio 2012, p. 29.
  2. ^ (EN) Alex Murphy, Football's 50 greatest hard men, su timesonline.co.uk, 7 agosto 2007 (archiviato dall'url originale il 21 agosto 2008).

Collegamenti esterniModifica