Apri il menu principale
Giuseppe Marinello
Giuseppe Marinello datisenato 2013.jpg

Presidente della 13ª Commissione Ambiente del Senato della Repubblica
Durata mandato 7 maggio 2013 –
22 marzo 2018
Predecessore Antonio D'Alì
Successore Vilma Moronese

Senatore della Repubblica Italiana
Legislature XVII
Gruppo
parlamentare
- Alternativa Popolare-Centristi per l'Europa (Dal 15/11/2013 a fine legislatura)

In precedenza:

- Il Popolo della Libertà (Da inizio legislatura al 14/11/2013)

Circoscrizione Sicilia
Sito istituzionale

Deputato della Repubblica Italiana
Legislature XIV, XV, XVI
Gruppo
parlamentare
XIV - XV:
- Forza Italia

XVI:
- Popolo della Libertà

Circoscrizione Sicilia 1
Collegio XIV:
20 (Sciacca)
Sito istituzionale

Dati generali
Partito politico Alternativa Popolare (2017-2018)
In precedenza:
DC (Fino al 1994)
FI (1994-2009)
PdL (2009-2013)
NCD (2013-2017)
Titolo di studio Laurea in Medicina e Chirurgia, (Specializzazione in Odontostomatologia)
Professione Medico

Giuseppe Francesco Maria Marinello (Sciacca, 20 novembre 1958) è un politico italiano.

Indice

BiografiaModifica

Odontoiatra, dopo lo scioglimento della Democrazia Cristiana aderisce a Forza Italia.

Attività politicoModifica

Elezione a deputatoModifica

Viene eletto per la prima volta alla Camera dei deputati nella XIV Legislatura nel collegio maggioritario di Sciacca, dove viene schierato dalla Casa delle Libertà.

Riconfermato alla Camera nella legislatura successiva nelle lista di Forza Italia nella circoscrizione Sicilia 1, è stato poi confermato nelle liste del Popolo della Libertà, del quale diviene Membro del Consiglio Direttivo alla Camera.

Ha ricoperto il ruolo di coordinatore provinciale di Forza Italia ad Agrigento.[1]

Marinello è stato relatore, assieme a Maurizio Fugatti della Lega Nord, del ddl Sviluppo del 2011 approvato alla Camera il 21/06/11 con 317 si,293 no e 2 astenuti, dopo che il Governo ha posto la questione di fiducia.[2]

Elezione a senatoreModifica

Alle elezioni politiche del 2013 viene eletto al Senato della Repubblica, nelle liste del Popolo della Libertà in Sicilia.

Il 16 novembre 2013, con la sospensione delle attività del Popolo della Libertà[3], aderisce al Nuovo Centrodestra guidato da Angelino Alfano[4][5].

Il 18 marzo 2017, con lo scioglimento del Nuovo Centrodestra, confluisce in Alternativa Popolare.[6]

Alle elezioni regionali Siciliane del 5 novembre 2017 si candida all'ARS, nelle liste di Alternativa Popolare in provincia di Agrigento.[7] Ottiene solamente 3.500 preferenze e non viene eletto.

Non si ricandida più alle elezioni politiche del 2018.

NoteModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica