Glasgow City Football Club

società calcistica femminile scozzese
Glasgow City Football Club
Calcio Football pictogram.svg
Segni distintivi
Uniformi di gara
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Trasferta
Colori sociali 600px vertical HEX-E6671E HEX-292929.svg Arancione, nero[1]
Dati societari
Città Glasgow
Nazione Scozia Scozia
Confederazione UEFA
Federazione Flag of Scotland.svg SFA
Campionato Scottish Women's Premier League
Fondazione 1998
Presidente Scozia Carol Anne Stewart
Allenatore Irlanda Eileen Gleeson
Stadio Petershill Park
(1 000 posti)
Sito web www.glasgowcityfc.co.uk
Palmarès
Titoli nazionali 15 Scottish Women's Premier League
Trofei nazionali 8 Scottish Women's Cup
6 Scottish Women's League Cup
Dati aggiornati al 2 gennaio 2020
Si invita a seguire il modello di voce

Il Glasgow City Football Club è una società di calcio femminile scozzese con sede nella città di Glasgow. Milita nella Scottish Women's Premier League, la massima divisione del campionato scozzese, di cui è stata campione in carica ininterrottamente dal 2008 al 2021.

StoriaModifica

Il club fu fondato nel 1998[2] da Laura Montgomery e Carol Anne Stewart. In poco tempo si stabilì ai primi posto della massima serie del campionato scozzese, vincendo il suo primo campionato nella stagione 2004-2005. Nelle successive due stagioni terminò il campionato al secondo posto dietro l'Hibernian, per poi tornare a conquistare il primo posto nella stagione 2007-2008[3].

Nella stagione 2012 il Glasgow City vinse tutte le partite casalinghe e vinse 20 delle 21 partite del campionato[4]. Vincendo oltre al campionato anche la Scottish Women's Cup e la Scottish Women's League Cup, completò nel 2012 il treble[5]. Riuscì a ripetere la stessa impresa nel 2013[6] e nel 2014[7]. In particolare, nel 2014 il Glasgow City vide interrotta la sua imbattibilità casalinga che durava da sei anni, venendo sconfitto per 1-0 dallo Spartans[8]. Ha conquistato il quarto treble consecutivo al termine della stagione 2015[9].

Nel febbraio 2013 il Glasgow City comunicò il proprio interesse a entrare a far parte della Football Association Women's Super League (FA WSL), la federazione calcistica inglese[10]. Il Glasgow City giustificò questo interesse con la percezione che il calcio femminile in Scozia non si stesse sviluppando a sufficienza[10]. La FA WSL respinse questo interesse chiudendo le porte all'accesso del Glasgow City al campionato inglese[11]. Nell'ottobre 2013 il Glasgow City espresse nuovamente il proprio interesse a giocare nel campionato inglese[12].

Il Glasgow City ha partecipato più volte alla UEFA Women's Champions League, ottenendo il suo miglior risultato nella stagione 2014-2015 raggiungendo i quarti di finale. Dopo aver superato il girone di qualificazione, eliminò prima il Medyk Konin nei sedicesimi di finale e poi lo Zurigo negli ottavi di finale[13]. Nei quarti di finale subì una pesante sconfitta dal Paris Saint-Germain[14]. Anche grazie alle prestazioni offerte dal Glasgow City in UEFA Women's Champions League la federazione calcistica della Scozia potrà iscrivere due squadre alla UEFA Women's Champions League 2016-2017, risultando l'undicesima federazione secondo il ranking UEFA[15] e beneficiando dell'allargamento da 8 a 12 delle federazione che possono iscrivere due squadre[16]. Nell'ottobre 2016 ha vinto il suo undicesimo campionato, il decimo consecutivo[17].

CronistoriaModifica

Cronistoria del Glasgow City Football Club
  • 1998 - Fondazione del Glasgow City Football Club
  • ...
  • 2000-2001 - 2º in Premier Division.
  • 2001-2002 - 2º in Premier Division.
  • 2002-2003 - ? in Premier League.
  • 2003-2004 - 2º in Premier League.
  • 2004-2005 - Campione di Scozia (1º titolo).
  • 2005-2006 - 2º in Premier League.
  • 2006-2007 - 2º in Premier League.
  • 2007-2008 - Campione di Scozia (2º titolo).
  • 2008-2009 - Campione di Scozia (3º titolo).
  • 2009 - Campione di Scozia (4º titolo).
  • 2010 - Campione di Scozia (5º titolo).
  • 2011 - Campione di Scozia (6º titolo).
  • 2012 - Campione di Scozia (7º titolo).
  • 2013 - Campione di Scozia (8º titolo).
  • 2014 - Campione di Scozia (9º titolo).
  • 2015 - Campione di Scozia (10º titolo).
  • 2016 - Campione di Scozia (11º titolo).
  • 2017 - Campione di Scozia (12º titolo).
  • 2018 - Campione di Scozia (13º titolo).
  • 2019 - Campione di Scozia (14º titolo).
  • 2020-2021 - Campione di Scozia (15º titolo).
  • 2021-2022 - 2º in Premier League.
  • 2022-2023 - In Premier League.

StadioModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Excelsior Stadium.

Nei primi anni disputava le partite casalinghe al Petershill Park, a Springburn, distretto a nord del centro di Glasgow, situato al numero 30 di Adamswell Street, impianto da 1 000 spettatori dei quali la metà a sedere. Successivamente ha trasferito la propria base all'Excelsior Stadium di Airdrie[2], per poi ritornare al Petershill Park.

PalmarèsModifica

Competizioni nazionaliModifica

2004-2005, 2007-2008, 2008-2009, 2009, 2010, 2011, 2012, 2013, 2014, 2015, 2016, 2017, 2018, 2019, 2020-2021
2004, 2006, 2009, 2011, 2012, 2013, 2014, 2015, 2019
2008, 2009, 2012, 2013, 2014, 2015
1998-1999

Altri piazzamentiModifica

Secondo posto: 2000-2001, 2003-2004, 2005-2006, 2006-2007

Statistiche e recordModifica

RecordModifica

Di seguito alcuni record aggiornati al 2 gennaio 2020:

Risultati nelle competizioni UEFAModifica

Stagione Competizione Fase Avversario Risultato
andata ritorno aggregato
2005-06 UEFA Women's Cup fase a gironi, primo turno   Athletic Bilbao 2-6
  Saestum 0-7
  KFC Rapide Wezemaal 1-5
2008-09 UEFA Women's Cup fase a gironi, primo turno   AZ 1-1
  ŽFK Mašinac Niš 4-0
  Narta Chişinău 11-0
fase a gironi, secondo turno   Røa IL 1-6
  Zvezda 2005 Perm' 0-1
  1. FFC Francoforte 1-3
2009-10 Champions League gironi di qualificazione   Bayern Monaco 2-5
  Gintra Universitetas 2-0
  Norchi Dinamoeli 9-0
2010-11 Champions League gironi di qualificazione   Crusaders NS 8-0
  Slovan Bratislava 4-0
  2001 Duisburg 0-4
2011-12 Champions League gironi di qualificazione   Spartak Subotica 4-0
  Mosta 8-0
  KÍ Klaksvík 5-0
sedicesimi di finale   Valur 1-1 3-0 4-1
ottavi di finale   Turbine Potsdam 0-10 0-7 0-17
2012-13 Champions League gironi di qualificazione   Osijek 3-2
  Noroc 11-0
  PK-35 Vantaa 1-1
sedicesimi di finale   Fortuna Hjørring 1-2 0-0 1-2
2013-14 Champions League gironi di qualificazione   Osijek 7-0
  Birkirkara 9-0
  Twente 2-0
sedicesimi di finale   Standard Liegi 2-2 3-1 5-3
ottavi di finale   Arsenal 0-3 2-3 2-6
2014-15 Champions League gironi di qualificazione   Nové Zámky 5-0
  Glentoran United 1-0
  Žytlobud-1 Charkiv 4-0
sedicesimi di finale   Medyk Konin 0-2 3-0 3-2
ottavi di finale   Zurigo 1-2 4-2 5-4
quarti di finale   Paris Saint-Germain 0-2 0-5 0-7
2015-16 Champions League sedicesimi di finale   Chelsea 0-1 0-3 0-4
2016-17 Champions League sedicesimi di finale   Eskilstuna United 0-1 1-2 1-3
2017-18 Champions League sedicesimi di finale   BIIK Kazygurt 0-3 4-1 4-4 (gfc)
2018-19 Champions League gironi di qualificazione   Anderlecht 1-2
  Martve 7-0
  Górnik Łęczna 2-0
sedicesimi di finale   Barcelona FA 2-0 0-1 2-1
ottavi di finale   Barcellona 0-5 0-3 0-8

OrganicoModifica

Rosa 2022-2023Modifica

Rosa, ruoli e numeri di maglia tratti dal sito ufficiale[18] e sito UEFA[19], aggiornati al 17 agosto 2022.

N. Ruolo Giocatore
2   D Chloe Warrington
3   D Amy Muir
4   C Hayley Lauder
5   D Claire Walsh
6   C Joanne Love (capitano)
7   C Mairead Fulton
8   C Dilan Bora
9   A Desirée Monsiváis
10   A Clare Shine
11   A Emily Whelan
12   D Jenna Clark
14   A Lauren Davidson
15   A Abbi Grant
N. Ruolo Giocatore
16   C Kinga Kozak
17   C Sarah Gibb
18   D Meikayla Moore
19   A Aoife Colvill
21   A Priscila Chinchilla
22   C Peyton Perea
23   A Megan Foley
25   P Erin Clachers
26   D Niamh Noble
28   D Erin Greening
29   P Lee Gibson
35   P Ava Easdon

Rosa 2020Modifica

Rosa, ruoli e numeri di maglia tratti dal sito UEFA.com[20] e come da sezione news del sito ufficiale[21], aggiornati al 17 ottobre 2020.

N. Ruolo Giocatore
2   D Rachel McLauchlan
3   D Zaneta Wyne
4   C Hayley Lauder
5   D Janine van Wyk
6   C Joanne Love
7   C Mairead Fulton
8   C Leanne Crichton
9   A Kirsty Howat
10   A Clare Shine
11   C Tyler Toland
N. Ruolo Giocatore
12   D Jenna Clark
14   A Lauren Davidson
15   D Sharon Wojcik
16   C Leanne Ross (capitano)
18   C Samantha Kerr
19   A Aoife Colvill
20   D Lauren Wade
23   C Megan Foley
25   P Erin Clachers
29   P Lee Alexander

NoteModifica

  1. ^ (EN) Glasgow City Unveil New Kit, su shekicks.net (archiviato dall'url originale il 23 maggio 2012).
  2. ^ a b (EN) Club Details, su glasgowcityladiesfc.co.uk. URL consultato il 14 novembre 2015 (archiviato dall'url originale il 29 settembre 2015).
  3. ^ (EN) Scotland (Women)-List of Champions, su rsssf.com.
  4. ^ (EN) Scotland (Women) 2012, su rsssf.com.
  5. ^ (EN) Glasgow City lift Henson Scottish Cup to complete treble, su scottishfa.co.uk, Scottish FA. URL consultato il 14 novembre 2015 (archiviato dall'url originale il 24 settembre 2015).
  6. ^ (EN) Glasgow City secure sixth Scottish Cup win and second successive domestic treble, su scotzine.com.
  7. ^ (EN) City win the Scottish Cup to complete a historic treble, su glasgowcityladiesfc.co.uk. URL consultato il 14 novembre 2015 (archiviato dall'url originale il 24 settembre 2015).
  8. ^ (EN) SWPL: Glasgow City lose six-year unbeaten record against Spartans, su bbc.com/sport.
  9. ^ (EN) City defeat Hibs to complete historic fourth treble, su glasgowcityfc.co.uk.
  10. ^ a b (EN) Glasgow City’s dream move south meets opposition, su scotsman.com.
  11. ^ (EN) Glasgow City 'surprised' after FA close door on switch to England, su heraldscotland.com.
  12. ^ (EN) Glasgow City manager eyes entry to English Women's Super League, su bbc.com/sport.
  13. ^ (EN) Women's Champions League: Glasgow City 4-2 Zurich (5-4), su bbc.com/sport.
  14. ^ (EN) Paris St-Germain 5-0 Glasgow City: City bow out to classy French, su bbc.com/sport.
  15. ^ Ranking UEFA per la stagione 2016-2017 (PDF), su it.uefa.com, UEFA.
  16. ^ Scozia tra le grandi, su it.uefa.com, UEFA.
  17. ^ (EN) Glasgow City clinch 10 league titles in a row by beating Hibs, su bbc.com/sport, 23 ottobre 2016. URL consultato il 28 aprile 2017.
  18. ^ (EN) Squad, su glasgowcityfc.co.uk. URL consultato il 17 agosto 2022.
  19. ^ (EN) Squad, su it.uefa.com. URL consultato il 17 agosto 2022.
  20. ^ Glasgow City FC - Squadra, su it.uefa.com. URL consultato il 17 ottobre 2020.
  21. ^ (EN) latest, su it.uefa.com. URL consultato il 17 ottobre 2020.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio