Gleb Ivanovič Uspenskij

scrittore russo

Gleb Ivanovič Uspenskij (in russo: Глеб Иванович Успенский?; Tula, 25 ottobre 1843[1]San Pietroburgo, 6 aprile 1902[2]) è stato uno scrittore russo.

Nikolaj Jarošenko, Ritratto di Gleb Uspenskij

BiografiaModifica

Con temi e impostazioni naturalistiche, esordì dopo il 1860 descrivendo la vita di piccoli borghesi, artigiani e impiegati in opere come I costumi della via Rasterjaeva, del 1866.

Ebbe simpatie populiste e, vissuto in seguito a contatto diretto con il mondo contadino, ne fece oggetto del suo Diario di campagna del 1880 e soprattutto di La potenza della terra, del 1882, opera che sta fra il saggio di indagine sociologica ed il romanzo ed è considerata la sua opera più rilevante.

Colpito da gravi disturbi psichici, trascorse in manicomio gli ultimi dieci anni della sua vita.

Di stile letterario molto simile fu il cugino Nikolaj Vasil'evič Uspenskij.

NoteModifica

  1. ^ 13 ottobre nel calendario giuliano.
  2. ^ 24 marzo nel calendario giuliano.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN66495718 · ISNI (EN0000 0001 2137 2530 · Europeana agent/base/95774 · LCCN (ENn80116849 · GND (DE118803611 · BNE (ESXX5040802 (data) · BNF (FRcb121000745 (data) · J9U (ENHE987007269351505171 (topic) · CONOR.SI (SL87955043 · WorldCat Identities (ENlccn-n80116849